Home Turismo elettrico Chef Cannavacciuolo fa sharing con la barca elettrica di Lakenergy

Chef Cannavacciuolo fa sharing con la barca elettrica di Lakenergy

0
CONDIVIDI
barca elettrica
La barca nel resort di Cannavacciuolo

Chef Antonino Cannavacciuolo crea buon cibo e sceglie la buona mobilità: una barca elettrica per il suo hotel Laqua by the Lake di Pettenasco. Turismo di qualità, in tutti i sensi.

La barca è di Lakenergy operatore di sharing elettrico turistico recentemente premiato e in finale a UniCredit Start Lab nella categoria Clean Tech. L’azienda è guidata dal presidente Roberto Nardini che abbiamo intervistato. A Lakenergy  sono specializzati in mobilità elettrica condivisa: e-bike, scooter elettrici ma anche barche a emissioni zero come quella per gli ospiti di Antonino Cannavacciuolo.

I veicoli elettrici, ma anche le colonnine

bike sharing
Il bike sharing

Bene il riconoscimento da Unicredit che vale la partecipazione ad un programma di training manageriale avanzato. Ma gli aspetti più interessanti sono sul campo. La proposta è la vendita di modelli di turismo esperienziale. Nel pacchetto sono comprese le colonnine di ricarica :”Per ogni tipologia di esperienza basata sul concetto di e-sharing attraverso un’app dedicata progettiamo, realizziamo, gestiamo e promuoviamo le stazioni di ricarica elettrica”. Questo il prodotto offerto a hotels, agriturismi, guest house, ristoranti, campeggi, circoli nautici.

La barca elettrica da Cannavacciuolo

barca elettrica
La barca elettrica nel resort di Cannavacciuolo

Laqua by the Lake di Pettenasco in provincia di Novara, sul lago d’Orta,  è l’ultima creazione dello chef Antonino Cannavacciuolo. “Ha voluto a disposizione degli ospiti del resort una delle nostre barche fin dall’inaugurazione”, ci racconta Nardini. I servizi di alta fascia navigano in elettrico. E’ andata bene e segue un’altra esperienza raccontata su Vaielettrico: la barca gourmet sul lago di Mergozzo con lo chef Marco Sacco (leggi qui).

Per la prossima stagione 50 barche elettriche

barca elettrica
Due barche elettriche di Lakenergy con motore epropulsion

Questi primi mesi di attività avevano per noi esclusivamente un valore di test e ci sono serviti per sviluppare esperienze soprattutto sul fronte nautico. Per questo abbiamo messo in acqua quattro barche diverse con tre motorizzazioni differenti per individuare la nostra combinazione ideale. Ora l’abbiamo individuata e per la prossima stagione la nostra flotta salirà a 50 imbarcazioni”. Una crescita esponenziale: “Nelle prossime settimane allargheremo il nostro raggio d’azione grazie agli accordi già conclusi con i Comuni di Baveno e Dormelletto, ma le novità per il 2022 saranno molte di più”.

Più di mille registrati al bike sharing di Verbania

bike sjharing Verbania

I numeri sono importanti nella valutazione di un’impresa.  Pur iniziando a stagione iniziata,  dal 22 luglio il servizio di bike sharing a Verbania ha registrato più di mille iscritti al servizio. ”Nonostante il luglio più piovoso degli ultimi 100 anni i residenti di Verbania e, soprattutto, i turisti hanno avuto modo di apprezzare un servizio innovativo di mobilità sostenibile che consente di prelevare le biciclette, in sei differenti punti della città e riconsegnarle in uno qualsiasi dei gazebo Lakenergy che per la prossima stagione saranno sostituiti da tradizionali stalli di ricarica”.

Un buona stagione estiva per il servizio che offre due modelli di e-bike, all road e light, con potenza da 0,25 kw e un sistema che consente di recuperare parte dell’energia in frenata e in discesa.

La barca che si prenota via App

Secondo gli imprenditori di Lakenergy a Verbania ha avuto un buon riscontro l’imbarcazione elettrica, ormeggiata a Pallanza, disponibile in modalità sharing: “Si utilizza la stessa app multilingua (scaricabile su smartphone Android e IOS) necessaria per noleggiare le biciclette”.

Vediamo alcuni dati della barca rimasta a disposizione Verbania nei mesi di settembre ed agosto. “Il motoscafo è spinto da un motore di 9,9 kW e si può guidare senza patente, può trasportare fino a sei persone. L’autonomia supera abbondantemente le 5 ore di navigazione”.

Quest’anno si sono sperimenta  quattro barche alcune con motori e-propulsion : “Una Idea marine, una Ranieri international e due  Antonio Ranieri con motore Mitek“. Prodotto tutto italiano con i motori dell’azienda di Ravenna (leggi qui).

Per spingere il turismo elettrico sono fondamentali le sinergie con il sistema di ospitalità alberghiera. Una conferma arriva dall’esperienza di Lakenergy con le parole di Roberto Nardini: “Abbiamo registrato un debutto positivo per il bike sharing a Verbania, dove alle 50 biciclette messe a disposizione della cittadinanza se ne sono aggiunte altre sei per i clienti del Grand Hotel Majestic. Una formula, quella delle partnership con i più prestigiosi resort della zona, replicata con successo anche sul lago d’Orta”.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al canale YouTube

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome