Home Incentivi Bonus acquisto e-bike: si parte in aprile

Bonus acquisto e-bike: si parte in aprile

16
CONDIVIDI

Un bonus fino a 1500 euro per chi compra una e-bike rinunciando a un’auto o moto a combustibile fossile. Lo prevede il bonus bici elettrica in legge di Bilancio e vale fino a dicembre 2021. 

Arriva ad aprile il Bonus bici elettrica. Questo bonus entra in vigore grazie al Decreto clima proposto a dicembre 2019 dal ministro Sergio Costa. Con la Legge di Bilancio 2020.

Parte così lo sconto per l’acquisto di una bicicletta a pedalata assistita per i residenti delle zone colpite dall’emergenza inquinamento. 

—Clicca qui per vedere il Listino delle e-bike, con decine di modelli

Bonus acquisto e-bike: cosa prevede

Le agevolazioni economiche previste per l’acquisto di una e-bike o bici elettrica sono accessibili a tutti coloro che rottamano un’auto o una moto. Per quanto riguarda le auto l’incentivo è rivolto a chi si disfa di un’auto inferiore alla classe Euro 3 (inclusa). Per le due ruote, la categoria è Euro 2 o inferiore a Euro 3, in caso di una moto a due tempi.

Il bonus bici elettrica può essere richiesto fino al 2024, sino ad esaurimento fondi, stanziati per un totale di 255 milioni. La rottamazione deve, invece, essere effettuata entro il 31 dicembre 2021. Gli incentivi statali prevedono un contributo di 1.500 euro per la rottamazione auto e 500 euro per la rottamazione di moto e ciclomotori.

Il Bonus ottenuto deve essere utilizzato entro 3 anni dall’emissione. Si potrà usufruire non solo per lo sconto nell’acquisto di una e-bike, ma anche di sconti per abbonamenti al trasporto pubblico e per i servizi di sharing car o scooter. Il bonus può essere utilizzato anche dai conviventi degli intestatari dei veicoli rottamati e non farà cumulo ai fini Isee.

 

Bonus acquisto e-bike: come chiederlo

Entro la fine di marzo Confindustria e il Ministero renderanno nota la procedura di presentazione della domanda. Nel frattempo, Ancma anticipa che potrebbe essere sviluppato un apposito portaleBonus mobilità“.

I cittadini e gli esercizi aderenti potranno iscriversi, caricare i documenti ed ottenere lo sconto virtuale da presentare al rivenditore autorizzato. Lo sconto verrà applicato direttamente dall’esercente che verrà poi rimborsato dal Ministero.

Il Decreto clima ha l’obiettivo di ridurre l’impatto sull’ambiente dei mezzi di trasporto privati nelle zone a rischio inquinamento. Per questo motivo, il bonus sarà erogato solo ai cittadini residenti nelle aree metropolitane e nelle città con oltre 50 mila abitanti delle seguenti regioni: Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.

Cosa prevede il decreto Clima

Il Decreto clima è il primo tassello del cosiddetto “green new deal” annunciato dal Governo Conte bis. Prevede incentivi per chi rottama auto e scooter inquinanti, ma anche finanziamenti per i Comuni che avviano progetti green. Tra questi ad esempio la realizzazione o il miglioramento del trasporto scolastico tramite mezzi elettrici o ibridi per i bambini delle scuole dell’infanzia, della primaria e secondaria che frequentano sia istituti comunali che statali.

Inizialmente si era parlato anche della possibilità di incentivare la riduzione degli imballaggi e della plastica attraverso l’introduzione di uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto dei prodotti sfusi. Nel testo definitivo questo punto è stato rivisto, portando di fatto a un vantaggio effettivo soltanto per gli esercenti. I negozi che allestiranno spazi dedicati alla vendita di alimentari e detergenti sfusi, infatti, potranno beneficiare di un contributo economico fino a 5.000 euro per le spese sostenute per introdurre spazi dedicati a questa tipologia di acquisti.

16 COMMENTI

  1. Ho una Vespa 50 , fino ad oggi valore di 1000€ minimo , se la rottami per una elettrica quanto prendo….quasi un quarto o meno? Domanda

    • La rottamazione vale il 30% del prezzo d’acquisto del nuovo scooter prima dell’Iva. Se acquista un Askoll da 3 mila euro sono esattamente i suoi 1.000 euro. Se acquista una Vespa Elettrica che ne costa 6 mila sono più del doppio. Facile no?

  2. Ma se abito in un paese in provincia di Como con 13000 abitanti ne ho diritto?

  3. Io abito in emilia romagna a san lazzaro di savena prov di bologna 35.000 abitanti, da come é scritto qui non é diritto!

  4. Perché non si estende la rottamazione a tutte le regioni? Aiuterebbe l’economia oltre a prevenire inquinamento

  5. Di solito chi è residente nelle grandi citta’ si sposta con i mezzi pubblici anche x andare a lavoro…..il problema è x chi vive fuori citta’…paesini limitrofi…e .costretti ad usare i propri mezzi……quindi l’incentivo dovrebbe essere esteso a tutte le Regioni senza limite di n.abitanti ecc

  6. Ciao, secondo voi se a gennaio 2020 ho rottamato auto euro 3 per acquistare auto euro 4 ho diritto o no al bonus?

    • Il bonus oggi in vigore riguarda solo auto nuove a basso impatto ambientale (elettriche, ibride ecc.). Benzina e gasolio sono comunque escluse

    • questo decreto riguarda l’acquisto di bici elettriche al posto di auto a combustibile fossile, non c’entra niente con l’acquisto di auto usate

  7. Buongiorno, una domanda: il bonus è entrato in vigore a dicembre 2019 con legge di bilancio; dal titolo di questo articolo sembra, però, che inizi ad aprile 2020. Ora, io ho necessità di rottamare l’auto entro marzo per non dover pagare il bollo di euro 220; posso, successivamente inserire i dati sul portale di cui si parla per avere il bonus? Grazie.

    • caro Giuseppe, legga l’articolo e non solo il titolo così potrà avere tutte le risposte che cerca. Buona giornata

Comments are closed.