Home Car Sharing e Flotte Bando IrenGo: veicoli elettrici per 5,2 milioni

Bando IrenGo: veicoli elettrici per 5,2 milioni

0
CONDIVIDI

IrenGO passa dalle parole ai fatti e lancia un bando da 5 milioni e 250 mila euro per potenziare la flotta di veicoli elettrici. Veicoli da lavoro e automobili, più la manutenzione. Giusto che siano le grandi utilities dell’energia a dare l’esempio.

Da acquistare furgoni e automobili

Il passo era stato annunciato ad aprile, quando Iren, la grande utility del Nord-est, aveva avviato un progetto specifico per la mobilità a emissioni zero, denominato appunto Iren-go (guarda il video). E adesso sui principali quotidiani è apparso l’annuncio ufficiale di una prima gara, rintracciabile sul sito dell’azienda a questo indirizzo. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le 16 del 18 giugno, la valutazione verrà effettuata assegnando il 40% al punteggio tecnico e il 60% al punteggio economico (il prezzo). Il bando, firmato dal responsabile acquisti Vito Gurrieri, è diviso in tre lotti. Il primo per furgoni elettrici con volume di carico da 3,85 metri cubi. Il secondo per furgoni con volume di carico di 4,90 metri cubi. Il terzo bando per autovetture, sempre a trazione elettrica, con immatricolazione M1 e van a a due posti. Iren intende acquistare tutti questi mezzi, ma nel bando ne è prevista anche la relativa manutenzione. Altre gare IrenGO sono comunque in arrivo. Il progetto IrenGO prevede in una prima fase la sostituzione con mezzi elettrici del 10% della flotta per la raccolta dei rifiuti e del 25% della flotta leggera aziendale. Primo passo da portarsi a termine nell’arco del prossimo biennio. A progetto completato, saranno 400 i veicoli elettrici di ultima generazione da utilizzare per le attività nei territori di riferimento. Il settore ambientale sarà inoltre interessato dall’acquisto di 360 mezzi elettrici leggeri dedicati ai servizi di igiene del suolo e di raccolta rifiuti.

Anche Enel vuol arrivare a 1.400 elettriche in flotta

Tra le maggiori utilities, ricordiamo che è soprattutto  l’Enel a muoversi con grande decisione nel rinnovo del parco-auto in direzione elettrica. Già nell’ottobre scorso a Vallelunga il capo della divisione mobilità di Enel X, Alberto Pigliaaveva annunciato l’intenzione di arrivare ad avere in flotta 1.400 veicoli elettrici entro il 2019. Da tempo si parla di un grosso ordine di Nissan Leaf. Più in generale, al di là dell’interesse specifico dei grandi fornitori di energia, è chiaro che il settore delle auto aziendali è il primo potenziale terreno di caccia per le auto spinte solo da motori a batterie. Molte società vogliono dimostrare nei fatti la loro attenzione all’ambiente. E per di più ci sono vantaggi pratici, come l’accesso alle zone a traffico limitato, fondamentale per chi effettua lavori di consegna.

I Gulliver, i vecchi minibus elettrici che Roma vuole rimettere in sesto

E’ stato invece rinviato di 20 giorni, al 12 giugno, il termine per la gara del Comune di Roma per rimettere in sesto 60 vecchi minibus elettric(guarda). Già sul nascere si trattava di  un bando che aveva fatto sorgere perplessità. Vedremo se a scadenza ci saranno offerte utili.