Home Scenari Bonus quasi esauriti per le auto benzina-gasolio

Bonus quasi esauriti per le auto benzina-gasolio

17
CONDIVIDI
Il ministro per lo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti. (foto: archivio MISE).

Bonus quasi esauriti per le auto a benzina e gasolio. Dopo neppure 24 ore, erano già stati prenotati incentivi per quasi 100 dei 170 milioni disponibili.

bonus quasi esauriti
Situazione dei fondi per le varie categorie di veicoli alle ore 9 del 26 maggio, dal sito del Ministero per la Sviluppo Economico.

Bonus quasi esauriti: e ora il governo che fa?

Il sito del Ministero è stato aperto alle 10 del 25 maggio, di fatto per registrare le prenotazioni raccolte dai concessionari nelle ultime settimane. E già dopo tre ore erano esauriti i fondi destinati agli incentivi per le moto. Fortissima la richiesta anche per le auto nella fascia di emissioni 61-135 g./Co2 (a motore tradizionale e ibride senza spina per ricaricare). Più tranquilla la situazione per le elettriche (fascia 0-20 g./Co2) e le ibride plug-in. Per le prime restano 195 milioni dei 220 stanziati, per le seconde 206 dei 225 milioni disponibili. La richiesta tutto sommato contenuta di auto con la spina si spiega anche col fatto che dall’acquisto sono escluse le società, tra i maggiori acquirenti di elettriche e ibride plug-in. A questo punto il pallino passa nelle mani del governo. Che cosa farà di fronte al rapido esaurimento degli incentivi per le auto a benzina e gasolio? Lo scorso anno, per le elettriche, i fondi finirono e il bonus non fu rifinanziato, difficoltà di bilancio. Scommettiamo che per le auto con motore caldo i soldi si trovano?

incentivi quasi esauritiLa Volkswagen: te lo dò io l’incentivo…

Ricordiamo che gli incentivi non possono superare certe fascia di prezzo:

  • per le elettriche bonus di 3 mila euro o 5 mila se si rottama un’auto inferiore a Euro 5. Il prezzo della vettura che si acquista non dev’essere superiore a 35 mila euro +Iva (42.700).
  • per le ibride plug-in (fino a 60g./Km di Co2) 2 mila euro e 4 mila con rottamazione. Il prezzo dell’auto nuova non deve superare 45 mila euro +Iva (54.900)
  • per tutte le auto entro i 135g./km di Co2 (solo con rottamazione) 2 mila euro. Il prezzo dell’auto nuova non deve superare i 35 mila euro più Iva (42.700).

Ma ci sono produttori che decidono di compensare gli acquirenti di modelli che non rientrano negli incentivi per le elettriche con uno sconto pari al bonus. Per la ID.4 e la ID.5, la Volkswagen offre un contributo di “almeno 3.000 euro senza rottamazione“.

incentivi quasi eesauriti—  Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Apri commenti

17 COMMENTI

  1. È una situazione complicata. Escludo le Euro5 che in linea di massima hanno un valore ancora troppo alto rispetto al contributo rottamazione:
    nessuno rottama un usato con valore superiore a 5000€, quindi per costoro il contributo non esiste. Al massimo potrebbero vendersi l’usato e acquistare senza rottamazione ma in questo caso il contributo di 3 mila euro a fronte di un auto da 30-35 mila euro è nientemeno che un normale sconto della casa, quindi costoro li considero tagliati fuori dal contributo in quanto non abbastanza incentivante.
    Restano i milioni di proprietari di Euro4 o precedenti. Trattasi di vetture con almeno 14-15 anni, di valore commerciale 0, con molti km e indubbiamente vantaggiose per la rottamazione. Peccato che chi possiede queste auto non lo fa per scelta, ma per mancanza di alternative perché chiunque o quasi preferirebbe un auto nuova semplicemente perché non si rompe in continuazione come l’usato di 15 anni. Facilmente sono moltitudini di persone con un reddito basso che non possono permettersi un finanziamento per un auto da 15 mila euro, figuriamoci una da 30 mila euro (non ditemi adesso che una Dacia Spring va bene come unica auto di famiglia).
    In sostanza chi ha le possibilità economiche ha già approfittato dei generosi incentivi precedenti. Chi non ha possibilità non ha scelta: tenersi l’usato di 15 anni o al massimo comprarne un’altro da 7-8 mila euro se tutto va bene Euro5. Che poi a lungo termine gli costi di più in termini di gestione possiamo essere d’accordo, ma agli istituti di credito che devono approvare i finanziamenti non credo interessi.
    Per questo motivo ritengo che se l’obiettivo fosse stato svecchiare il parco auto circolante bisognava incentivare anche l’usato almeno Euro6, ma sulla base dell’ISEE in modo da aiutare chi davvero ha bisogno a fare il salto di “classe energetica “

    • Sei sicuro che un’auto nuova non si rompe in continuazione come quelle di 15 anni?
      Dove hai letto che le auto che hanno 15 anni si rompono in continuazione?
      Quanto dovrebbe costare la manutenzione di queste auto e quanto si dovrebbero “rompere” per arrivare al pareggio economico con un’auto nuova?
      Hai mai visto auto nuove di pacca ferme ad aspettare il carro attrezzi? io si.
      Se il discorso è puramente economico, l’acquisito di un’auto nuova non ha mai praticamente senso.

  2. LO SVILUPPO ECONOMICO SECONDO GIORGETTI
    Eccolo.. bonus per le termiche bruciati come benzina sul fuoco e concessionarie che scaricano gli ordini in cassetto da due o tre mesi.
    Vediamo la media del semestre cosa darà a questo punto visto che ormai le immatricolazioni mese per mese risulteranno DROGATE dallo PSEUDO PROVVEDIMENTO CRACK di un governo in fase di autodistruzione programmata.
    Ricordatevelo che la LEGA “GHE L’HA DUR”… a morir….
    In compenso vedo con ammirazione che le spiagge saranno ancora affittate a prezzi blandi ai soli amici … che quest’anno e il prossimo… vista l’aria che tira aumenteranno i prezzi a bomba pur di tenersi un bel tesoretto per le aste del 2024 e vedo anche con grande ammirazione che tutti i simpatici costruttori abusivi tireranno un bel sospiro di sollievo sugli immobili fantasma o sulle successioni a valore di catasto. Intanto potranno vendere allegramente magari brindando con un bel prosecco della marca trevigiana.
    Per la prossima tornata elettorale già stanno lavorando al cambiamento della legge così da far votare anche gli asini permettendo alla lega di salire al governo con una percentuale bulgara.
    Se avviene riusciremo ad avere il gas gratis dalla Russia e incentivi di 35000 per cambiare la propria auto da euro 6 a euro 3.
    FANTASILANDIA !! CHCCCHHHEEE RIDERE

  3. La mia semplice opinione è che siamo di fronte al modo più sciocco di spendere i soldi, tanto dallo Stato quanto dai privati.
    Piuttosto che prendere una nuova termica mi sarei tenuto la vecchia, ed in effetti così feci per 7 anni.

  4. Ovvio che gli Italiano scelgano ancora le termiche, aldilà di tutti i problemi legati all’autonomia, l’elettrico costa ancora troppo rendendolo di fatto ancora assolutamente sconveniente rispetto ad una termica.
    Inutile incentivare l’elettrico a questi prezzi assurdi, meglio puntare sul termico per svecchiare il parco auto in circolazione a tutto beneficio dell’ambiente.

    Per le elettriche ne riparleremo forse fra un quarto di secolo se ancora esisteranno.

    • Ma di che parli? I tassi di crescita delle elettriche sono a 3 cifre percentuali. Stampati il commento e mettilo in bacheca così ti farai una risata tra 5 anni.

      • si ok.. all’estero. Se facciamo un banale conteggio delle vendite realizzate scorporando i soldi del mise dal 25 al 26 maggio troviamo un misero 3% di elettriche.
        Cosa significa? che siamo tornati ai livelli di vendita dell’era Renzi.
        Se guardiamo a Francia e Germania le vendite viaggiano al 15-16% e oltre ma qui la legge sugli incentivi è fatta da un pollo che resta fermo mentre il lupo se lo sbrana con la scusa che tanto non può scappare su per la scala perché la scala non è sua e lui scappa solo sulle sue scale, non quelle degli altri.
        Poi qui abbiamo un grosso problema di redditi più bassi rispetto a tedeschi e francesi perciò l’incentivo di 8k era ideale per far ragionare la popolazione.
        Purtroppo restiamo fermi in corsia d’emergenza con le quattro frecce mentre gli altri si mangiano il panino in autogrill. Vale per le elettriche ma anche per tutte le altre materie come le droghe leggere, i gender, i processi infiniti e senza responsabilità, la pubblica amministrazione che è un carrozzone da ricostruire. i superbonus del 1700% per mettere il cappotto in polistirolo che poi il polistirolo lo paghi più della pelle di triceratopo.
        Insomma… noi italiani sappiamo come farci riconoscere e tutto questo in un contesto dove ci guardano e non si mettono più a ridere ma ci dicono BASTA SOLDI PERCHE’ LI BUTTATE SISTEMATICAMENTE NEL CESSO DI POCHI ELETTI CHE IL CESSO CE L’HANNO D’ORO.

  5. pensate quante 500e icon venderebbero in più se il prezzo di listino fosse 25000 euro.
    C’è proprio una volontà di non mettere prezzi popolari

    • Credo sia normale perchè poi tutti o comunque la gran parte si butterebbe su l’elettrico puro con consegne a diversi anni (eufemismo) per scarsità di materiali e produzione ma soprattutto perchè ci vuole “tempo” per riconvertire tutto. Ripeto ancora che già i prezzi potrebbero essere molto più bassi, io credo che 20k (con un margine per stellantis) ci possa essere…

    • Allo stato attuale, ne venderebbero tante uguale, perche’ il limite non e’ la domanda, ma l’offerta.

      Se non riescono a produrre le auto, e le liste di attesa sono di un anno… gli incentivi verranno semplicemente mangiati da ritocchi dei listini (all’insu’ ovviamente).

  6. Io continuo sempre con la mia idea che i listini delle elettriche pure lì possono fare scendere un bel po’ ma sappiamo che vogliono andarci piano perché hanno bisogno di tempo ed il prodotto non ce n’è!! Ricordo che la dacia spring al costo in quel momento di 20k SENZA Incentivi in concessionaria davano 5k euro di sconto allora la mia domanda ricorrente è quanto ci guadagnano realmente se possono fare certi sconti??? ABBASSASSERO i listini di gran parte della auto e quei circa 195 milioni finirebbero in poco tempo. P.s.: da notare che i fondi per le pure elettriche stanno scendendo molto di più rispetto alle plug-in e questo è un buon segno….

  7. Li toglieranno alle elettriche per passarli alle termiche.

    Nella repubblica delle banane e del bunga bunga questo ed altro.

    Ma possibile che nessuno si indigna.

  8. C’è un refuso nel testo, lo incollo qui così potete sistemarlo: “per le elettriche bonus di 3 mila euro o 5 mila se si rottama un’auto inferiore a Euro 5. Il prezzo CELLA vettura che si acquista non…”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome