Home Auto Consumare meno, 5 consigli da ChargeMap.

Consumare meno, 5 consigli da ChargeMap.

2
CONDIVIDI

Consumare meno per aumentare l’autonomia della tua auto elettrica. Ognuno ci prova, ora il network di ricarica francese ChargeMap (qui il sito) ci dà i suoi consigli. Non aspettatevi accorgimenti tecnici sofisticati. Sono 5 consigli di buonsenso, un piccolo manuale di “guida ecologica”. Partendo dall’ovvia considerazione che, “indipendentemente dal tipo di veicolo, il nostro comportamento di guida ha un’influenza significativa sull’autonomia”. 

Consumare meno (1) Adotta uno stile di guida flessibile

consumare menoSpesso non ce ne rendiamo conto, ma le nostre emozioni influenzano le nostre azioni quotidianamente. Il nostro comportamento di guida non fa eccezione. Sconvolti, ansiosi prima di un appuntamento o entusiasti di tornare a casa…tutto influenza la nostra guida . Per molti, premere il pedale dell’acceleratore diventa un modo per liberare queste emozioni. Ma la guida nervosa aumenta lo stress e il consumo di energia . La guida ecologica consiste nel rilassarsi e nel togliere il piede dall’acceleratore . Se ti avvicini a un semaforo rosso, a un segnale di stop o a un ingorgo, non c’è bisogno di accelerare per poi frenare improvvisamente quando arrivi. Queste accelerazioni possono durare alcuni secondi, ma richiedono molta energia e finiscono per far salire alle stelle i consumi.

Consumare meno (2) Utilizza la frenata rigenerativa

consumare meno
Il pedale del freno si schiaccia solo in casi eccezionali: normalmente usare la frenata rigenerativa.

Durante le fasi di frenata e decelerazione , il freno motore di un’auto elettrica genera energia, la trasforma in elettricità e la immagazzina nella batteria. I vantaggi della guida flessibile in un veicolo elettrico diventano quindi ancora più significativi. L’impatto positivo sull’autonomia può essere considerevole. È possibile estenderla di circa il 20% attraverso l’uso ottimizzato della frenata rigenerativa . Oggi diversi modelli di veicoli elettrici, come quelli di Tesla, consentono di regolare la potenza della frenata rigenerativa. Maggiore è la rigenerazione, più efficacemente il veicolo rallenta senza che tu debba toccare il pedale del freno. I tuoi dischi e pastiglie dei freni ti ringrazieranno!

Consumare meno (3) Attiva la modalità “eco”

La modalità “eco” è uno degli assetti di guida regolabili sulla maggior parte dei veicoli elettrici. L’obiettivo, come suggerisce il nome, è risparmiare energia limitando la potenza del motore . Questa modalità si adatta perfettamente ai viaggi giornalieri, durante i quali non ha senso disporre di una potenza sovradimensionata.

consumare meno
Le due modalità eco disponibili nell’auto elettrica Volkswagen e-Golf
Ad esempio, la Volkswagen e-Golf offre due modalità di guida ecologica : Eco ed Eco + . A seconda del viaggio, il conducente può scegliere di limitare la potenza del proprio veicolo a 95 o 75 CV , ovvero una velocità massima di 115 o 90 km / h .

Consumare meno / In autostrada non superare i 120

Consumare meno
Tesla e supercar a parte, meglio mantenersi entro i 120 km/h in autostrada.

Se devi prendere l’autostrada, cerca di essere ragionevole e non superare i 120 km/h , soprattutto se non guidi una Tesla. Sulla maggior parte dei modelli, i kWh volano rapidamente sopra i 100 km / h . Pertanto, fai attenzione a non giocare troppo con la velocità, soprattutto se il tuo prossimo stop di ricarica è ancora lontano. Anche in questo caso, il tempo risparmiato andando forte è trascurabile.

(5) Controlla le gomme, non solo per la sicurezza

Indipendentemente dal tipo di motore, le condizioni dei pneumatici influiscono non solo sulla sicurezza del veicolo, ma anche sul consumo di energia .La scelta degli pneumatici giusti  è il primo passo. Altrettanto importante è tenere sotto controllo la pressione e le condizioni generali delle gomme. Guidare con pneumatici sgonfi farà aumentare immediatamente il consumo di carburante. Ricordate: produttori come Michelin, Bridgestone e Continental hanno realizzato pneumatici appositamente progettati per i veicoli elettrici . La principale differenza con quelli “convenzionali” è la minore resistenza al rotolamento.

— Leggi anche / Elettrico per principianti: non vai a benzina, quindi…E qui: quanto fa la Renault Zoe in autostrada (andando ai 110)?

 

 

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Prima di adottare powercruisecontrol, in autostradale mi trovavo bene utilizzando il cruise control e facendo decelerazioni a recupero in uscita modificando l’impostazione della velocità.
    Giusto gonfiare bene le gomme, aria condizionata a 24 gradi ma con ventola veloce. Il segreto è far scorrere la vettura invece che fare recuperi con la frenata rigenerativa de non ci si deve fermare. Nelle salite andare a potenza costante, tanto la coppia c’è.

  2. Un altro utile consiglio per non sprecare energia è quello di rimuovere dall’auto oggetti inutili. I bagagliai di molte auto sono una sorta di ripostiglio 🙂 tutta zavorra che ci portiamo appresso e che penalizza i consumi. Questo ovviamente vale anche per auto a motore endotermico

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome