Home Auto Colonnine, wallbox & C: breve guida alla ricarica/2 Chi le fa

Colonnine, wallbox & C: breve guida alla ricarica/2 Chi le fa

0
CONDIVIDI

TORNA A: Colonnine, wallbox & C: breve guida alla ricarica

Al supermarket della ricarica

Ancor più affollato e variegato è il mondo dei produttori di impianti, colonnine e wall box, messi sul mercato senza alcun altro servizio aggiunto.

Costruiscono e forniscono sistemi di ricarica domestici, privati e pubblici, sia lenti sia Quick e Fast almeno una decina di produttori in Italia. Nessuno pubblica un listino prezzi, qualcuno mette a disposizione nel sito un preventivo on line. Unica eccezione l’azienda lombarda e-Station che nel suo store virtuale elenca tutti i prodotti con il prezzo d’acquisto. La gamma è completa e prevede anche il Superfast charge da 150kW e, dal lato opposto, un impianto portatile, con diversi sistemi di pagamento con carta, App e perfino a gettone.

I prezzi vanno da poco più di 550 euro per portatili e wall box domestici a oltre 4 mila euro per il Quick Charge da 22 kW. Fast Charge e Superfast vanno dai 10 mila euro in su e sono fuori catalogo presupponendo l’installazione di una cabina di distribuzione a monte della stazione. L’azienda offre anche il servizio Emobitaly per la gestione integrata da remoto degli impianti, dei pagamenti e della visibilità sulle mappe.

La vicentina Lampionet propone una sola tipologia di colonnina interattiva, dotata anche di access point wi-fi, con potenze di erogazione da 6 a 44kW.

La Wallbox, giovane azienda di Barcellona, è presente in Italia con tre linee di prodotto (Copper, Commander e Pulsar) riservate ad uso domestico o privato, con prezzi che vanno da poco più di 600 a 1.190 euro iva esclusa e potenze comprese fra 7,5 e 22kW. Sofisticata l’informatica di gestione che prevede il controllo della ricarica sul cellulare tramite una App e il riconoscimento facciale del proprietario.

Spagnola anche Circontrol, commercializzata in Italia dal gruppo istriano Detas. Offre una intera gamma che va dal più semplice wallbox domestico (wb ehome) alla colonnina Fast Charge da 50kW Raption 50. Fornisce gli impianti a Nissan e Mitsubishi.

Tra gli altri costruttori ci sono i grandi nomi dell’elettromeccanica, come Scame, Bticino, e Ducati Energia, quest’ultima fornitrice di colonnine per Enel e A2A.

Btcino è partner commerciale di Peugeot a cui fornisce impianti domestici e colonnine pubbliche.

Scame fra le tre è la più attiva nel settore delle stazioni di ricarica, con una gamma completa di impianti. Ha recentemente presentato una smart wall box domestica dotata di un software che gestisce modi e tempi della ricarica, ottimizzandone i costi. Il power management è particolarmente indicato per chi disponga di energia autoprodotta con pannelli fotovoltaici. Altra esclusiva di Scame è la possibilità di personalizzare le colonnine con le insegne dell’acquirente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome