Home Vaielettrico risponde Autonomia VW e-Up, come la controllo?

Autonomia VW e-Up, come la controllo?

6
CONDIVIDI
Autonomia VW e-Up, come la controllo? Alessandra chiede informazioni per la Volkswagen e-Up, per capire quanto “perde” la batteria. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i vostri quesiti vanno inviati alla mail info@vaielettrico.it

autonomia vwAutonomia VW e-Up, quanti km ho perso?

“Ho letto l’articolo relativo al Power Check Control di una Volkswagen ID.3. Vorrei sapere quanti km di autonomia aveva all’acquisto e dopo due anni e come viene effettuato il power check e il report. Se esiste un metodo analogo per la UP elettrica, per verificare il livello di energia della batteria principale Quanto potrebbe essere un calo fisiologico per la UP con iniziale autonomia di 346 km? Grazie  Alessandra Rottino

Il test la fa il concessionario o provvedi con il fai-da te

Risposta. Ci sono due strade per controllare lo stato di salute della batteria. La prima: chiedere al concessionario che ce l’ha venduta di fare lui il check, magari in occasione del tagliando periodico. Chiedendo di rilasciarcene una certificazione. Seconda strada: ci si dota autonomamente di uno strumento di diagnosi, come appunto Power Check Control o Aviloo. Come funzionano questi test? Aviloo (qui articolo +video) richiede di ricaricare la batteria al 100%, collegare il dispositivo alla porta OBD dell’auto e viaggiare fino a scaricarla quasi completamente. Durante il viaggio, preleva una moltitudine di info autonomia vwdalla porta di diagnostica dell’auto, inviate ai server che elaborano il SOH (State of Health, stato di salute) della batteria. Power ChecK Control, meno costoso, si basa su Power Cruise Control, un sistema di assistenza alla guida, che consente di sfruttare al meglio ogni Wh durante il viaggio. È in grado di calcolare all’istante l’energia nella batteria, basando la stima sull’analisi dello stato e il raffronto con una moltitudine infinita di dati reali di viaggio. Quant’è il degrado nel tempo? Dipende da molti fattori, compreso la cura che abbiamo della batteria.
Apri commenti

6 COMMENTI

  1. Qualcuno saprebbe consigliarmi un dongle OBD compatibile con la e-Up e una app per poter monitorare in tempo reale voltaggio, temperatura e percentuale della batteria? Grazie

    • I dongle devono essere compatibili con la APP, non con l’auto. Io ne ho uno per Hybrid Assistant e Car Scanner che però non funge con CanZE per cui ne ho preso uno compatibile con CanZe che a dire il vero funziona anche con Car Scanner (Hybrid Assistant è un po’ che non lo uso).
      E, non so la ragione, il gongle Konnwey non funziona col mio android 9 e uso un cellulare regalatomi con android 8 … benedette app…

  2. Non capisco esattamente Pcc come faccia a darti un valore di degrado se si basa su stime e valori, seppur abbastanza precisi, comunque non esatti, ti dà una stima di quanto potresti aver perso di batteria basandosi sul tragitto e velocità rilevate col GPS? Se è così, quanto può essere affidabile secondo voi che lo avete provato?

    • Molto, perché non fa assolutamente quanto hai pensato tu.
      Per la e-up devi avere la batteria almeno all’80% e legge tramite il BMS le il valore delle singole celle della batteria.
      Il consiglio è di usare l’auto fino a scaricarla quasi completamente, fino a pochi km di autonomia residua, quindi caricarla in AC fino al 100% senza interrompere la carica.
      Questo fa fare un “ricalcolo” al BMS e lo porta a riequilibrare le celle che non si caricano/scaricano perfettamente assieme.
      Dopo averle livellate, eseguire un test PKC che sarà a quel punto molto ma molto accurato.

    • No. Innanzitutto, il test avviene con l’auto parcheggiata, e dura pochi minuti.
      I dati vengono letti dal BMS (battery management system) tramite la porta OBD e un dongle bluetooth che comunica col telefono.
      Non credo prpprio siano dati stimati, ma piuttosto parametri che il bms riporta costantemente, pur non essendo visibili normalmente in nessuna parte dell’interfaccia dell’auto.

    • Cosa facciano PCC o Aviloo non lo so. Hybrid Assistant per la Toyota ti faceva fare una prova di scarica a marcia indietro (solo elettrico) e freno tirato, misurava l’assorbimento, il tempo di decadimento e ti riportava gli Ah. CanZE per la Renault riporta i dati letti dalle varie centraline (presumibilmente LBC e LBC2). Mi rimane in sospeso come la mia abbia un SOH del 96,1% (in estate è arrivato al 97,4) pur avendo una capacità di batteria di 51 kWh (in estate è arrivata al 52,3kWh). Nell’ultimo tagliando ho chiesto di misurarmi l’SOH e con mia sorpresa mi hanno riportato un 94,9%. Mi aspettavo che mi riportassero un valore di “conforto” prossimo al 100%. Del perchè questa differenza non ne ho chiesto il motivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome