Home Tecnologia & Industria Britishvolt con Pininfarina per la prima Gigafactory “green”

Britishvolt con Pininfarina per la prima Gigafactory “green”

0
CONDIVIDI
britishvolt, pininfarina

Ottanta ettari nel cuore del Galles

Nadjari  è convinto che «il desing innovativo debba avere la priorità, affinché possa accordarsi con la qualità futura delle nostre celle agli ioni di litio. Grazie a Pininfarina riteniamo di poter raggiungere questo obiettivo». Britishvolt, con l’aiuto di Pinifarina, vuole infatti diventare il primo produttore al mondo di batterie a emissioni zero. L’esperienza di Pininfarina servirà anche a «selezionare materiali sostenibili che tengono conto dell’intero ciclo di vita dell’edificio».

Le metodologie “green” di Pininfarina

Per Silvio Pietro Angori, AD di Pininfarina il progetto è «ambizioso» e in linea con la filosofia dell’azienda che da sepore «combina design senza tempo e sostenibilità sociale e ambientale, sia nell’auto sia nell’architettura».

Pininfarina ha messo a punto metodologie DFMA (Design for Manufacture and Assembly, progettazione per la fabbricazione e l’assemblaggio) per le costruzioni, fino all’uso del BIM (Building Information Modelling, modellizzazione delle informazioni di costruzione) per valutare e migliorare le prestazioni del ciclo di vita degli edifici.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome