Home Vaielettrico risponde Bonus maggiorato di 7.500 euro: conta l’ISEE o…?

Bonus maggiorato di 7.500 euro: conta l’ISEE o…?

13
CONDIVIDI

Bonus maggiorato di 7.500 euro: conta l’ISEE o il reddito personale? Ce lo chiede un lettore, Amnesio, visto che sui social girano versioni discordanti. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i vostri quesiti vanno inviati a info@vaielettrico.it

bonus maggiorATOBonus maggiorato, chiaritemi un dubbio

“Salve, ne approfitto per complimentarmi con voi per l’informazione che diffondete sul mondo dell’elettrico. Grazie davvero! Vi contatto per porvi un quesito (sperando che non sia troppo O.T.). Nei vari forum e gruppi Telegram gira un dubbio: per usufruire del nuovo bonus maggiorato per acquistare un’auto elettrica serve un ISEE inferiore ai 30.000 euro? O un reddito personale inferiore ai 30.000 euro? Grazie. Amnesio

bonus maggiorato
Il bonus maggiorato varato da Giancarlo Giorgetti quando era al MISE.

Il Ministero ha parlato di reddito, non di ISEE

Risposta. Il sito del Ministero per lo Sviluppo economico parlano solo di “reddito”, senza fare riferimento all’ISEE. Testualmente nel provvedimento approvato una prima volta il 5 agosto si leggeva: “È previsto l’innalzamento al 50% dei contributi finora previsti per l’acquisto di veicoli non inquinanti, nell’ipotesi in cui l’acquirente abbia un reddito inferiore a 30 mila euro“. Con l’ulteriore precisazione che “potrà beneficiare dell’incentivo aggiuntivo un solo soggetto nell’ambito dello stesso nucleo familiare“. Ora un lettore, Fabrizio, ci informa qui sotto ci informa che in realtà il successivo decreto del 4 ottobre parla proprio di ISEE: “Per l’anno 2022, il contributo per l’acquisto di veicoli non inquinanti previsti dal comma 1, lettere a) e b), sono innalzati del 50 per cento nel caso in cui l’acquirente abbia un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) inferiore a euro 30.000.

bonus maggioratoBonus maggiorato: ecco gli importi, 7.500 e 6.000 euro

Questi sono gli importi dei bonus, secondo quanto scrive il Ministero :

  • fino a un massimo di 7.500 euro di contributi con rottamazione (6.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica. Omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 (elettrico). Con prezzo dal listino ufficiale della casa automobilistica produttrice pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa.
  • fino a un massimo di 6.000 euro di contributi con rottamazione (3.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica. Omologati in una classe non inferiore ad Euro 6, con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2. E con prezzo di listino ufficiale della casa automobilistica produttrice pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

– Iscriviti gratuitamente a Newsletter e canale YouTube di Vaielettrico 

Apri commenti

13 COMMENTI

  1. Secondo me questi nuovi incentivi non sono per noi ma per le case produttrici, mi spiego:
    5 mesi fa ho ordinato l’auto e a parte l’attuale ritardo della consegna aveva di listino un certo costo, l’altro giorno per curiosità sono andato a rivedermi la pagina web con scede tecniche e prezzi ma ho trovato una sorpresa, il prezzo risulta aumentato di quasi 2000 Euro!
    Quindi gli incentivi sono stati fatti per i loro a noi le auto costano quasi uguale.

  2. Quindi se sei sotto 30 mila euro di ISEE ti puoi prendere un’auto che costa 35 mila euro senz’IVA o addirittura 45 mila se ibrida? Caro Giorgetti secondo me anche tu vivi nel mondo a rovescio fuori da qualsiasi logica, tanto valeva non farli nemmeno gli incentivi perchè di fatto non incentivano un bel niente!

  3. ahhh…. fra poco cambiano la normativa!!!!
    Io direi di aspettare un attimino.
    Tra un mesetto… se hai 17 anni e misure adeguate puoi approfittare di essere la nipote di Moubarak o la cugina della Merkel o anche la nipotina di Trump.
    Con queste caratteristiche potrete usufruire del decreto “bacini in tua auto” non servirà nessun documento fiscale ma solo un buon rossetto e magari anche un tacco 12 per servire meglio la frutta.
    Lo spid? solo un vecchio ricordo. Vi recherete in concessionario direttamente con il messaggino whatsupp del caro B.
    Ma attenzione!! contributi limitati. Massimo 5 ragazzine a serata!!!
    :))

  4. Riguardo agli incentivi per l’acquisto di (cito il sito del Mise) “infrastrutture di potenza standard per la ricarica di veicoli alimentati ad energia elettrica”, si sa niente dei provvedimenti ministeriali per disciplinare le procedure per l’erogazione di questa specifica “agevolazione”?

  5. No, il decreto parla proprio di ISEE:
    Art. 1 comma 1 del decreto 4 ottobre (gazzetta ufficiale)
    “Per l’anno 2022, il contributo per l’acquisto di veicoli non inquinanti previsti dal comma 1, lettere a) e b), sono innalzati del 50 per cento nel caso in cui l’acquirente abbia un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) inferiore a euro 30.000.”

    Link:
    https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2022-10-04&atto.codiceRedazionale=22A05633&elenco30giorni=false

    • Mi sembra giusto, un indicatore di ricchezza più sensato, se no tutti a intestare l’auto nuova a chi ha il reddito più basso in famiglia

      • Quindi se nel decreto c’è scritto ‘ Per l’anno 2022’ coloro come me che hanno comprato ed immatricolato l’auto elettrica a Maggio 2022 avranno diritto al reintegro della differenza di 2500€ tra il vecchio ed il nuovo bonus, giusto?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome