Home Auto Bologna, nella settimana della mobilità elettrica debutta VaiElettrico Academy

Bologna, nella settimana della mobilità elettrica debutta VaiElettrico Academy

0
CONDIVIDI
L'assessore alla mobilità del Comune di Bologna Irene Priolo

La mobilità sostenibile è sempre più a batteria. Sicuramente a Bologna dove per la Settimana Europea della Mobilità si è puntato sull’elettrico. Una manifestazione che vede insieme istituzioni, operatori energetici, agenzie per il trasporto locale, associazioni ed imprese. Ci siamo anche noi di VaiElettrico con un corso di formazione

La scelta  dell’amministrazione comunale  è ben evidente dalla copertina dell’opuscolo che contiene il programma di una settimana ricca di eventi: Bologna per la Mobilità Elettrica e Innovativa. Chiaro il percorso indicato, nella conferenza stampa di presentazione, da Irene Priolo, l’assessore alle politiche per la mobilità. Oltre a presentare i vari ospiti, quindi mettere evidenza come questa politica sia condivisa dai protagonisti della mobilità urbana, e illustrare il ricco programma, l’assessore ha rimarcato quello che di concreto si sta facendo a Bologna.

Più colonnine

A iniziare dalle colonnine: “Ora Bologna ne ha poche, sono solo 26 e non sono sufficienti, ma entro la fine dell’ anno arriviamo a circa un centinaio grazie ad una convezione con tre operatori. Saranno collocate in punti strategici, parcheggi scambiatori, centri commerciali  ed altri siti dove i cittadini possono rifornirsi agevolmente”. Ma non è finita qui perchè la vera sfida è rendere possibile la ricarica da casa, a iniziare dai condomini. “Sara fondamentale dotare di infrastrutture gli immobili privati, stiamo aspettando lo sblocco di un finanziamento ministeriale per finanziare i cittadini – ha annunciato l’assessore -. Inoltre il 20 settembre, la mattina, c’è un corso organizzato da Vaielettrico Academy sul tema e destinato ai professionisti del settore”.

Il corso di VaiElettrico

Insomma ci siamo anche noi attivamente in questa settimana elettrica. Il corso (qui il programma e tutte le informazioni)  è accreditato dagli ordini degli Architetti e dai Collegi dei Periti e dei Geometri di Bologna e ha come titolo “Una capillare rete di ricarica al servizio della mobilità elettrica: problemi e soluzioni“. Chiaro l’obiettivo: spiegare come agire per accelerare l’installazione di colonnine e punti di rifornimento condominiali, risolvendo i problemi normativi e accedendo ai finanziamenti e agli incentivi pubblici.

Vedi anche: Nasce Academy, VaiElettrico debutta nella formazione

Parla l’assessore 

Nella conferenza stampa sono stati numerosi i temi trattati. Nel suo intervento il docente Mirko Degli Espostiprorettore dell’Università di Bologna, ha annunciato l’esposizione in esclusiva di Emilia4, l’auto solare progettata e costruita dall’Università di Bologna: la prima a energia solare italiana a 4 posti che ha vinto l’American Solar Challenge nel 2018. L’appuntamento è fissato in piazza Maggiore, alla Mobility Arena di sabato 22 settembre.

Ma nel cuore della ricerca bolognese non ci si è limitati a questo progetto: “Siamo in campo anche nella pratica, abbiamo infatti una flotta elettrica dedicata agli spostamenti di lavoro”.

Il car sharing 

Se si vuole rivoluzionare la mobilità metropolitana non può mancare l’agenzia dei trasporti locale in questo caso Tper presente con il presidente Giuseppina Gualtieri che ha presentato Corrente  il nuovo car sharing elettrico: “Ha forti potenzialità in ambito urbano. Diamo la possibilità ai cittadini, durante la manifestazione, di fare dei test driver con i mezzi, hanno un’autonomia di 300 km, per farli conoscere il più possibile”. Interessante il contributo di Marisa Parmigiani, direttrice Fondazione Unipolis e Responsabile Sostenibilità Gruppo Unipol, dedicato ai cambiamenti demografici che interessano e hanno dei risvolti anche sul modo di intendere la mobilità. Sempre meno proprietaria e sempre più sharing.

Parcheggi dove ricaricare 

Non poteva mancare l’operatore energetico Hera, con Cristian Fabbri, direttore centrale Mercato Gruppo Hera, che ha sottolineato: “Siamo presenti da tempo nell’elettrico sia con le flotte aziendali e dal lontano 2011 aderiamo al progetto regionale Mi muovo elettrico e poi raccogliamo i rifiuti con veicoli elettrici, abbiamo più di 50 colonnine interdipendenti  con gli altri operatori che registrano circa 20 cariche quotidiane”. Ma la filiera ha necessità di altri servizi illustrati da Sauro Rossi, CEO di Park It, gold sponsor dell’iniziativa, che ha illustrato le innovazioni tecnologiche dei parcheggi: non  sono più solo delle aree di sosta comode e sicure, ma anche piattaforme di servizi. Anche stazioni di ricarica. “Abbiamo realizzato una App che permette sia di parcheggiare che ricaricare la propria auto“. Insomma tanto lavoro per facilitare la “governance” del proprio veicolo elettrico.

Alla mobilità elettrica ci credono anche i commercianti. In loro rappresentanza è intervenuto Pietro Maresca (Presidente federazione Concessionarie Confcommercio Ascom Bologna) che ha annunciato per sabato 22 settembre in piazza Maggiore un incontro dedicato alla mobilità sostenibile. Tra i protagonisti anche Banca di Bologna che sostiene le iniziative di mobilità elettrica nel territorio presentando una convenzione particolarmente vantaggiosa per chi vorrà finanziare l’installazione di impianti di ricarica privati o condominiali.

Il programma

Il programma degli eventi è molto ricco e qualificato, a iniziare dal convegno del 20 settembre, il pomeriggio, intitolato: “Mobilità elettrica: nuovi progetti e sviluppi” e organizzato  come anteprima della 2°Conferenza Nazionale della mobilità elettrica nell’ambito del progetto europeo Prepair finanziato dal programma EU Life.  Un luogo d’incontro con gli amministratori del territorio ed esperti del settore. Il menù ricco e vario delle iniziative si può controllare e scaricare al link.