Home Auto Che botto con l’Autopilot di una Tesla Model 3!

Che botto con l’Autopilot di una Tesla Model 3!

4
CONDIVIDI
Il momento in cui la Tesla Model 3 sta per schiantarsi nella fiancata di un camion ribaltato in autostrada.

Che botto con l’Autopilot inserito di una Tesla Model 3. L’incidente è accaduto a Taiwan, le immagini sono impressionanti e stanno facendo il giro del mondo.

Che botto contro un camion ribaltato: salvo il conducente

La scena (guarda il video sotto) non si presta a molte interpretazioni. Si vede un camion ribaltato nella corsia più esterna dell’autostrada, quella che si usa normalmente per i sorpassi. Tutte le auto che arrivano lo evitano, mantenendosi sull’esterno della carreggiata. Poi, in lontananza, si scorge una Tesla Model 3, che evidentemente non ha contezza dell’ostacolo e va a schiantarsi nel camion ribaltato. Tentando solo all’ultimo secondo un’ormai insufficiente frenata. Che botto!

La cosa più incredibile è che, secondo i media locali ripresi da Electrek (qui l’articolo) l’incauto conducente se l’è cavata senza danni apparenti. Il che va a merito della robustezza del Model 3, più volte confermata nei crash-test di omologazione. Forse proprio quella disperata frenata ha salvato la vita al conducente. Ma resta il problema del funzionamento del pilota automatico, l’Autopilot appunto, inserito al momento dell’urto.È chiaro che un incidente del genere è destinato a rinfocolare. Tesla continua a ripetere che è un ausilio per il conducente e che comunque va mantenuta l’attenzione sulla strada in modo da riprendere il controllo della vettura in caso di pericolo.

Il precedente (tragico) di Delray Beach

Ora sia le autorità taiwanesi sia la Tesla stessa dovranno investigare le immagini riprese dalle telecamere e il software di bordo per capire che cosa è successo. Anche perché non è la prima volta che l’Autopilot del Model 3 viene chiamato in causa. Due mesi fa sono arrivate anche le critiche del National Transportation Safety Board (NTSB), l’Ente federale Usa che vigila sulla sicurezza. L’NTSB aveva esaminato un incidente capitato nel marzo 2019 a Delray Beach, in Florida.

Che botto
Come appariva la Tesla Model 3 dopo lo schianto fatale (con l’Autopilot inserito) di Delray Beach, in Florida.

L’auto viaggiava con il pilota automatico inserito, quando all’improvviso ha colpito la fiancata di un rimorchio che procedeva accanto, attraversando l’autostrada. Il conducente della Tesla è morto (qui il nostro articolo). I tecnici dell’NTSB hanno analizzato la telemetria del Model 3 e la telcamera di bordo, che ha filmato gli ultimi istanti prima dell’urto. Le ultime immagini, riportate qui sono impressionanti. L’ente federale aveva concluso che “al crash ha contribuito anche l’operation design del sistema di guida semi-automatica di Tesla, che permette il disinserimento da parte del guidatore. E l’incapacità da parte dell’azienda di limitare il sistema alle condizioni per il quale era sta progettato”.

 

 

 

4 COMMENTI

  1. Urto estremamente violento, che l’auto da bianca è diventata rossa.
    Quanto siete attendibili?

    • Ma lei, scusi, ha letto l’articolo? Pare di no: altrimenti avrebbe capito che si parla di due diversi incidenti. L’ultimo (auto bianca), avvenuto a Taiwan e finito senza danni al condicente. L’altro (auto rossa) avvenuto in Usa tempo fa con esito mortale.

    • bisogna leggerli gli articoli prima di commentare, l’auto rossa è riferita a un altro incidente

Comments are closed.