Home Alla ricarica Da Endesa (Enel) una maxi-rete di ricarica in Spagna

Da Endesa (Enel) una maxi-rete di ricarica in Spagna

0
CONDIVIDI
Elena Bernárdez, responsabile e-mobility di Endesa X, con a fianco José Bogas. A destra Franceso Venturini.

Endesa (Gruppo Enel) ha presentato un ‘macroplan’ per la ricarica dei veicoli elettrici in Spagna. Punta ad installare più 108mila punti, tra pubblici e privati, nei prossimi cinque anni. Il tutto tramite Endesa X, clone iberico di Enel X.

8.500 colonnine pubbliche, più le ricariche private

José Bogas, numero uno di Endesa, ha chiarito che chiaramente per la maggior parte si parla di ricariche private, tra cui molte wall-box in abitazioni e aziende. I punti di ricarica pubblica da installare saranno invece 8.500 entro il 2023 (65 milioni di investimento), dando un’ulteriore spinta a un mercato che già oggi è più solido dell’Italia. Un trend confermato anche in ottobre, con 770 macchine elettriche vendute, contro le 587 italiane. Già nel prossimo biennio il 75% della popolazione spagnola sarà coperta da un primo network di 2mila colonnine, nelle città con più di 35 mila abitanti e sulle strade di grande comunicazione. L’obiettivo è far sì che chi viaggia sui 15 mila km delle arterie più importanti trovi almeno un punto di ricarica ogni 100 km. Il resto, isole comprese, seguirà nel triennio successivo.

Una delle slide mostrate da Endesa: colori e terminologia (le ricariche Juice) sono gli stessi di Enel X.

Anche in Spagna con la famiglia Juice

Bogas, alla presenza del numero uno di Enel X, Francesco Venturini, ha assicurato che l’energia arriverà interamente da rinnovabili. È logico che aspettarsi che anche in Spagna, con Endesa X, si punti sulla stessa famiglia di prodotti presentata da Enel X il 21 settembre a Vallelunga (guarda).La strategia “Intelligent charging solutions” si impernia sulla gamma di ricaricatori della “famiglia Juice”, gamma completa, modulare e scalabile, pronta a crescere di pari passo con il mercato della mobilità elettrica. Sono prodotti ridisegnati e ripensati in funzione di un servizio di ricarica sempre più diversificato e vicino alle richieste della clientela. Il piano lanciato da  Endesa include la ricarica domestica con wall-box da 3,7 kW, colonnine semirapide da 22 kW, rapide 50 kW e ultrafast da 150 kW di potenza.

Guarda l’articolo sul sito spagnolo Hybridosyelectricos.com