Home Bici Bonus e-bike e “Fase 2”, i consigli per gli acquisti

Bonus e-bike e “Fase 2”, i consigli per gli acquisti

0
CONDIVIDI

Bonus e-bike da rottamazione sta per arrivare. E arriva proprio a puntino: molte città, a partire da Milano, stanno infatti puntando sulle e-bike come alternativa a mezzi pubblici che nel dopo coronavirus dovranno essere rigorosamente contingentati.  E non è escluso che i comuni mettano a disposizione propri fondi per aumentare l’incentivo. Potrebbe essere insomma il momento della svolta verso il “bike to work”. Ma quale bici è meglio acquistare per un tranquillo e sistematico spostamento quotidiano casa-lavoro? Ve lo diciamo noi di Vaielettrico. Ecco i consigli utili per sfruttare al meglio gli incentivi.

Una e-bike da acquistare con il bonus di 1500 euro messo a disposizione dal governo per chi rottama un’auto fino a Euro 3. Possibilità concessa soltanto in alcune regioni e solo nelle città o aree metropolitane. Lo ricordiamo ancora, dopo averne parlato già qui.

Una e-bike da acquistare con lo sconto, ma anche una e-bike che sia utile davvero in città visto che è lì che verrà utilizzata. I nostri sono consigli, ma non ci sono limitazioni imposte per legge. In tal caso saranno i rivenditori che aderiranno all’iniziativa a togliere dall’offerta modelli e marche, come avviene spesso in tutti i settori merceologici. Ricordiamo inoltre che il bonus di 1500 euro (o di 500 se si rottama una moto o un ciclomotore) può essere usato anche per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico.

Bonus e-bike per tutti i giorni

E2-lady by Cicli Adriatica
New Age by Cicli Adriatica

Scegliere una e-bike che coniughi prezzo basso, comodità e struttura robusta non è così difficile. Un’idea potrebbe essere la pesarese Cicli Adriatica che produce diverse e-bike comode per i medi spostamenti, con prezzi che si aggirano sui 1500 euro, così da evitare ulteriori esborsi di denaro. New Age e E1 hanno varianti sia per donna che per uomo, oltre a produrre una pieghevole, la E-smile plus. Tutte sono dotate di piccolo portapacchi, luci sia davanti che dietro, motore brushless. La rete di rivenditori è capillare in Italia e consente di acquistarle con facilità.

Eb1 by Askoll

Sullo stesso genere c’è la gamma di e-bike di Askoll che presenta le sue due ruote semplici e facili da gestire.
Tutte hanno il pacco batteria sulla ruota davanti che si estrae facilmente e può essere caricato con una presa di corrente domestica. Il pacco pesa 3 kg e permette 80 km di autonomia, la ricarica veloce di 15 minuti consente di avere autonomia per 5 km, utile per l’uscita da lavoro last minute. La nuova eB1, anche in versione plus con cinque velocità, ricorda da vicino le bici da passeggio che si vedono nelle città pianeggianti. Anche in questo caso i costi si aggirano sui 1500 euro, anzi anche qualcosa in meno.

E-bike scontata: tra città e trekking

E way 24 by Atala

Stesso concetto, e pure una gamma piuttosto vasta, che accomuna le e-bike di Atala. La storica azienda delle due ruote italiane da qualche anno ha puntato forte sulle e-bike e nel 2020 ha in catalogo un centinaio di modelli. La linea E-urban da sola nel conta più di 30 con prezzi a partire dagli 800 euro di E-way 24 volt. Si tratta di una e-bike spartana e con la batteria nella parte posteriore del corpo bici. Ma consente 50 km di autonomia con il kit Ecologic speed di casa.

Atala B-easy

Un modello consente addirittura di comprarne una coppia. Ma non mancano neppure le e-folding, scelta da non sottovalutare per chi da casa raggiunge posti di lavoro all’interno di palazzi con androni ristretti e poca possibilità di lasciare all’esterno la bici. Anche in questo caso i prezzi non sono alti, rimanendo vicini ai 1000 euro. Per chi può spendere di più c’è la linea B-Easy da 2000 a 3000 euro che consente anche di usare la e-bike per piccole escursioni con il motore che al massimo dei giri conferisce un aiuto del 300%.

Bonus e-bike e made in Italy

Perugia by Armony

La sanmarinese Armony proprio quest’anno compie 10 anni e ha in catalogo una serie di scelte valide tra le sue City. Sono tutte e-bike dalla seduta comoda per lui e per lei, motori Bafang e batterie Lg. I prezzi vanno dai 950 euro di una Perugia ai 1700 del modello Jesolo.

Per chi non vuole rinunciare a una certa aggressività consigliata la Milano avanguardia. Dinamica nelle linee (la batteria è integrata nel corpo centrale) e con un buon compromesso tra peso (25 kg) e i 70 km di autonomia. La Milano costa 1350 euro e ha un notevole computer di bordo integrato nel manubrio.

Milano by Armony

 

In casa Five due marchi italianissimi. Da non sottovalutare le offerte di Wayel che nella sua linea Urban propone varianti del modello Vento intorno ai 1000-1300 euro. Bici con forcella e sella ammortizzate, cambio interno integrato Shimano Nexus: permette di cambiare anche da fermo e riduce al minimo la manutenzione.

Vento by Wayel

Italwin può essere la scelta giusta per chi punta a contenere i costi. Semplicità e stabilità si combinano in una urban tradizionale, adatta agli spostamenti quotidiani cittadini.
EASY è comoda e resistente, una bicicletta elettrica dallo stile minimal, pulito adatto a ogni esigenza. Motore posteriore, cambio Shimano a 7 rapporti. Tra 1000 e 1500 euro la scelta è ampia.

Pearl by Italwin

Bonus e-bike: come risparmiare

E-sfera man
E-sfera lady

Se poi voleste risparmiare qualcosa del contributo da 1500 euro, oppure se avete rottamato una due ruote e lo sconto è solo di 500 euro  potete sempre dare un’occhiata ai Cicli Cinzia. E-bike   robuste e spartane che a dispetto del nome sono in diverse varianti per entrambi i sessi e soprattutto adatte alle strade di città. La posizione sulla sella è abbastanza alta e poco inclinata, le bici hanno sempre il portapacchi (15 kg di carico).

Dalle E-Sfera per lei e per lui, passando per le folding fino alla più aggressiva e interessante Blaster 24. Cinzia presenta e-bike intorno ai 20 kg di peso in alluminio, motori brushless e componenti batteria Samsung (2,6 kg). Autonomia di 80 km e tempi di ricarica di 6 ore massimo. I costi si aggirano intorno ai 1000 euro, la Blaster viene 1100.

Blaster 24

Spendere qualcosa in più

Se invece volete una e-bike di livello superiore e avete disponibilità maggiori a disposizione, potete optare per una Olympia.

Tutta la linea City ha costi intorno ai 2400 euro con  telaio robusto e di peso contenuto. Equipaggiato con una forcella ammortizzata Suntour, per affrontare anche pavé e strade sterrate, leggere o dissestate. L’attacco regolabile, il porta pacchi posteriore, l’ampio range di marce, ne fanno una scelta pratica, versatile, adattabile a varie situazioni di percorso.

 

 

 

 

Per ulteriori idee potete consultare il nostro comodo catalogo e-bike