Home Nautica Dal Lago di Paola il progetto Circeo in barche elettriche

Dal Lago di Paola il progetto Circeo in barche elettriche

0
CONDIVIDI

Barche elettriche anche a Sabaudia. Lo annuncia l’Azienda Vallicola del lago di Paola. L’ impresa ittica che punta sul risanamento ambientale del sito naturale nel mirino di numerosi tentativi di speculazione.

Avanza anche in Italia, seppure a piccoli passi, la necessità della propulsione elettrica. In particolare nei corsi d’acqua interni. Una bella notizia arriva da Sabaudia dove la svolta a batterie non è piovuta dall’alto, ma promossa e voluta da una impresa ittica: l’Azienda Vallicola del Lago di Paola. Lavorare senza idrocarburi fa bene ai pesci, all’ambiente, alla salute umana ma pure al turismo e, quindi, all’economia.

Un piano con operatori della nautica elettrica

Il nuovo piano di sviluppo per il Lago di Paola è orientato alla sostenibilità ecologica. Un documento nato dalla collaborazione “con partner autorevoli sia del settore della pesca sia della nautica elettrica – fanno sapere dall’azienda -. Il futuro non è solamente la conservazione del paesaggio e la tutela dell’ambiente, ma anche il volano per la crescita dell’economia del territorio e la valorizzazione delle aree protette“.

Via al centro studi con Assonautica

Oltre alle lodevoli intenzioni si è siglata l’intesa con  Assonautica Acque Interne Lazio e Tevere per la creazione di un Centro Studi Acque Interne. L’obiettivo è fare ricerca su sviluppo sostenibile, promozione degli sport acquatici, pesca ricreativa, pesca turismo e naturalmente per portare avanti una strategia per lo sviluppo della nautica da diporto e del turismo nelle acque interne.

Navigare in barca elettrica

Con il Protocollo di Intesa tra l’Azienda Vallicola e Assonautica si riaprirà l’Istituto di Idrobiologia e Acquacoltura “Gustavo Brunelli” realizzato  nel 1978 e soprattutto “la fruizione del bacino con barche a motore elettrico, la collaborazione con le scuole e gli istituti professionali mirata alla formazione di giovani”. Concetti sottolineati da Pietro Orlando, presidente Assonautica Lazio e Tevere che ha poi annunciato: «Stiamo pensando ad un primo progetto pilota all’interno del Parco del Circeo, organizzando una regata dal Lago di Paola sino al porto di Terracina. Importante sarà integrare anche i contratti di fiume Cavata, Ufente e Amaseno e coinvolgere in questa rotta di sviluppo anche le isole pontine“.

Infine è necessario ricordare che questo intervento oltre la funziona ecologica ne ha una sociale: “Ripristinare la funzionalità del Lago di Paola gravemente compromessa dai numerosi tentativi di speculazione in tutta l’area del Parco Nazionale del Circeo“.

LEGGI ANCHE: A Como il progetto di metropolitana elettrica del lago