Home Auto Che botta per una Tesla: ecco che è successo

Che botta per una Tesla: ecco che è successo

23
CONDIVIDI
Ecco come era ridotta la Tesla dopo il crash che l'ha spezzata in due.

Che botta per una Tesla Model 3. L’incidente è accaduto in Florida, con due feriti in uno scontro a tre, con coinvolte una Nissan GT-R e una Ford Mustang.

Che botta per una Tesla: investita e tagliata in due

che botta per una Tesla
Il posteriore tranciato via dall’auto.

Spesso chi progetta le auto ripete che, per giudicare la bontà del suo lavoro, gli incidenti veri, su strada, sono molto più probanti dei crash-test in laboratorio. Ovvero per saggiare  la reale resistenza delle auto e la protezione degli occupanti, in caso di scontri ad alta velocità. E i tecnici Tesla potranno esaminare bene quel che è successo al Model 3, spezzato in due dall’urto, fortunatamente nella parte del bagagliaio dietro. Ma vediamo i fatti: secondo la ricostruzione della Polizia di Hallandale Beach, il conducente della Nissan GT-R non ha rispettato un semaforo rosso in un incrocio. Colpendo violentemente la Tesla sul posteriore, ad alta velocità. L’urto ha poi coinvolto anche una Ford Mustang che transitava nell’incrocio e, in maniera minore, una quarta vettura. I due feriti sono gli occupanti della Nissan, usciti in stato di choc dalla vettura. “La Tesla è volata via“, ha riferito un testimone al canale locale WSVN. Il conducente del Model 3 ha riportato solo una lieve contusione a una gamba.

che botta per una Tesla
La Nissan GT-R e quel che resta della Tesla soccorse dal carro-attrezzi.

Tutti i crash-test con il massimo dei voti

Tesla ha sempre fatto un vanto della sicurezza delle sue auto, in particolare del Model 3. Dopo i severissimi test americani, superati con successo, anche l’ente europeo che certifica la sicurezza in caso di incidente ha promosso a pieni voti la più piccola delle Tesla. Il test è stato effettuato nel 2019 (qui l’articolo).

che botta per una Tesla L’Euro NCAP ha assegnato al Model 3 un rating di 5 Stelle, il massimo dei voti (qui la pagella completa). Fatto 100 il massimo dei voti, la Tesla ha riportato un punteggio di 94, il massimo mai raggiunto da una vettura nei nuovi protocolli dell’Ente. In particolare il rating è stato di 96 nella protezione degli adulti a bordo e di 86 per i bambini. Il punteggio più basso è nella protezione dei pedoni in caso di investimento, 74/100.

 

 

 

Apri commenti

23 COMMENTI

  1. Mi piacerebbe sapere quanto andava la Nissan, visti gli eurocap di tesla modelX che superano ad esempio Audi Q7 di stessa categoria, nei video di tesla modelx con impatto laterale contro il classico palo a 50kmh praticamenteneppure si deformava non vorrei immaginare ad una altra auto cosa sarebbe successo, voi redazione avete scritto erroneamente model3 inoltre é un fatto successo almeno un anno fa.

    • A noi, avendola vista e ripetutamente guidata, risulta che il Model X ha gli sportelli ad ala di gabbiano, quella nella foto ha sportelli normali.

      • Ė fuori di dubbio che sia una Model X. A parte le dimensioni, si vede chiaramente dalla forma e dimensione delle maniglie. Oltre al fatto che l’incidente è avvenuto circa 1 anno fa ed è già stato ampiamente documentato tutto il documentabile.

  2. Le supercar moderne sono progettate tutte così, in caso di incidenti simili perdono il retro. Vedetevi i video di incedenti delle Ferrari e della Lamborghini. E’ considerata un’ottima strategia quella di “sganciare” il posteriore facendo dividere l’auto a metà e salvaguardando così la cella dell’abitacolo, limitando i danni ai passeggeri. Non mi sorprenderei di sapere che questo sia un comportamento previsto anche da Tesla. Tra l’altro credo (ma qui potrei sbagliare) che non ci sia neanche un problema di albero di trasmissione: semplicemente le batterie alimentano un motore posteriore, quindi progettare l’auto affinché “ceda” in caso di urto posteriore “sganciando” la coda è una soluzione sia intelligente che auspicabile. Inoltre la Tesla montando le batterie sotto il pianale dovrebbe soffrire meno dei problemi di rigidità torsionale dei telai che “affliggono” (in realtà affliggevano negli anni passati) i modelli tradizionali (il corpo centrale della Tesla dovrebbe – in teoria – essere più “robusto”, sia per reggere il peso maggiore sia per proteggere le batterie, e quindi torcersi meno).

    • Le Supercar sganciano il retro perché non hanno passeggeri, sono delle due posti. Se c’era qualcuno dietro nella Tesla erano cavoli amari, certo la Nissan andava forte

    • Anch’io ricordavo di averla già vista! Non è fresca fresca… Strano che anche i motori di ricerca di Google notizie lo ritirano fuori adesso?

  3. a me sembra che la cella di sopravvivenza della tesla ha tenuto
    non si può dire lo stesso della nissan che ha il tetto piegato
    comunque il clamore , per gli incideti tesla è sempre molto alto
    c’è una gara soprattutto sull’autopilot , quante volte crea incidenti e quante volte li evita
    poi il fatto che ha le camere e che possono registrare a mo di scatola nera , scatena la fantasia degli utenti

  4. Ma siamo sicure che ste Tesla siano strutturalmente sicure?
    Io nella mia vita ho visto due auto tagliate in due:

    – la prima era una Fiat 850 marcia che è stata presa nel punto di chiusura della portiera;
    – la seconda era una vecchia 911 marcia (parlo degli anni 80 e l’auto era a mio avviso di inizio anni 70) divisa in due in quanto dopo aver sbandato ha preso il palo.

    Ma questa Model X non era sicuramente marcia?!?!?!

    Ero intenzionato all’acquisto di una Model 3 e stavo cercando di valutare bene il problema (per me) dei campi elettromagnetici, poi l’azione di Musk sui Bit Coin mi ha disorientato su che tipo di persona è veramente, ora questa scena mi mette ancora più dubbi.

    • Se hai dubbi su un’auto che ha i migliori punteggi sui test EuroNCAP, allora la Model 3 non è l’auto che fa per te. La storia dei BitCoin poi direi che cala il sipario definitivamente: ti consiglio caldamente una termica, meglio se diesel.

    • Ahahahah…l’azione di Musk su Bitcoin mi ha disorientato su che tipo di persona é…sarebbe come dire: non compro più auto di FCA perché Lapo pippa di coca.
      Geniale, il moralismo applicato all’acquisto di auto é il genere di trollata che mancava!

  5. si… ma vorrei sapere a quando andava l’altra macchina .. certo che se l’ha presa dentro a 100kmh o di piu .. puoi fare tutti i test che vuoi ma se non hai un carro armato col cavolo che te la cavi … penso che sia certo che se l’altra auto fosse andata a non piu di 50kmh questo non succedeva … basta guardare la Nissan … dov è tutto il frontale .. il cofano .. il motore? … seeee altro che 100kmh … è cose se sulla Tesla fosse arrivato un missile

  6. Se posso permettermi…lavoro nel settore automotive da tanti anni e non ho mai visto una macchina tranciata cosi. Le prove euro ncap sono sicuramente fatte a regola d’arte ma negli urti laterali se non sbaglio non coinvolgono la parte posteriore. L’urto laterale dovrebbe essere nella porta anteriore in zona passeggero e non subito dopo l’abitacolo. Probabilmente tutte le auto sono deboli nella zona di impatto di questa tesla incidentata, certo è che sembra strano…

    • solo i test svolti negli stati uniti IIHS e NHTSA prevedono verifiche d’impatto da tergo, la fiat aveva dovuto modificare il telaio della 500 per poterla vendere negli Stati Uniti perché non passava l’omologazione, Euro NCAP non prevede questo test quindi da noi i posti posteriori possono essere praticamente appoggiati al portellone. io prenderei la foto comunque con le pinze perché è fattibile sia stata fatta dopo l’intervento dei vigili del fuoco per la messa in sicurezza e disattivazione delle batterie per prevenire il possibile incendio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome