Home Turismo elettrico Cinque Terre: si punta su barca elettrica ed e-bike

Cinque Terre: si punta su barca elettrica ed e-bike

2
CONDIVIDI
barca elettrica

Nelle Cinque Terre il Parco Nazionale fa rotta sulle emissioni zero con una barca elettrica. Oltre le zone di tutela integrale vietate ai motori termici  via alla navigazione a emissioni zero. Su terra via alla pista ciclopedonale  per e-bike nelle gallerie ferroviarie dismesse. Il progetto è finanziato grazie ai fondi del Ministero per l’Ambiente.

La barca elettrica per attività di monitoraggio

barca elettrica
Approdo alle Cinque Terre

Con le risorse del programma Aree marine protette per il clima 2020 si interviene per ridurre le emissioni nocive in mare con l’acquisto di una barca elettrica da 8,5 metri  dedicata alle attività di monitoraggio  dell’area marina protetta. Oltre all’acquisto del natante si penserà anche alla realizzazione della stazione di ricarica. Un’opera che potrebbe essere utile anche per i diportisti a emissioni zero.

Un bando per Bike sharing e 5 bike station con ricarica automatica

Il parco punta sulla mobilità sostenibile anche con le biciclette a pedalata assistita. A giugno scorso è stato pubblicato un bando (qui il link) dedicato al bike sharing per la realizzazione di 5 bike station dotate di sistema automatico di ricarica – senza necessità di usare cavi e prese da parte dell’utente – e 5 bike point. Una serie di interventi per rendere fruibile il territorio anche dai turisti che arrivano in zona senza le due ruote di proprietà.

Itinerari in e-bike lungo le gallerie ferroviarie dismesse

barca elettrica
Turisti nel Parco

L’infrastruttura è legata alla promozione degli itinerari naturalistici del parco dove già esistono percorsi dedicati e ben frequentati da residenti e turisti. Il bike sharing con le e-bike sarà potenziato con la scelta di finanziare una pista ciclopedonale elle gallerie ferroviarie dismesse nella tratta che unisce Levanto a Monterosso.

Il futuro delle Cinque Terre è un turismo a basso impatto ambientale

barca elettrica
Donatella Bianchi, giornalista e direttore del Parco Cinque Terre

Questi interventi mirano – si parla di circa 12 chilometri di pista ciclopedonale –  al decongestionamento dell’area delle Cinque Terre che prima della pandemia era attraversata da forti flussi di vacanzieri. Secondo la presidente dell’ente di tutela ambientale, e giornalista Rai conosciuta in particolare per il programma Linea Blu, Donatella Bianchi:Il Parco delle Cinque Terre vuole essere un modello di sostenibilità e innovazione sia a livello nazionale che per il territorio”. 

SCOPRI I NOSTRI VIDEO SU BARCHE, AUTO, MOTO, SCOOTER E BICI ELETTRICI NEL NOSTRO CANALE YOUTUBE, CLICCA QUI 

2 COMMENTI

    • Troppo fumo e troppo veleno in Laguna, l’abbiamo scritto più volte ma qualcosa si muove anche a Venezia

Comments are closed.