Home Auto Che fine ha fatto il bonus 40% con ISEE…?

Che fine ha fatto il bonus 40% con ISEE…?

70
CONDIVIDI

Che fine ha fatto il bonus 40% per chi acquista un’auto elettrica con un ISEE inferiore ai 30 mila euro. Ce lo chiedono diversi lettori. Vaielettrico risponde.

Che fine ha fatto il bonus 40%…Molti lettori in attesa

Ecco due tra le tante mail che ci sono arrivate:

“Buongiorno, volevo sapere se è entrato in vigore o meno l’ecoincentivo che tanto si parla che sfrutta l’isee…  Ho sentito due concessionarie.. una Nissan, che mi dice è operativo…. una Volkswagen che mi dice di no...Tanto per fare chiarezza in merito. Grazie mille e vai di Greeeeen! Federico.che fine ha fatto

“Salve, avendo un reddito ISEE inferiore a 30 mila euro, potrei usufruire del contributo del 40% sull’acquisto di un auto 100% elettrica. Tuttavia non trovo informazioni su come richiederlo, nè come funzioni in pratica (sarà il concessionario a stornare la percentuale calcolata come i contributi per la rottamazione?)… Inoltre, avendo comunque un auto molto vecchia da rottamare, il concessionario mi riconoscerà comunque uno sconto ulteriore? Grazie per ogni indicazione“. Giorgio

Risposta: tutto fermo, manca il regolamento che…

che fine ha fatto il bonus 40%
Enrico Giovannini, ministro dei Trasporti

Risposta. Già, che fine ha fatto il bonus 40%, ce lo chiediamo tutti. Ricordiamo anzitutto di che cosa si tratta. Nella Legge di bilancio di fine anno era stato previsto un maxi- incentivo del 40% per gli acquisti di veicoli elettrici, anche in leasing, effettuati entro il 31 dicembre 2021. Il bonus sarebbe riservato a chi ha un ISEE inferiore a 30 mila euro e acquista un’auto con prezzo di listino inferiore a 30.000 euro (IVA esclusa) e potenza fino a 150 kW. Usiamo il condizionale, “sarebbe“, perché tutto era subordinato all’approvazione di un regolamento attuativo da approvare entro il 31 gennaio. Ma la scadenza è passata da più di due settimane senza che sia stato pubblicato alcunché. Abbiamo chiesto alle nostre fonti al Ministero, senza ottenere risposta. Sembra di capire che, con la crisi di governo, il provvedimento è finito sotto mille altre scartoffie ed è difficile pensare che ora sia una priorità per Mario Draghi. Ma molti ci avevano fatto affidamento e torneremo alla carica per capire se e quando diventerà operativo un incentivo approvato in una legge dello Stato. Nel caso, per rispondere a Giorgio, sarebbe il concessionario ad applicare direttamente lo sconto.

70 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome