Home Nautica Candela lancia C8: barca elettrica da 290mila euro

Candela lancia C8: barca elettrica da 290mila euro

2
CONDIVIDI
barca elettrica
C8 Candela Boats

Con il motoscafo C8 gli svedesi di Candela Boats annunciano il passaggio alla produzione industriale. La nuova barca è allestita con il nuovo fuoribordo C-POD (leggi qui), raggiunge i 30 nodi di velocità, per un’autonomia di oltre 50 miglia a 22 nodi di crociera. Quanto costa? Siamo a 290 mila euro (escluso IVA).

Il Ceo  Hasselskog: “Produzione di massa”

barca elettrica
La nuova barca elettrica di Candela Boats: C8

Le parole del fondatore del marchio più conosciuto della nautica elettrica sono da contestualizzare: un prodotto che supera i 300 mila euro non può essere di massa ma sicuramente diventerà, se conquisterà il gusto del popolo di mare e di lago, un prodotto industriale. Anzi per usare le parole del manager svedese C8 – evoluzione della precedente C7 (leggi qui) – è progettata: “per portare le barche elettriche al più ampio mercato“. S’intende quello nautico.

Vediamo i dati essenziali della carta d’identità di C8: lunghezza 8,5 metri e larghezza 2,5; velocità di crociera 20/22 nodi, 30 quella massima; 44 kWh di capacità della batteria agli ioni di litio; autonomia da 50 miglia nautiche a 20/22nodi; motore Candela C-POD, 55 kW; tempo di ricarica 2 ore con trifase; sistemazione posti letto: 2 adulti, 2 bambini, posti per 6+2 persone.

barca elettrica
La tecnologia di Candela Boats si basa sui foils

Questi gli elementi base di C8 che viene venduta a 290 mila euro (IVA esclusa). Troppi? Vediamo il punto di vista di Hasselskog : “Alla pari o inferiore a quello di molti motoscafi convenzionali a combustibili fossili nella gamma 28-29 piedi. Tuttavia, una volta acquistato è praticamente gratuito da possedere e utilizzare. Grazie all’efficiente sistema di foils, il costo di guida di Candela C-8 è inferiore del 95% rispetto alle barche con motore a combustione“.

Aspettiamo di provarlo e fare dei test. Ma chi spende 300mila euro per una barca è sicuramente più interessato ai benefit della propulsione elettrica e alla coscienza ecologica che al risparmio economico, pur sostanzioso visto l’alto costo di gestione di una barca tradizionale. Ci sembra eccessivo, ma siamo nel campo promozionale,  l’ottimismo del Ceo di Candela: “E’ una navigazione gratuita e senza problemi, per la prima volta nella storia“.

Nuovi foils, minori consumi

Con C-8 è stata migliorata la tecnologia basata sui foils, “riduce il consumo di energia dell’80% rispetto alle barche convenzionali“, e si annuncia una più lunga autonomia: “C-8 può navigare per distanze maggiori rispetto a qualsiasi altro motoscafo elettrico prima di esso: oltre 50 miglia nautiche con alimentazione a batteria a una velocità di 22 nodi. A una velocità di 22 nodi, assorbe solo 16 kW/21 CV dalla batteria. Per fare un confronto, un normale cabinato planante di 28 piedi è tipicamente equipaggiato con un motore fuoribordo a benzina da 300 cavalli“.

barca elettrica
Gli spazi esterni di C8

Sul fronte tecnologico si è migliorato anche il controller di volo che regola automaticamente e istantaneamente le lamine per mantenere l’imbarcazione livellata e stabile, “anche in condizioni meteorologiche avverse“. Inoltre “è dotato di un vero governo fly-by-wire con funzioni di pilota automatico“. Si punta a una guida più rilassata sulle lunghe distanze. “Quando il conducente lascia andare il timone, l’imbarcazione  automaticamente seguirà la rotta impostata“. Per il futuro si annunciano nuove funzioni.

Il Ceo: “Venderemo migliaia di C8”

Tutte le impostazioni, dall’accensione del dispositivo di raffreddamento alla navigazione, sono controllate dallo schermo da 15,4 pollici che esegue l’interfaccia utente proprietaria di Candela. Poi c’è l’App Candela per controllare i sistemi della barca da terra.

Gustav Hasselskog, CEO di Candela mentre riceve un premio

Si punta sull’innovazione tecnologica dove si è investito tanto: “Con Chris Anderson della fondazione TED, tra gli altri, Candela è stata in grado di aumentare la ricerca e lo sviluppo a un ritmo esponenziale negli ultimi due anni“. Ci credono nella nautica elettrica in Svezia. L’ottimismo è d’obbligo per Gustav Hasselskog: “Riteniamo che nei prossimi anni realizzeremo diverse migliaia di Candela C-8. Dopo averlo provato, ti rendi conto che questo è il modo in cui le barche devono apparire in futuro“. Riserviamo la nostra valutazione alla prova in acqua. Per chi è interessato la produzione inizierà questo autunno nello stabilimento dell’azienda a Stoccolma e i primi clienti riceveranno la consegna nella primavera del 2022.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

2 COMMENTI

    • Tesla è sempre un punto di riferimento, ma per i foils pensiamo a Coppa America e a Luna Rossa, per stare in Italia

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome