Home Bici Cassani: “Che spasso la e-mountain bike”

Cassani: “Che spasso la e-mountain bike”

1
CONDIVIDI

Davide Cassani, ct della Nazionale di ciclismo su strada, approva il “nuovo che avanza”: “Ho provato la bicicletta a pedalata assistita e non ho pregiudizi – dice – come capita ad altri ex professionisti. Io dico: ben venga qualsiasi mezzo che avvicina la gente al nostro sport”.

“Ben venga questa innovazione se avvicina più persone allo sport della bicicletta”.
A “benedire” le novità tecnologiche nel mondo delle due ruote è una firma autorevole del nostro ciclismo, il ct della Nazionale azzurra, già campione delle due ruote, Davide Cassani.
“Io una bici a pedalata assistita l’ho provata e ne ho avuto una gran bella impressione – dice Davide – e credo quindi che come me sia capitato a molti altri visto il boom del settore. Le trovo utili, comode e divertenti”.
Ma che atteggiamento assume l’agonista della bicicletta verso questo “nuovo che avanza”?
“Diciamo che il purista vero e proprio storce un po’ il naso – ammette Cassani – ma non bisogna cedere al pregiudizio. Come ho detto ben venbga qualcosa che avvicina ancora di più la gente ad andare in bicicletta”.
Consigli da dare ai cicloamatori?
“Intanto di godersela. Se infatti esiste la possibilità di usare un mezzo che tolga la paura delle salite impossibili e che al contrario aiuti a scalarle senza troppa fatica, io non posso che vederla positivamente”.
Hai detto che è pure divertente: una in particolare?
“A me è capitato di usare la mountain bike e devo dire che mi sono molto divertito. Fai anche un po’ di fatica, è stato molto piacevole, fai qualche strappo che parrebbe impossibile, hai a disposizione quello che serve. Però, lo ammetto, non ne ho fatto un uso così ampio. A 56 anni mi diverto ancora a uscire con la bici senza “aiutino”.
Si dice che ci sia una postura differente, che affatichi i glutei più delle gambe…
“Non ne ho fatto un uso così corposo da poter esprimere un giudizio di questo tipo. E’ chiaro che alleggerendo la pedalata ci siano differenze di postura. Però non so dire”.
Sa di campioni della bicicletta che l’hanno adottata?
“Io non ne conosco (sui media è uscito il nome di Cipollini ndr.)”.
A chi senti di poter consigliare l’uso di queste biciclette?
“A chi ha una certa età e comunque non vuole rinunciare a una gita sulle due ruote; e poi, ripeto, la mountain bike dà piacere anche a chi ha pretese più alte. Penso che sia un mezzo differente dalla bicicletta, quindi che consenta l’uso di questo mezzo anche a chi non ha mai provato prima.
Trovo positivo che aiuti al movimento chi lo ha abbandonato, visto che dà garanzie di non soffrire inconvenienti provocati da uno sforzo”.

1 COMMENTO

  1. … non so più passa il tempo più mi diventa antipatico.. mi sembra ke concluda poco, ebike ( magari solo a ki ha problemi di salute.. o mobilità economica più basta..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome