Home Tecnologia CATL M3P da 1.000 km sulla nuova ZEEKR. Poi sulle Tesla?

CATL M3P da 1.000 km sulla nuova ZEEKR. Poi sulle Tesla?

0
CONDIVIDI

Potrebbe essere Tesla Shanghai uno dei primi due costrutori ad adottare, su Model 3 e Model Y cinesi, le nuove celle batteria CATL M3P. L’ha fatto intendere il presidente del colosso cinese delle batterie Zeng Yuqun durante un intervento al World New Energy Vehicle Congress di Pechino.

Le M3P sono celle a pacchetto, con chimica litio-ferro-fosfato ma con il 10-20% di densità energetica in più di quelle LFP attualmente montate sulle Tesla Model 3 prodotte in Cina. Grazie alla tecnologia di raffreddamento delle celle di grande superficie le nuove celle consentono un livello record di integrazione di sistema. Con le nuove batterie CATL M3P le Tesla in versione Dual Motor Long Range potrebbero raggiungere un’autonomia di 630 miglia (1014 km) con una sola carica.

Dopo un apparente fase di stallo, in cui sembrava che si fosse arrestato il progresso nel settore delle batterie da trazione e anche il trend alla riduzione del costi, si ricomincia a parlare di novità interessanti (leggi anche ).

catl m3p

Durante il suo intervento Zeng Yuqun ha annunciato inoltre che le nuove celle CATL Qilin di terza generazione debutteranno l’anno prossimo sul nuovo veicolo multiuso (MPV) ZEEKR 009, sottomarca del gruppo Geely. Le prime consegne sono previste per l’inizio del prossimo anno.

Celle LFP, ma col 13% di energia in più delle 4680

Le batterie CATL Qilin, per le quali le due aziende hanno siglato un accordo di fornitura quinquennale, utilizzano la stessa chimica e hanno le stesse dimensioni delle celle 4680. Ma costano meno e possono fornire il 13% di energia in più. Secondo Zeng Yuqun consentono di progettare auto elettriche con autonomia tra 700 e 1.000 chilometri. 

Le batterie Qilin adottano la nuovissima tecnologia CATL di terza generazione CTP (Cell to Pack), che consente di offrire  un volume utilizzabile del 72%   e una densità energetica fino a 255 Wh/kg. Garantiscono infine una maggior velocità di carica:  potrebbero bastare 10 minuti per passare dal 10 all’80%.

La sfida CATL-BYD spinge l’innovazione

CATL è il principale produttore mondiale di batterie con il 34,7% del mercato. Ma la sua leadership è insidiata da BYD con le sue Blade Battery. Inoltre proprio al World New Energy Vehicle Congress di Pechino si è parlato molto delle sfide che si profilano all’orizzonte. Penuria e maggiori costi delle materie prime strategiche e il rispetto degli impegni alla riduzione delle emissioni nella produzione obbligano i costruttori ad innovare più velocemente. 

Da Seoul la rivoluzione litio-metallo

Novità in arrivo anche dalla Corea del Sud. Un team di ricerca del Korea Electrotechnology Research Institute (KERI) ha sviluppato una batteria Litio-metallo ad alta capacità con straprdinarie prestazioni di velocità e stabilità. Mentre le attuali batterie agli ioni di litio generano energia prelevando gli ioni di litio dentro e fuori l’anodo di grafite, la  nuova batteria utilizza non utilizza la pesante grafite, bensì lo stesso litio metallico come anodo. Questo materiale ha una capacità teorica 10 volte superiore (3.860 mAh/g) rispetto alla grafite (372 mAh/g). Tuttavia tende a formare rapidamente dendriti, causando corto circuiti.

Carbonio e oro contro le dendriti

I ricercatori coreani hanno risolto il problema confinando il litio-metallo in un guscio di carbonio e lasciando uno spazio cavo all’interno in cui le dendriti possano svilupparsi senza fare danni. Nanoparticelle d’oro con affinità Li (litiofila) dirigono le dendriti verso l’interno del nucleo. E nel guscio in carbonio pori nanometrici favoriscono invece il passaggio degli ioni di litio verso lo spazio centrale. Con questa architettura gli scienziati hann testato fino a 500 cicli di ricarica con un degrado della capacità limitato all’82,5%.

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome