Home Vaielettrico risponde Come fai a ricaricare in un Paese così?

Come fai a ricaricare in un Paese così?

23
Milano, via San Marco: impossibile ricaricare per auto e camion parcheggiati, siamo alle solite.
Come fai a ricaricare in un Paese così? Tra colonnine usate come parcheggio e altre mai attivate, la vita in elettrico è sempre dura, come mostrano anche queste segnalazioni. Vaielettrico risponde. Per scriverci: info@vaielettrico.it 

Come fai a ricaricare se la colonnina è usata da parcheggio? (1) Milano, via San Marco

“Si segnala ai vigili, non escono Si segnala alla Be Charge Eni, dicono che non è responsabilità loro. Idem con A2A. Però  rincarano le tariffe. via Qui siamo in via San Marco a Milano. Parla la foto. Cordiali saluti“.  Sandro Laffranchini

come fai a ricaricareCome fai a ricaricare se la colonnina c’è, ma non la attivano? (2) Venaria Reale

Sono un guidatore BEV dal 2021. Purtroppo abito a Venaria Reale. Dico purtroppo perché un Comune con oltre 35.000 abitanti risultava fini a pochissimo tempo fa del tutto sprovvisto di colonnine. Adesso ne abbiamo ben 2 con 4 prese totali! Bene, uno direbbe. Peccato che di queste 2 colonnine (tra l’altro vicine tra loro) una non risulti ancora collegata, mentre l’altra lo è da un paio di mesi. Una situazione surreale. Ho una Twingo con batteria da 20 kW e percorro una media di 100 km al giorno, ho all’attivo 65.000 km. Pensate il calvario per ricaricare qualche volta anche 2 volte in un giorno... Comunque per me il fine giustifica i mezzi. Pur adorando i motori, specie i 2 tempi puzzosi e rumorosi, mai tornerei indietro. Se provi un’elettrica ed hai un minimo di cervello, non torni più indietro. Ho avuto decine di auto di tutte le motorizzazioni. Niente è come  l’elettrico. Sia in termini di costi che di durata e prestazioni. Spesso parlo con persone che manifestano dubbi sull’elettrico, ma alla domanda: lo hai già provato? La risposta è sempre la stessa: no. Come recensire un film senza vederlo“. Marco Pira

Come fai a ricaricareÈ passata l’idea che l’elettrico è un capriccio per ricchi…

Risposta. Questa è l’Italia, signori, un Paese in cui è passata l’idea che l’auto elettrica è un capriccio per ricchi. E che si possa tranquillamente usare le piazzole di ricarica come parcheggio, tanto le Polizie Locali non interverranno mai. Il Codice della Strada parla chiaro:Aree dedicate alla ricarica dei veicoli elettrici: il divieto di sosta, con le relative sanzioni, si estende alle aree dove si trovano le colonnine per la ricarica elettrica dei veicoli”. Ma non viene mai applicato: una vergogna indegna di un Paese civile. Quanto alla mancata attivazione delle colonnine, anche qui abbiamo il record europeo nei ritardi di messa in funzione. Un altro primato (a rovescio) di cui vantarci.

  • Bufera tariffe di ricarica sull’auto elettrica: che cosa c’è davvero dietro ai costi alla colonnina? Guarda il VIDEO

– Iscriviti alla nostra newsletter e al canale YouTube

Phoenix
Vesper
Apri commenti

23 COMMENTI

  1. purtroppo per me è tardi…ma lo dico ai ragazzi…inutile combattere qui, la vita è una sola. spostatevi dove l’inciviltà e la prepotenza non la fanno da padrone.

  2. non ho capito perche’ se io riesco a circolare in elettrico da 2 anni e non ho mai usato una colonnina ,perche’ non possono farlo anche gli altri ? possibile che tutti voi facciate 100 /200 km al giorno da dover ricaricare in esterno ? direi che fino a 200 km anche 300 si possono fare andata e ritorno e ricaricare di notte a casa .

  3. Ad uno che acquista una macchina elettrica è il minimo che possa accadere. La macchina elettrica con la tecnologia attuale è un abominio! Però può darsi che resusciti Nicolas Tesla e risolva tutto!
    Fortunatamente in Italia ed anche in Germania non ne vendono pochissime.Nel frattempo però stiamo distruggendo tutto il comparto automobilistico europeo facendo spazio alla tecnologia cinese che, non riusciva a copiare una BMW, ma le vetture elettriche altamente inquinanti le fa meglio di tutti!
    Una bella diesel euro 6d è tutt’ora il veicolo di gran lunga più sostenibile e lo sappiamo tutti.
    Abito a Genova e mi piacerebbe che il mago Zurli trasformasse con una bacchetta magica tutte le vetture in veicoli elettrici per gustarmi lo spettacolo.
    Il motore elettrico in realtà è fantastico, coppia subito disponibile, alta efficienza. Quando però è installato sui treni!

    • Da uno che ha ampia esperienza di guida in elettrico e che si è ampiamente informato da fonti di esperti e scienziati posso dire che sono in totale disaccordo su tutto il falso che dici

      • Ciao Volpe. Hai tutto il diritto di dissentire con quello che ho scritto. Un po’ meno di scrivere che sia falso.
        La produzione delle auto elettriche è terribilmente inquinante. Uno scienziato, come dici tu, pochi giorni orsono ha calcolato che le auto elettriche quando nascono hanno già inquinato come un veicolo termico che ha già percorso 100000 km
        Oltretutto il materiale per costruirle viene praticamente tutto rubato in Africa dove i bambini di 5 anni scavano per estrarre cosa occorre per preparare la tua bella ecar
        Il fatto che le reti elettriche non siano progettate per ricaricare questi ecomostri è palese. In Olanda parlano già di razionale le ricariche delle colonnine. Poi ragiona un attimo…..se l,’inquinamento fosse il problema avrebbero immediatamente progettato un pacco di batterie standard da sostituire e riciclare facilmente . Invece niente! Il prezzo delle ricariche sarebbe calmierato. Invece niente. Io sono un tecnico appassionato di automotive e ti dico che ci sarebbero tante tecnologie per diminuire il già bassissimo inquinamento prodotto da un motore di ultima generazione. L’automotrice è il settore che ha compiuto il migliore percorso per abbattere l’inquinamento.
        Qualche mese fa il caporedattore di auto motore sport è andato con una BMW 420 da Francoforte sino all’Atlantico in Portogallo con un pieno di gasolio!
        E poi ti dico….considerando che i macchinisti dei treni sono tra coloro che hanno la vita media più corta a causa dei campi elettrici in cabina non sarei neanche tanto tranquillo a guidare un’auto elettrica tutto il giorno!
        Intanto ho proposto al condominio dove abito di proibire il parcheggio delle auto elettriche in garage perché è vero che non si incendiano più delle altre ma è altrettanto vero che succede al 50% quando la macchina è parcheggiata e se accadesse verrebbe gtil palazzo.
        Un caro saluto Gianfranco

        • Una massa di fake news così non si può leggere. Come amministratore del sito l’avverto Gianfranco: lei è nuovo di queste pagine, ma ogni sua falsa affermazione è stata confutata mille volte sul blog e negli oltre 11 mila articoli pubblicati. Siamo stanchi di ripeterci per la milleunesima volta; perciò se insiste ci limiteremo a cestinarla.

          • Non scriverò più ma Vi ringrazio per lo spazio che mi avete dedicato. Non è da tutti pubblicare opinioni ‘controcorrente’. Un saluto
            Gianfranco

        • le emissioni elettromagnetiche nelle auto sono normate

          la più rilevabile e con frequenze di interesse (circa 2Ghz), è quella del wi-fi dell’infortaiment delle auto moderne (anche termiche), oppure dello smartphone se portato a bordo

          in pratica il motore dell’auto e relativa alimentazione sono eletteromagneticamente schermati degli involucri metallici e trascurabili, è il principio della gabbia di Faraday che si studia a scuola

          • Eh, ma si dnno per scontato 2 punti fondamentali;
            1) la scuola si deve averla frequentata;
            2) si doveva prestare attenzione a quanto veniva spiegato.
            Mi capirà mentre affermo che non è per tutti.

    • Ha telefonato il mago Zurli, si scusa, dice che si sono distratti un attimo e Gianfranco ha preso lo smarphone di mamma, la Fata Turchina

  4. Mi dispiace per voi humanoids è un progetto già fallito prima di partire.Adesso potete andare in pace e che le batterie durassero per sempre.

  5. Cinisello Balsamo, 74.000 abitanti, 0 colonnine di ricarica. Ah no, ci sono le free2x… in autostrada… 😁

    • Ci dovrebbe essere una colonnina Enel-x con 4 stalli nel supermercato U2 in via XXV Aprile 231, prova a verificare

    • Caspita, Cinisello Balsamo è un deserto di colonnine, la vicina Sesto San Giovanni ne è piena. Stranezze italiane

  6. sgonfiare una gomma a chi parcheggia nel posto delle auto elettriche e poi lasciare un bel biglietto sul parabrezza per ricordargli di guardare dove parcheggia…

    in merito alle colonnine direi che è solo colpa nostra… chi decide ce lo abbiamo messo noi con i nostri voti.. e ci sta li da 10, 20, 30 anni… purtroppo siamo un Paese di serie C e ci meritiamo tutto questo. Ribadisco il mio concetto: se tutti comprassero elettrico (ovviamente non tutti ma chi riesce a permetterselo, e sono molti di più di quelli che si crede) le colonnine aumenterebbero a dismisura. E se tutti andassero a fare il “pieno” ai SuC o da Ionity (le tariffe per le colonnine ultrafast attualmente più convenienti) tutti gli altri operatori sarebbero costretti a farsi una vera concorrenza. Boicottate Enel X, Be Charge e tutti gli amici di merende

    • /// sgonfiare una gomma a chi parcheggia nel posto delle auto elettriche e poi lasciare un bel biglietto sul parabrezza per ricordargli di guardare dove parcheggia… ///

      Danneggiamento di altrui proprietà con l’aggravante dei futili motivi. Mi raccomando, fate come dice Davide, senza di voi gli avvocati batterebbero la fiacca …

      • Non penso proprio sia danneggiamento. non viene danneggiato nulla se si sgonfia dalla valvola.

        Al limite violenza privata perchè ti impedisco di andare via ma il nostro caro governo ha reso inutile anche quella dato che non è più procedibile d’ufficio e nessuno prende un avvocato per una cosa così.

        Quindi: impunito il parcheggiatore abusivo, impunito anche lo sgonfiatore.
        Questa è l’Italia

  7. San Daniele del Friuli (UD), comune di 8 mila abitanti, famoso per la produzione del prosciutto crudo, meta di numerosi turisti che vengono a degustare le specialità locali nelle numerose prosciutterie. 0 colonnine

    • Leggo che lo scorso anno avete riconfermato sindaco e giunta comunale simpatizzanti di quel Matteo Diesel che vuole gasarci i figli per l’eternità, quindi perché stupirsi? Evidentemente i tuoi concittadini vogliono gasare anche i turisti e i prosciutti.

  8. Da noi, nel nostro comune ci sono 7 colonnine becharge, attive manco una. E ci sono solo quelle. Meno male che i benzinai ci sono

Rispondi