Home Senza categoria Campionato mondiale e-motonautica? Si parte dall’Arabia Saudita

Campionato mondiale e-motonautica? Si parte dall’Arabia Saudita

0
Nautica elettrica
La locandina del campionato mondiale

Si parte da Jeddah (Gedda in italiano) in Arabia Saudita per il primo campionato mondiale di motonautica elettrica. Poi si vola a Venezia , Monaco, Ginevra e Rotterdam. Questo il calendario della stagione sportiva che partirà a gennaio 2024.

In gara anche il tennista Nadal e il campione Perez

racebird nautica elettrica
Primi test per Racebird che vola sull’acqua grazie ai foil

Sono nomi noti e famosi quelli dei primi concorrenti iscritti alla competizione: dal tennista Nadal con il team Nadal (leggi) al pilota Sergio Perez con il team Mexico, ma sono in gara anche Venice Racing Team (leggi) e il team Drogba. Concorrenti ma anche testimonial della UIM E1 World Championship. Gli organizzatori rassicurano sull’ampliamento delle squadre al nastro di partenza: “Nei prossimi mesi, gli organizzatori del campionato continueranno ad accelerare i preparativi per la stagione inaugurale e, a breve, saranno annunciati altri equipaggi“.

Motonautica elettrica
Rafael Nadal e Alejandro Agag alla firma del contratto di collaborazione

Venezia gioca il suo ruolo con il Venice Racing Team sulla linea di partenza e l’ospitalità di due gare prima delle tappe di Monaco, Ginevra e Rotterdam. Ma la motonautica elettrica ha altri legami italiani, con la motor valley: a San Nazzaro sul Po in provincia di Piacenza sono stati testati i primi prototipi (leggi).

In gara con il foiling

La tecnologia del RaceBird è basata sul foiling, le lame che permettono di alzarsi sull’acqua. Tutti gli eventi E1 saranno vicino alla costa, un fattore che alimenta la visibilità della manifestazione di motonautica perchè gli spettatori potranno così osservare facilmente le gare da terra.

Venice Racing Team nautica elettrica
Il prototipo di Venice Racing Team

Più in dettaglio l’organizzazione prevede che “gli eventi si terranno nel corso di due giorni, in cui si svolgeranno sessioni di prova, qualifiche e gare ad eliminazione diretta. I piloti si affronteranno testa a testa in diverse manche di gara per stabilire chi passerà alla fase seguente. I team e i piloti più veloci procederanno quindi alle finali che decideranno il vincitore assoluto“.

I fondatori Agag e Basso

Ecco le parole di Alejandro Agag, Co-Fondatore e presidente di E1:  “Sono felice di dare il via al calendario delle gare a Jeddah e di proseguire visitando città iconiche che condividono la nostra mission e la passione per l’E1”. Poi Rodi Basso, Co-Fondatore e Ceo di E1, commenta: “Dopo la partenza in Medio Oriente, l’azione si sposterà in Europa, dove gareggeremo negli storici e meravigliosi porti di Venezia e Monaco e sull’iconico Lago di Ginevra, prima di giungere al culmine nel vivace porto di Rotterdam. Accoglieremo con entusiasmo nel nostro calendario anche nuove location che prevediamo di confermare molto presto”.

 Iscriviti a Newsletter e canale YouTube di Vaielettrico—

Phoenix
Vesper
Apri commenti

Rispondi