Home Senza categoria CES 2022: Marelli sfoggerà il mostruoso eMotor 800 Volt

CES 2022: Marelli sfoggerà il mostruoso eMotor 800 Volt

10
CONDIVIDI

Al CES 2022 di Las Vegas in programma dal 5 all’8 gennaio Marelli presenterà ra l’altro il potente eMotor 800 V. Vanta un’accelerazione da 0 e 60 mph in 2,6 secondi. Lo esibirà con una “ride and drive experience” a bordo di una Porsche Taycan.

L’azienda italiana esporrà al Wynn Hotel  tecnologie sviluppate grazie al know-how interno e a un importante ecosistema di partnership. Si potranno ammirare le più recenti innovazioni dell’azienda in materia di illuminazione automotive, sensing, elettronica, interni ed elettrificazione.

marelli emotor

Sensori e nuovi radar Marelli per la guida autonoma

Nei sensori per sistemi avanzati di assistenza alla guida (Advanced Driver Assistance Systems – ADAS) e guida autonoma Marelli ha collaborato con Xenomatix, fornitore di moduli LiDAR allo stato solido, per lo sviluppo di sensori affidabili e flessibili di dimensioni ridotte, tra i più piccoli al mondo, rendendoli altamente riutilizzabili e facili da integrare.

La collaborazione di Marelli con WHST si concentra invece sullo sviluppo di radar 4D a 77 GHz e 79 GHz per rilevare oggetti fino a 150-250 metri di distanza.
Sensori integrati con particolare attenzione allo stile: dal 2017, Marelli ha sfruttato  i gruppi ottici anteriori e posteriori dei veicoli. Al CES, Marelli presenterà un proiettore con radar integrato e un pannello frontale illuminato, sviluppato per un primario costruttore di automobili (OEM – Original Equipment Manufacturer) tedesco, nell’ambito specifico dei veicoli elettrici.

Cockpit per architetture complesse e pulsanti aptici

Nelle tecnologie per semplificare la gestione di architetture elettroniche complesse Marelli ha introdotto il nuovo Cockpit Domain Controller (CDC). L’ampio display flessibile Dyna-View da 24” con CDC integrato gestisce due sistemi operativi e fino a quattro schermi. La console centrale di Marelli è dotata di un display con touch screen su cui è applicato, attraverso “optical bonding”, un esclusivo vetro curvo.

Marelli ha sviluppato anche il cruscotto di un veicolo crossover elettrico dotato di pulsanti aptici che forniscono all’utente una risposta tattile. L’interfaccia aptica aumenta la sicurezza poiché il conducente può comunicare con il veicolo senza distogliere lo sguardo dalla strada.

marelli emotor

Il filtro d’aria a UV anti Covid 19

Quanto al futuro dei propulsori elettrici, sarà possibile vedere l’eMotor 800 Volt di Marelli e salire a bordo di una Porsche Taycan per sperimentare la potenza di questo motore in prima persona. Verranno presentati anche la tecnologia inverter di Marelli per auto e moto, insieme all’e-Axle. Sarà inoltre possibile scoprire la soluzione di prossima generazione per conversione di potenza, gestione termica e ottimizzazione della batteria di TAE Technologies.

Il sistema indoor di purificazione della qualità dell’aria IAQ (Indoor Air Quality) di Marelli, infine,  utilizza luce UV-A e UV-C con filtro al biossido di titanio per eliminare batteri e virus, come il COVID-19.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

10 COMMENTI

  1. Marelli non è un’azienda italiana.
    E parlare di accelerazione in un motore non ha senso, dipende soprattutto a quale massa Vine applicato.

      • A giudicare dalla strategia dell’investitore, più l’onnipresente crisi, pare che la situazione si stia facendo preoccupante. Mi auguro vivamente che non si arrivi a questo, per le famiglie coinvolte.

  2. Piccola puntualizzazione. So che quello che avete scritto è quanto riporta il comunicato ufficiale, ma in italiano non ha molto senso. Un motore non accelera da 0-100 in 2.6 secondi, un motore esprime curve di coppia e potenza. Il motore in questione è quello montato sulla Taycan Turbo S che di questi motori ne monta 2 e non uno. Per inciso, la Taycan Turbo S accelera da 0-100 in 2.8 secondi, mentre il dato 2.6 fa riferimento all’accelerazione 0-96 km/h (ovvero 0-60 miglia orarie). Che non è neanche questo tempone, se si pensa che la Model S Plaid, che costa un 33% in meno, fa lo 0-100 in 2.1 secondi (nonostante ha un’architettura a 400 V), ovvero il 25% in meno del tempo rispetto alla Taycan.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome