Home Auto Tavascan Concept, il SUV elettrico secondo Cupra

Tavascan Concept, il SUV elettrico secondo Cupra

0
CONDIVIDI

Dopo il prototipo ibrido Formentor è arrivato il momento della Tavascan. Si tratta del primo modello stradale completamente elettrico del marchio iberico. Sarà osservabile da vicino durante il prossimo Salone di Francoforte (IAA), dal 12 al 22 settembre.

Il nuovo progetto Cupra proietta i valori del brand nell’era elettrificata: sportività, tecnologia sofisticata ed emozione. Il risultato è un crossover a quattro porte in cui si fondono “l’essenzialità di un coupé ad alte prestazioni e il portamento di un SUV“. Il nome è un omaggio all’omonimo e pittoresco villaggio incastonato nei Pirenei, a poca distanza da Andorra.

Disegnata dall’aria e dalla luce

cupra tavascan concept suv elettrico

Il concept propone linee muscolose e nette, dando un’impressione visiva d’imponenza e di stabilità. Trattandosi però di un veicolo full electric, la ricerca delle prestazioni attraverso l’efficienza (specialmente aerodinamica) ha guidato il progetto, indirizzando anche lo sviluppo dello stile dell’automobile. Il frontale è “chiuso” e si caratterizza per la disposizione atipica del logo, generando uno schema grafico differente rispetto a quello di un’automobile tradizionale. Spiccano inoltre i grandi sfoghi che consentono al flusso d’aria di raffreddare il pacco batteria oltre che scorrere sul corpo vettura con facilità.

cupra tavascan concept suv elettrico

L’importanza degli studi effettuati nella galleria del vento è dimostrata anche da altre componenti del crossover. I cerchi in lega da 22″ presentano un disegno a turbina mentre gli specchietti retrovisori hanno un profilo ottimizzato per ridurre le turbolenze. Un altro elemento di rilievo è costituito dal grande estrattore posteriore. Parlando invece del design della Tavascan, la tinta “liquid metal” esalta l’andamento delle superfici su tutto il volume della vettura. Insieme agli inserti in fibra di carbonio e in rame dona raffinatezza al concept. La preziosità si riscontra anche nell’illuminazione dei logotipi e dei simboli disposti sulla carrozzeria. In particolare, il marchio sul retrotreno, incorniciato da un fascio di LED, risulta molto elegante e “distende” la larghezza dell’automobile.

Un salotto connesso e silenzioso

cupra tavascan concept suv elettrico

L’abitacolo rispecchia la struttura dell’esterno e, pur richiamando la scala cromatica della carrozzeria, risulta spazioso e luminoso. L’elemento focale in quest’ambiente è rappresentato dalla plancia che sembra “fluttuare” nel vuoto per poi “gettarsi” nel tunnel centrale. Le sedute sono avvolgenti e offrono una texture che è allo stesso tempo funzionale e decorativa (riprende la fantasia del frontale). Pelle, fibra di carbonio e Alcantara formano i principali materiali impiegati nell’interno, donando un’impronta sofisticata e minimale alla vettura. Un altro artificio di stile deriva dal sistema di luce diffusa a LED, soluzione che genera un’atmosfera rilassata e confortevole.

cupra tavascan concept suv elettrico

La comodità a bordo non comporta però un sacrificio nei confronti del guidatore. Questi, oltre al volante marcatamente sportivo, può contare su uno schermo digitale da 12,3″ per controllare tutti i parametri dell’auto che desidera. C’è pure un display supplementare da 13″, inserito al centro della plancia, che si occupa dell’infotainment di bordo e può essere adoperato dal conducente oppure dal passeggero anteriore. Infine gli altoparlanti e la connettività con gli smartphone (integrati in ogni sedile) consentono anche agli altri occupanti di usufruire della tecnologia a disposizione, godendosi la piacevolezza dell’abitacolo.

450 km di autonomia e 225 kW

cupra tavascan concept suv elettrico

Le prestazioni della Tavascan sono di rilievo, coerentemente con l’immagine del marchio. I motori sono due, dislocati sull’asse anteriore e posteriore. La potenza complessiva è di 225 kW (306 cv), mentre lo scatto da 0 a 100 km/h viene coperto in 6,5 secondi. La grande novità si trova però nel pianale: l’ormai celebre piattaforma MEB accoglie un pacco batteria agli ioni di litio da ben 77 kWh. Secondo CUPRA, l’energia immagazzinata nell’accumulatore dovrebbe consentire un’autonomia di 450 km (ciclo WLTP), aprendo così molteplici scenari d’utilizzo. Tutto questo, unito alla trazione integrale e al centro di gravità basso (grazie al posizionamento della batteria sotto il pavimento) dovrebbe garantire un’ottima dinamica di guida al prototipo.

– leggi anche: Ecco el-Born, la prima Seat elettrica