Home Nautica Cyberjet: la moto d’acqua di Narke da 39 mila euro

Cyberjet: la moto d’acqua di Narke da 39 mila euro

0
CONDIVIDI
moto d'acqua
narke cyberjet

Cyberjet è la moto d’acqua degli ungheresi di Narke che nella sede del lago di Balaton, sito sempre più interessato dalla mobilità elettrica (leggi qui), hanno sviluppato questo jet elettrico a tre posti.

Un motore da 71 kW, batteria da 24 kWh, 37 nodi di velocità

moto d'acqua elettrica
La moto d’acqua Cyberjet

Dopo la prima al Cannes Yachting Festival nel 2018 il Narke GT45, ribattezzato Cyberjet, con la vendita dei modelli di prima generazione si presenta rinnovato: “Un motore più potente, uno scafo ottimizzato e conserva il design accattivante e unico. Le prime unità   in Francia furono vendute quasi immediatamente e il feedback dei proprietari di Narke ha contribuito alla messa a punto dell’electrojet“. Parole di Ákos Réder, chief Designer di Narke e Como Yacht. Ma vediamo le specifiche tecniche di oggi: potenza motore da 71 kW, capacità della batteria da 24 kWh per una velocità massima oltre i 37 nodi e un’autonomia da 2 ore. La ricarica con la presa domestica da 230V offre un tempo di ricarica da 6 ore mentre nella versione fast, il caricatore rapido è opzionale, si scende a 1,5 ore.

Quanto costa? Sono 39 mila euro (senza IVA)

moto d'acqua elettrica
Sci nautico con la moto d’acqua elettrica

Per cavalcare questa moto d’acqua a tre posti bisogna spendere 39 mila euro più IVA che possono lievitare sommando i 1000 euro per l’opzione dei colori extra o il caricatore rapido. Il conto può salire di 440 euro con lo smartphone connectivity e di 470 per lo Wireless M.O.B. System. Un prezzo rilevante, ma siamo nel campo del lusso e l’uso più indicato è quello relativo ai toys di bordo di grandi yacht. In particolare per visitare le aree protette marine dove sono vietati i motori termici. La garanzia è di  tre anni.

Test drive di Cyberjet con BMW

moto d'acqua elettrica
Una delle versione delle moto d’acqua

Dai manager di Narke si sottolinea una sinergia con BMW. “Un evento dove i due marchi si sono completati perfettamente a vicenda sulla terra e sull’acqua“. Tra le file degli ungheresi anche Péter Bíró, campione del mondo di jet ski e 2 volte campione europeo di jet ski, che ha testato l’electrojet. Sul fronte tecnico lo chief designer sottolinea le caratteristiche dello scafo Petestep®: “Appositamente sviluppato con una tecnologia brevettata di deflessione degli spruzzi che si traduce in un aumento della portata del 20%, portandolo a 50 km e anche in una guida più morbida ed efficiente dal punto di vista energetico“.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —