Home Scenari Bentornati al Sud: Roma-Reggio Calabria elettrica e in gruppo

Bentornati al Sud: Roma-Reggio Calabria elettrica e in gruppo

12
bentornati al sud
Aldo e Leonardo hanno fatto scuola, e ora il viaggio Roma-Reggio Calabria in auto elettrica diventa un’ azione dimostrativa collettiva contro fake news e detrattori della mobilità sostenibile. L’idea di Bentornati al Sud _ questo il nome dell’iniziativa _ è venuta a un gruppo di automobilisti elettrici della prima ora.

 “Piazza Pulita”? Vaielettrico ha fatto scuola

Sabato 23 ottobre prossimo, si daranno appuntamento nella Capitale per ripercorrere in formazione la tratta “incriminata”. Non in 52 ore, come la troupe di “Piazza Pulita”, ma in poco più di 9, come avevano già fatto Aldo Caramadre e Leonardo Spacone per Vaielettrico, all’indomani del servizio televisivo.
bentornati al sud
Leonardo Spacone e Aldo caramadre durante il viaggio organizzato da Vaielettrico

Appuntamento a Roma Eur, sabato 23 ore 8,30

Il gruppo di Bentornati al Sud si è raccolto su iniziativa di Alessandro De Guglielmo, designer e progettista di auto elettriche e oggi consulente di importanti operatori della ricarica. Abita in Svizzera e partirà il giorno precedente per trovarsi all’appuntamento di sabato mattina, alle 8,30, alla stazione di ricarica EVa + di Roma Eur, in via Guglielmo Marconi 15. Con lui viaggerà anche Gianfranco Pizzuto, oggi fondatore di Automobili Estrema e “padre” del progetto Fulminea.
bentornati al sud
Gianfranco Pizzuto con il modello in scala dell’Estrema Fulminea.
La partenza è fissata per le 9 e l’arrivo previsto a Reggio Calabria per le 19,30. L’orario d’arrivo dipenderà anche dal numero di partecipanti, che condizionerà i tempi di ricarica dell’intero gruppo. Tutto il viaggio sarà documentato in un video.
Volti noti e mezza dozzina di auto elettriche
A cena, sabato sera si parlerà di evoluzione dell’infrastruttura al centro sud, e sul futuro dell’iniziativa, che si vorrebbe ripetere annualmente per testare l’evoluzione delle infrastrutture nell’area più svantaggiata d’Italia.
Domenica il rientro sarà libero, ciascuno verso le rispettive destinazioni.
Per il momento i partecipanti sono una mezza dozzina, con mezzi che vanno dalla Tesla Model S alla Jaguar i-Pace, dalla Nissan Leaf alla Mercedes EQA. Della squadra faranno parte anche Leonardo Spacone, Luca Mamiani e il depotato Cinque stelle  Giuseppe Chiazzese.

Adesioni aperte fino a domenica 17

Chi volesse aggregarsi a Bentornati al Sud, può contattare Alessandro De Guglielmo a questo indirizzo .deguglielmo@adg-consult.com dando la propria adesione entro domenica 17 ottobre.
Gli obeittivi dell’iniziativa sono ambiziosi: discutere dei problemi concreti di infrastruttura sulla tratta visitata; strutturare un concept da ripetere con un appuntamento fisso ogni anno; discutere delle difficoltà principali che affronterà la mobilità elettrica in Italia nei prossimo anni; illustrare i punti e aspetti da migliorare, principalmente sul lato infrastruttura ed organizzazione. Per le prossime edizioni di Bentornati al Sud, quindi, si studieranno ogni volta itinerari diversi.
Buon viaggio da tutta la squadra di Vaielettrico

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Vesper
Apri commenti

12 COMMENTI

  1. Lasciate liberi gli eventuali Elettronauti Teslari, di fare la loro gara. In modo che si possa capire chiaramente l’importanza delle infrastrutture TESLA nello sviluppo della mob-e. Il che deve poi tracciare la strada a chi segue, ma fa finta di non capire: continuando ad installare colonnine da 2/7/11-22 kw.
    E continuiamo a sbugiardare il formigliotto corrotto dai petrolieri.
    BRAVIII!!!

  2. Mi sa che formigli non ci tornerà più sopra, certo non per scusarsi, anzi, per non perdere la faccia proseguirà imperterrito nella sua strada. Perciò mi pare un’iniziativa fine a se stessa alla fine. Dubito che sposterà coscienze o decisioni…
    Però sarà utile per provare quello che potrebbe succedere durante gli esodo delle vacanze… Stalli già occupati, auto in fila per aspettare il proprio turno… Sempre che i partecipanti siano in numero sufficiente. Bisognerà vedere perciò come si organizzeranno i guidatori al vedere che quella data colonnina per esempio, si è nel frattempo occupata o liberata… E come impostare la velocità di crociera per non perdere troppo tempo.
    Seguo.

  3. Questo moltiplicarsi di iniziative spero veramente che abbia l’effetto contrario del servizio di Piazza Pulita e che porti anche a riflessioni di quello che è utile in concreto, vista la presenza di persone competenti proprio nel campo delle infrastrutture di ricarica. Cosa c’è di meglio di una variegata compagine di auto elettriche con caratteristiche diverse per delle prove sul campo?

  4. interessante, soprattutto se diventano più di 10. Ma il tempo complessivo sarà la media dei tempi dei singoli partecipanti? E viaggeranno in carovana oppure ognuno pianificherà indipendentemente il proprio percorso?

  5. Attenzione, nell’eventualità partissero tutti insieme, come mi sembra di aver capito, ed avendo auto con autonomia simile, che oltre ad IONITY non sono ancora molte le stazioni lungo il percorso che permettono la ricarica contemporanea di più autoveicoli. Comunque bella iniziativa.

  6. A perte i complimenti per l’iniziativa, nessuno chiede alle Compagnie di traghetti per la Sicilia di mettere prese di ricarica lenta sulle loro navi?
    Arrivando, si scenderebbe senza dover cercare immediatamente punti di ricarica.

  7. E con questo servizio dovrete fare piazza pulita, di tutto quello che la gente normale non sa.
    Spiegando il meglio possibile in modo fa far render conto che non è così disperata la situazione avevo un minimo di basi.
    Se no meglio la bicicletta che si fa prima 🤣🤣

  8. Davvero una bellissima idea , per rispondere a Piazza Pulita ,che fa cattiva e falsa informazione. Bravi 👍.

Rispondi