Home Bici Bologna pedala in e-bike, 245 richieste di incentivo in un mese

Bologna pedala in e-bike, 245 richieste di incentivo in un mese

0
CONDIVIDI

A Bologna piace la pedalata assistita. Nell’ultimo mese è stato preso d’assalto lo Sportello Mobilità Urbana del Comune per presentare la domanda per gli incentivi, fino a 300 euro, per l’acquisto di una e-bike. Ben 245 le richieste,  più del doppio rispetto al passato. Alza i calici  l’assessore alla mobilità Irene Priolo

Non solo la Norvegia, per le auto, ma anche Bologna per le e-bike conferma l’importanza degli incentivi dedicati alla mobilità elettrica. Se le amministrazioni aiutano, il cittadino risponde. Parlano i dati bolognesi sul sostegno all’acquisto di una bici a pedalata assistita: nel primo mese, a partire dal 25 maggio,  sono arrivate al Comune  già 245 domande, alle quali corrisponde il 25 per cento dei 300mila euro stanziati dal Comune  e messi a disposizione dal Ministero dell’Ambiente.

Piazza del Nettuno a Bologna

Un successo confermato  dal raffronto con le precedenti iniziative, durante le quali l’andamento medio era di circa 80 richieste al mese, che salivano a 120 nel periodo estivo. Soddisfatta l’assessore alle politiche per la mobilità, Irene Priolo: “L’iniziativa sta avendo un grandissimo successo e le richieste dei cittadini sono più che raddoppiate rispetto alla media mensile delle campagne precedenti. Favorire la mobilità sostenibile è uno dei nostri principali obiettivi. E l’alto numero di richieste per questo tipo di incentivi conferma che siamo sulla buona strada“.

L’assessore alla mobilità del Comune di Bologna Irene Priolo

Nella citta delle  Due Torri  si sta spingendo l’acceleratore sulla conversione a emissioni zero della mobilità  urbana. Oltre il sostegno per l’acquisto delle e-bike, l’ultimo bando dei taxi era infatti  riservato solo a veicoli elettrici, senza dimenticare un incentivo alla conversione di ben 7 mila euro per altri 100 tassisti bolognesi. Infine sta pe r partire il servizio di car sharing Corrente, di cui abbiamo scritto recentemente (guarda).

Il sindaco di Bologna Virginio Merola tiene a battesimo il nuovo servizio di car sharing elettrico

Cosa fare per avere gli incentivi

Il contributo si può richiedere per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita (fino ad un massimo di 300 euro e comunque fino al 50% del costo), e di “cargo bike” a pedalata assistita (fino ad un massimo di 600 euro e comunque fino al 50% del costo). Le domande possono essere presentate utilizzando il modulo scaricabile anche dal sito internet del settore.

Possono presentare la domanda cittadine e cittadini residenti a Bologna e aziende che operano in città (queste ultime solo per le cargo bike). Anche chi non è residente a Bologna potrà fare richiesta di contributo a patto che lavori per un’azienda che opera a Bologna e abbia in vigore un accordo di Mobility Management.

Chi ha chiesto l’aiuto comunale

Delle 245 domande pervenute, 239 riguardano bici elettriche acquistate da residenti, 4 bici elettriche acquistate da non residenti che lavorano in aziende bolognesi che hanno in vigore un accordo di Mobility Management, e 2 riguardano l’acquisto di cargo bike.

3000  e-bike con incentivo acquistate dal 2011

Si tratta della quinta iniziativa che il Comune di Bologna ha messo in campo a partire dal 2011: grazie alle precedenti quattro iniziative è stato incentivato l’acquisto di 2.971 biciclette elettriche.