Home Scenari Cina e dazi, Leapmotor, Peugeot, Tesla / Settimana flash

Cina e dazi, Leapmotor, Peugeot, Tesla / Settimana flash

3
La MG4 resta l'elettrica cinese più venduta in Europa, ma ora con i dazi imposti dalla UE...
Charxcontrol

Cina e dazi: gli effetti sui prezzi da settembre… – Leapmotor C16, altra novità cinese – Peugeot e-208 leader in Francia – Tesla e le miniere / Settimana flash

CINA E DAZI
Andrea Bartolomeo, n.1 di MG Italia.

Cina e dazi (1) Nessun effetto immediato sui prezzi, ma da settembre i listini salgono

Che effetti concreti avranno i dazi fino al 37% imposti dalla Ue sulle auto elettriche cinesi a partire dal 5 luglio? Per ora nessuno, perché le auto in arrivo nelle concessionarie sono state già sdoganate nelle settimane scorse. Poi, passato agosto, ogni Casa deciderà.

Non modificheremo i prezzi delle auto che abbiamo già importato, quindi sul breve non si sentirà l’effetto“, ha confermato a Repubblica il capo di MG Italia, Andrea Bartolomeo. “Ma da domani dovremo ragionare su come ribaltare l’impatto dell’extra alla dogana sui prezzi finali. Non vogliamo ribaltarlo tutto sui clienti, ma non riusciremo a contenerlo solo riducendo i margini“. Quel che è certo è che ora i costruttori cinesi si concentreranno  soprattutto sulle auto termiche, ibride e no, che non sono state colpite dai dazi di Bruxelles.

cina e daziCina e dazi (2) C16, altra novità Leapmotor: se la fanno in Europa…

Ma i costruttori cinesi già lavorano per aggirare i dazi, costruendo i loro modelli in Europa. Come sta facendo Leapmotor, che ha stretto un’alleanza con Stellantis proprio per utilizzare lo stabilimento polacco ex Fiat, ora del gruppo guidato da Carlos Tavares (leggi qui).

Ancora non si sa quali modelli saranno prodotti nel Vecchio Continente, ma non mancherà l’imbarazzo della scelta, dato che Leap presenta una novità modello dopo l’altra. L’ultimo in ordine di tempo è il C16, un Suv con tre file di sedili che in patria è venduto a un prezzo sbalorditivo, equivalente a meno di 20 mila euro. Lungo 491 cm., è dotato di un motore da 215 kW, con 360 Nm di coppia.

La batteria da 67,7 kWh assicura un’autonomia di 520 km secondo gli standard di omologazione cinesi, pari a circa 430 km con i criteri europei. Ma la cosa interessante è la potenza di ricarica: il sistema a 800V garantisce che in 15 minuti la batteria passi dal 30 all’80%.

I 10 modelli più venduti in Francia nel 1° semestre. A destra: differenza % sul 2023.

Peugeot e-208 batte Tesla a metà 2024 in Francia

La Francia si conferma il mercato più pimpante per l’elettrico anche nella prima metà del 2024. In 6 mesi le EV immatricolate sono state 158.398 (+15% sul 2023).

Un aumento a cui ha molto contribuito il cosiddetto leasing sociale, una misura (ora non più in vigore) studiata soprattutto per avvicinare all’elettrico i ceti meno abbienti. E per favorire le vendite dei modelli francesi di minori dimensioni: nella top ten ce ne sono ben cinque.

In testa c’è la Peugeot e-208 a quota 17.341, che ha così interrotto il lungo dominio di Tesla, che piazza Model Y e Model 3 rispettivamente al 2° e 6° posto. Ma il Suv americano ha perso il 35% delle vendite rispetto al primo semestre 2023. In calo (-10%) anche la Fiat 500e, che comunque si è difesa molto meglio che in patria, vendendo 11.134 vetture.

Nella top ten un solo modello tedesco, la BMW iX1, a una sola cinese, la MG4, comunque in calo del 27%, per una politica di incentivi studiata per penalizzare il made in Cina.

Cina e dazi
Il titolo dell’inchiesta di Forbes sulle verifiche di Tesla sul rispetto dei diritti umani nelle miniere africane da cui arriva il cobalto.

Da dove arriva il cobalto per le batteria Tesla? Forbes attacca

Duro attacco a Elon Musk da parte della testata economica americana Forbes. Oggetto: il coinvolgimento di lavoro minorile nelle miniere africane (nella Repubblica Democratica del Congo) da cui arriva il cobalto per le batterie utilizzate da Tesla.

Secondo la ricostruzione di Forbes, Musk aveva assicurato che sarebbero stati degli osservatori indipendenti a controllare che tutto si svolga nel rispetto dei diritti umani, in particolare dei minori. Ma l’autore dell’articolo sostiene che in realtà questa sorveglianza si è limitata a immagini delle miniere di Kamoto Copper, il fornitore di Tesla, riprese da un satellite Airbus.

Ma la distanza è tale e la qualità talmente indecifrabile da rendere impossibile capire che età hanno gli addetti ai lavori impegnati nell’estrazione del cobalto.

LEGGI ANCHE e guarda il VIDEO: MG Italia 2024: il nuovo Cyberster e il magazzino ricambi in loco

-Iscriviti alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube 

Apri commenti

3 COMMENTI

  1. Non capisco… Se dazi verso la Cina deve essere, perché solo le BEV ? Se ci fossero stati da prima è probabile che non avrei potuto permettermi l’ acquisto di una elettrica e avrei dovuto orientarmi su una termica … Ma sarebbe stata sempre cinese (MG ZS). Risultato: una cinese ma che inquina … Quale sarebbe il vantaggio ? Boh

  2. Se BYD portasse in Europa la Qin L dm-i (è una plugin estremamente efficiente) ricaricandola il minimo possibile si prenderebbe il mercato, venderebbe più della Model 3. Se la porta qui a oltre 30000 euro invece niente …

    • per come la vedo io (direi tutti) finché ci si vuole mangiare (e bene) in 10000 i prezzi non caleranno mai..
      è estremamente valido il tuo discorso in altro articolo, anche se osteggiato con la fuffa dai soliti tuttologi 🤷‍♂️🤦‍♂️

Rispondi