Home Bici Comprare e-bike su Indiegogo, affare o rischio?

Comprare e-bike su Indiegogo, affare o rischio?

0
CONDIVIDI

Comprare una e-bike su Indiegogo (o Kickstarter) può essere molto conveniente. Ma bisogna stare attenti a non perdere il proprio investimento. Ecco una guida per muoversi nella rete del crowdfunding

I siti di crowdfunding esistono ormai da un decennio e hanno oggettivamente dato un grande impulso all’avanzamento tecnologico, alle buone idee delle strat up e al mercato di beni di consumo. Tra questi ci sono senza dubbio e-bike e monopattini elettrici. Su Vaielettrico ci siamo occupati spesso di nuovi mezzi, innovativi e anche belli, che hanno riscosso enorme successo.

Bikee Bike e il suo Lightest sono esempi di crowdfunding molto visrtuoso

Ci sono pure stati dei flop clamorosi. Come in tutte le intraprese può accadere. Per questo è sempre bene sapere a cosa si va incontro quando si decide di investire in una campagna di crowdfunding. Perché la prima questione da ricordare è che Indiegogo o Kickstarter non sono siti di e-commerce. Però ci sono e-bike vendute a prezzi almeno dimezzati rispetto al loro reale valore di mercato.

Babymaker, altro enorme successo di Indiegogo

Tecnicamente infatti parliamo di reward crowdfunding. Cioè attraverso questi siti chiunque può dare il proprio contributo economico ad un progetto in cambio di una ricompensa. Essa può essere un gadget, un omaggio, l’esclusiva sul prodotto o servizio sponsorizzato. Ecco il principio del reward crowdfunding che spesso viene paragonato ad un “pre-ordine” o “pre-acquisto”, quando invece è molto più simile ad un investimento senza garanzie.

Comprare e-bike su Indiegogo: il rischio

Indiegogo pubblicizza idee sul sito e raccoglie fondi dalla community per realizzarle. In questo modo fa da vetrina a progetti innovativi e tecnologici, artistici e creativi, ma anche di ambito culturale e sociale. Al contempo permette ai backers, i sostenitori, di contribuire con un’offerta economica in cambio di una ricompensa ma anche a puro titolo di beneficenza.

Solo in ultimo mette a disposizione degli utenti un Marketplace dove acquistare in anteprima oggetti innovativi pronti per la spedizione. Indiegogo è una piattaforma quasi completamente gratuita, a parte per un 5% trattenuto dai finanziamenti ricevuti dalle varie campagne.

Indiegogo però non garantisce il buon esito di un progetto, né in fase di campagna né dopo e non indaga sulle capacità del suo ideatore di ultimarlo. Insomma non è responsabile delle promesse di ricompensa fatte ai backers. Eventuali azioni legali sono a carico del finanziatore. Per cui abbiamo zero garanzie in merito alla qualità, sicurezza, moralità o legalità di qualsiasi campagna pubblicata. E nemmeno sulle effettiva corresponsione della ricompensa.  Si chiama rischio di impresa.

Comprare e-bike su Indiegogo: ricompensa

Il reward crowdfunding prevede comunque una ricompensa quindi non si tratta di pura beneficenza. Ormai in quasi tutti i casi che riguardano mezzi per la mobilità elettrica la ricompensa è rappresentata dall’acquisto molto scontato della bici elettrica o del monopattino.

Inoltre le campagne che emergono spesso raggiungono cifre di donazioni molto superiori ai target aziendali. Azzerando di fatto il rischio di perdere soldi.

Questo perché ci si affida a campagne dette Keep it all. Cioè gli autori del progetto ricevono i soldi stanziati dai backers solo dopo che la campagna di raccolta ha raggiunto l’obiettivo di finanziamento entro il termine stabilito. Se così non accade la campagna fallisce e il progetto non riceve i fondi che restano in mano ai backers.

I due ideatori di Babymaker

Allo stesso tempo selezionare una ricompensa non ha lo stesso valore di fare un ordine o di acquistare un prodotto su Internet. Un creatore che ha ricevuto i fondi ha poi bisogno del tempo per sviluppare e fabbricare l’oggetto. I ritardi sono molto frequenti soprattutto nel caso di oggetti altamente tecnologici. Garanzie che assicurano l’invio del prodotto finito non ci sono.

Comprare e-bike su Indiegogo: ultimo esempio

Sostenere un progetto di crowdfunding è sempre un azzardo. Contribuendo a una campagna accetti il rischio che il progetto possa subire cambiamenti, ritardi, imprevisti è che possa non realizzarsi.

Ultimo esempio è la e-bike Fiido D11 a breve in campagna vendita. Fiido D11 è costituita da un pratico telaio pieghevole in lega di alluminio che conferisce alla bici un peso di soli 12,9 Kg. La batteria da 410 Wh è alloggiata all’interno del reggisella, è removibile ed è in grado di raggiungere un’autonomia pari a 100 km utilizzando la modalità Eco. prezzo promozionale di 799 dollari, anziché 1.299. Fiido D11 sarà disponibile a partire da luglio. L’offerta è molto allettante, sia come prezzo sia come caratteristiche del prodotto. Ma per sapere quante probibilità ci siano per il sottoscrittotre di portarsi a casa Fiido D11 super scontata bisognerà sapere quale traguardo si sono prefissati in casa Fiido.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome