Home Camion, bus e mezzi da lavoro BlueBob, nei campi il robot elettrico che si guida solo

BlueBob, nei campi il robot elettrico che si guida solo

0
CONDIVIDI
robot agricolo
BlueBob

Con BlueBob, aumentano i robot a emissioni zero e a guida autonoma nei campi. Come i fratelli della stessa famiglia di Naïo Technologies e che prendono il nome di Oz, Ted e Dino (leggi qui) oppure il concorrente Farmdroid che abbiamo visto in azione nei campi del bolognese (leggi qui). Entrambi sono dedicati alla barbabietola da zucchero.

Anche BlueBob è destinato al diserbo meccanico, quindi non chimico, delle barbabietole. Tutta salute per aria, suolo e le stesse piantine che non devono subire la concorrenza delle erbacce. Il progetto è in evoluzione, ma nelle settimane scorse Naïo Technologies ha consegnato il secondo prototipo del nuovo robot alla società di sementi Strube D&S GmbH.

BlueBob elettrico e autonomo

robot agricolo
La parte anteriroe di BlueBob

Dall’azienda francese sottolineano che il robot è completamente elettrico e a navigazione autonoma e vede la collaborazione con il prestigioso Centro di sviluppo Fraunhofer per la tecnologia a raggi X EZRT. L’azione del robot è guidata da telecamera e strumenti interfilari con algoritmi di intelligenza artificiale. Un occhio tecnologico attento per eliminare le erbe infestanti dal campo di barbabietole tra i filari e le piante.

Un aspetto interessante perché consente il risparmio di manodopera è la guida autonoma. Senza l’ausilio umano il robot segue autonomamente la traccia della seminatrice, che ha registrato le coordinate GPS del percorso grazie a un’antenna collocata  nella macchina. BlueBob segue il sistema di navigazione di Naïo Technology, così da trovare autonomamente le file e le tracce, riconosce i confini del campo e qui cambia registro e segue la fila successiva.

Lavora mezzo ettaro all’ora

Quanto lavoro sbriga in un giorno BlueBob? Siamo a circa mezzo ettaro l’ora e vista l’autonomia della batterie pari a 8 ore, in un turno di lavoro riesce a diserbare 4 ettari. Questi i risultati delle prove, non abbiamo ancora tutti i dati a disposizione, comunicate da Bruno De Wulf, project manager BlueBob a Strube.

IL VIDEO DI FARMDROID

Il principio del diserbo si basa su distinguere tra erbacce e barbabietole in tempo reale e in una fase molto precoce. Questo è un vantaggio essenziale per eliminare le erbacce rapidamente e per evitare la concorrenza tra queste e le barbabietole“. Spiegazione di Christian Hügel, responsabile della ricerca sulla qualità delle sementi a Strube.

robot agricolo
Dino, un altro robot agricolo del marchio francese

Tutte le piante sono scansionate e registrate da telecamere multispettrali. “Ogni posizione dell’impianto è localizzato con precisione e un algoritmo di intelligenza artificiale analizza il fenotipo di ogni singola pianta per classificarla in erba infestante o barbabietole“, conclude Hügel. Non abbiamo visto o letto di pannelli solari come su Farmdroid, speriamo vengano previsti per utilizzare l’energia solare.

Gold Award per Oz

robot agricolo
Il robot agricolo Oz premiato di recente

Naïo Technologies, fondata nel 2011 dagli ingegneri robotici Aymeric Barthes e Gaëtan Séverac e con sede a Tolosa, sta raccogliendo prestigiosi riconoscimenti: nel mese maggio ha vinto il  Gold Award per Oz. Un robot versatile, ne sono state vendute circa 150 unità, che “esegue operazioni molto precise, come il diserbo meccanico tra 2 e 5 cm dal filare, evitando l’uso di diserbanti e riducendo il compattamento del suolo“. Può essere impiegato anche per “aratura, semina, zappatura, diserbo, erpicatura, nell’allevamento o nel trasporto“.

—Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome