Home Alla ricarica Cambio batterie, niente ricarica: Nio celebra 2 milioni di swap

Cambio batterie, niente ricarica: Nio celebra 2 milioni di swap

14
CONDIVIDI
L'immagine con cui la Nio ha annunciato il Power swap numero due milioni.

Cambio batterie, niente ricarica. Nio annuncia di essere arrivata a 2 milioni di sostituzioni. Il Power Swap da record è avvenuto nel centro Nio di Suzhou.

Cambio batterie: pochi minuti e riparti carico

cambio batterie
Come avviene la sostituzione, con un sistema che è stato brevettato da Nio. (Credit foto: Nio).

Niente più lunghe soste per ricaricare: il costruttore cinese ha puntato sul Power-Swap (o battery swap). Ti fermi in uno dei tanti centri Nio disseminati per la Cina e in pochi minuti la batteria scarica viene sostituita con una carica. Addebito automatico sul tuo conto, grazie a formule di abbonamento. Con un vantaggio che Nio enfatizza nella sua nota ufficiale: fruire del progresso delle batterie, inserendo man mano pacchi di nuova generazione. Invece di restare legato alle tue celle originali, che magari nel frattempo hanno perso capacità. I clienti, comunque, sembrano gradire: “I nostri due milioni di sostituzioni della batteria non sarebbero stati possibili senza la fiducia e il supporto della nostra comunità NIO“, scrive la Casa cinese. Aggiungendo che con le batterie in swap sono stati coperte distanze per 396 milioni di km.

C’è chi ha già fatto 654 cambi-batterie, un recordman

Anche in questo settore ci sono i recordman: “Il nostro utente Power Swap più assiduo ha completato oltre 654 scambi. Mentre il cliente che ha viaggiato di più ha visitato 67 stazioni in tutta la nazione“. E la Cina è grande, eh…. Harbin, Pechino, Chengdu, Haikou e Shenzhen sono le prime cinque città per numero di scambi-batterie.

cambio batterieMa non finisce qui: “Ci impegniamo a continuare ad accelerare l’implementazione delle soluzioni di ricarica per le esigenze dei clienti e a fornire un servizio più conveniente“, scrive Nio. “Restate sintonizzati poiché prevediamo di distribuire il nostro NIO Power Swap 2.0 entro metà aprile“. Non ci sono né in Europa né negli Stati Uniti esperienze simili a quelle di Nio. Ci provò nel lontano 2007 una start-up creata dall’israeliano Shai Agassi, Better Place, che raccolse 850 milioni di dollari per creare una rete di stazioni di battery-swap. I tempi non erano maturi e l’avventura finì malamente, con un fallimento.

14 COMMENTI

  1. Con un accordo tra Case Automobilistiche e giocando sui collegamenti serie/parallelo dei pacchi di batterie, ne bastano veramente pochi. Ovviamente lasciamo fuori i modelli che voglio decollare…senza ali.

  2. Ma quanto deve essere grande un deposito per contenere tutti i tipi di batterie necessarie all’ utenza che vuol usufruire di questo servizio???

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome