Home Incentivi Buono Mobilità: l’abbiamo preso. Il racconto del click day

Buono Mobilità: l’abbiamo preso. Il racconto del click day

168
CONDIVIDI
buono mobilità

Buono mobilità eppur si fa e pure facilmente. Con un po’ di pazienza e attenzione, nonostante una distrazione  che ci ha fatto prolungare di cinque ore la pratica,  abbiamo ottenuto il buono mobilità. Tempo speso bene che ci permette di usufruire di uno sconto da 500 euro (il 60% del valore del mezzo) per l’acquisto di una bici elettrica. 

Questa l’opzione di chi scrive, che avrebbe potuto hanche scegliere una bici muscolare, troppo impegnativa per superare tratte di qualche chilometro in tempi umani, oppure un monopattino elettrico.

Il click day per il buono inizia alle nove del mattino

Mi collego qualche minuto prima per assicurarmi di aver cliccato il link giusto e di aver capito la procedura. C’è da aspettare e capisco che il vero fischio d’inizio è fissato per le 9,30 nella “sala d’attesa” come scrivono i tecnici del ministero. Poco dopo le 9,30 entro velocemente nell’applicazione, genero  tramite la mia Spid il codice. Sono dentro. Ma mi compare  la scritta rossa: Errore. Problema nel recupero dei dati, contattare l’amministratore di sistema.  Chi, come, quando? Entro nel panico. Dura poco. Insisto e genero altre altri due codici. Vinco io, sono dentro.

In coda: ho davanti 365.813 concorrenti

buono mobilità
Dietro 300 mila competitori

Tutto bene? Quasi. Leggere di essere dietro 365.813 concorrenti apre le porte del complottismo e del “Piovegoverno ladro!”. Imperturbabile lascio aperta la pagina, continuo a lavorare e ogni tanto guardo il contatore. Purtroppo sarà il sito, purtroppo sarà la mia connessione perdo il contatto.  Come Sisifo devo riprendere da capo e con altri centinaia di migliaia di concorrenti avanti. La prendo con filosofia, tanto non deve fare niente. Solo aspettare. Vengo fregato dalla mia diffidenza verso la burocrazia statale, il sistema diventa molto veloce, nella pausa pranzo non controllo e brucio letteralmente il mio turno perché se in 20 minuti non si conclude si riparte dalla casella iniziale.

 

L’ultimo rush e  più di  600 mila concorrenti davanti

buono mobilità

Poco dopo le 15 riprendo la connessione e stavolta scopro 600 mila e passa italiani che vogliono portare a casa il buono e il mezzo a emissioni zero. Un bel segnale, ma sono tutti davanti a me. Ancora tanta filosofia. Continuo a lavorare al computer e ogni tanto controllo. Poco dopo le 19.40 arriva il mio turno. Inserisco la Spid, poi il codice, pochi click veloci e in un baleno genero il buono. Semplicissimo. E’ fatta nonostante sul web leggo i soliti articoli: sistema in tilt, sistema ko…

Il ministro Costa promette: “Rimborsi per tutti”

sergio costa
Sergio Costa

A chi scrive è andata bene, con più attenzione avrei chiuso la pratica qualche ora prima, ma qualcuno non è riuscito. L’Audiconsum ha raccolto la denuncia di chi con la Spid delle Poste non è riuscito a completare la pratica, chi scrive non è riuscito ad avere la Spid dalle Poste e ha trovato un altro fornitore, ma il ministro all’Ambiente Sergio Costa tranquillizza e invita i beneficiari a entrare nel sistema anche nei prossimi giorni: “Tutti saranno rimborsati“.

 

LEGGI ANCHE: GLI ARTICOLI DELLA NOSTRA SEZIONE INCENTIVI

 

168 COMMENTI

  1. buongiorno a tutti, io sono tra i fortunati che sono riusciti a completare la richiesta del buno il 3 novembre dopo 3 file. Volevo chiedere a chi ha eseguito la richiesta di rimborso come me se ha ricevuto il bonifico o se è a conoscenza delle tempistiche da aspettarsi. Grazie e buona giornata

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome