Home Vaielettrico risponde Autonomia della Spring scesa da 270 a 230 km

Autonomia della Spring scesa da 270 a 230 km

24
CONDIVIDI
Autonomia della Spring: Antonio, un lettore, è preoccupato per il calo dell’autonomia della sua Dacia, da 270 a 230 km. Che cosa succede? Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati alla mail info@vaielettrico.it

autonomia della SpringAutonomia della Spring: “È un calo fisiologico o mi devo preoccupare?”

“Sono proprietario di una Dacia Spring, immatricolata Aprile 2022, km percorsi 10.600. Ho notato che recentemente, nelle ultime ricariche fatte in casa, contrariamente a quanto avveniva prima (ricarica al 100% con 270km disponibili), ora al 100% non supera i 230km disponibili. In verità a ben pensarci, se ricordo bene,  il  chilometraggio disponibile, con ricarica al 100%, è iniziato a decrescere nel tempo gradualmente  260…250…240. Ho provato anche ad andare oltre il tempo indicato sul display quando l’ho messa sotto carica, ma il risultato non è cambiato. Della serie: il display indicava 2h e 40 minuti per il raggiungimento del 100% della ricarica ed io l’ho lasciata sotto carica per quasi 4 ore. Domando a voi esperti se trattasi di calo fisiologico o prematuro e, a quanti posseggono una Spring, se hanno constatato medesimo calo. Colgo l’occasione per porgere cordiali saluti a tutti. P.S .Ho un contratto con il gestore dell’energia elettrica di 6 kW e non li ho mai superati. Antonio Sanseverino
autonomia della spring
Il simulatore Dacia con cui calcoli l’autonomia a seconda di temperatura e velocità.

L’unico problema è: essere informati correttamente

Risposta. A leggere i messaggi che ci arrivano, sembra che chi vende auto elettriche si divida in due categorie, agli estremi. C’è chi fa terrorismo sull’autonomia e sconsiglia vivamente l’acquisto. E chi invece sorvola del tutto sui problemi che effettivamente ci sono, come il fisiologico calo della percorrenza in inverno. Se Antonio fosse stato avvisato di questo secondo problema, avrebbe evitato di preoccuparsi. E anche di tentare inutili escamotage come lasciare l’auto in carica con batteria già al 100%. Sul sito della Dacia c’è un simulatore (purtroppo spesso non funzionante) che ti dice quanto varia l’autonomia a seconda di temperatura esterna e velocità. Oltre che dell’uso o meno del climatizzatore e della modalità di guida ECO. Con il freddo intenso di questi giorni è assolutamente normale registrare sul display un calo come quello che preoccupa il  lettore. Al quale sconsigliamo di lasciare spesso la batteria carica al 100%, per far durare le celle più a lungo. P.S. Esistono anche i bravi venditori, che informano i clienti correttamente.
– Dacia Spring, guarda la video-prova di Paolo Mariano

Apri commenti

24 COMMENTI

  1. Col freddo cala l’autonomia? Si!
    Ci si rassegna all’inevitabile? Dipende!
    Se hai una BEV, tutto sommato, ansia da batteria rovinata a parte se hai l’auto da pochi mesi, potresti anche accettarlo serenamente (parlo dal mio punto di vista molto più… limitato: nel mio uso normale mi leccherei anche i gomiti se potessi disporre in inverno di 240 Km!).
    Se hai una PHEV, manco morto che lo devi accettare: qualcosa si può e si deve fare. Con 60/70 Km di autonomia elettrica non ci si può rassegnare ad averne 40/50. Ci passa la differenza tra non inquinare ed inquinare.
    Ed il bello è che si può fare benissimo, con alcuni accorgimenti, tra cui, prima di tutto, conoscere bene la propria auto e sapere cosa succede se fai una cosa oppure un’altra. E l’ulteriormente bello è che non guadagni Km solo d’inverno…

  2. Che dire il mio indovinometro, mi sta dando più autonomia ora a -1 che quando c’erano 20 gradi, praticamente 145km a 20 gradi e anche questa mattina 160km e di gradi erano -2 , poi in realtà a 20/28 gradi i 190 km li faccio a -1/2 non supero i 150 km con clima a resistenza e A/C accesi .
    Di fatti ho imparato a guardare la % come se fosse la lancetta del serbatoio e da lì mi regolo.

    • Generalmente in ogni forum c’è la nota iniziale che recita più o meno così: “Prima di cominciare un nuovo tread cercare nel sito se l’argomento è già stato trattato”.
      Nella risposta mi aspetterei l’elenco di tutti gli articoli che hanno trattato l’autonomia invernale Autonomia…quella che riporta il CdB, tanto per riscriverre le stesse cose, quello della mia ZOE che in estate riporta 395km, adesso (se lo resetto al 100%) me ne da 280 ma al 50% non mi segnala 140km ma 170-180 (170-180 al 50% sarebbero 340-360km al 100%).
      Hai ragione omonimo, uffffaaaaaa

  3. Spesso quando ci troviamo di fronte a queste problematiche, ci viene sempre detto che l’informazione prima di comprare un’auto elettrica è fondamentale!
    È una risposta un po’ riduttiva, perché presuppone che dietro c’è qualcosa da cui dobbiamo difenderci e stare attenti prima dell’acquisto. Se compro un’auto con 270 km di autonomia e poi scopro che diventano 230 km e poi scopro che diventano 150km in autostrada, vuol dire che c’è di fondo qualcosina che non va.

    • C’è che siamo stati abituati (male) a non preoccuparci delle specifiche della generazione precedente.
      Ti dicono che la macchina consuma “poco” o che fai 20 km con un litro, poi scopri che ne fa 16, denunci la Fiat/Peugeot/VW/Mercedes? No di certo, nessuno lo ha mai fatto, nessuno se ne è mai fatto caso.
      Eppure da 20 a 16 è il 20% in meno, mentre da 270 a 230 è il 14% in meno…
      E la macchina che dovrebbe fare i 20 ma ne fa 16, in autostrada quanti ne fa? diciamo 12..?
      Da 20 a 12 è il 40% in meno, da 270 a 150 è il 44% in meno, perchè allora stupirsi?

      Forse perchè in Italia c’è un numero SPAVENTOSO di distributori e nessuno ha mai avuto paura di rimanere a secco? (ma tutti almeno una volta ci siamo rimasti lo stesso!)
      E perchè tanto guidavamo un veicolo che butta abitualmente in calore il 75% del carburante?
      Più un veicolo è efficiente, più è sensibile alla minima variazione di condizioni, è una legge insormontabile, spiegabile con i grandi numeri, estremizzati per fare capire: 1 milione + 1 fa sempre un milione, 1 + 1 fa due, il doppio.

  4. Io la Twingo l’ho presa esattamente un anno fa, nel gennaio 22. Così invece che lo shock da autonomia dimezzata, la scorsa primavera ho avuto la bella sorpresa dell’autonomia raddoppiata 🙂 ora che è di nuovo inverno, sono tornato esattamente all’autonomia dello scorso anno. Bisogna accettarlo, finché non scopriranno chimiche meno freddolose 🙂

    • A non incide solo la chimica della batteria, d’inverno la densità del aria è maggiore quindi più attrito, si usa il riscaldamento, e di norma si tiene più che in casa, poi c’è da tenere presente che una batteria da 21 kWh è pari a poco meno di 2 litri di Diesel o poco più di 2 litri di benzina, quindi ogni variazione di clima e utilizzo incide molto con la % di consumi.

  5. Certo che esistono dei bravi venditori che fanno il loro dovere e altri no. ad esempio il mio venditore ha cercato in tutti i modo di dissuadermi dal comprarla. Mi rincuora il fatto che non rivedo la concessionaria per un altro anno dalla data del tagliando.

  6. Ho una Twingo la carico tutte le sere in garage con presa schiuko ed e normale che in inverno calino i KLM sul display freddo clima fa diminuire molto la batteria questa macchina in inverno più di 230 KLM non fa, in estate senza clima faccio anche 200 KLM finestrini giù e si va.

  7. Ma la volete smettere di tenere l’autonomia in KM e farvi così del male? Ma guardate la PERCENTUALE e soprattutto il Consumo della vostra auto per farvi un’idea dell’autonomia.

  8. La spring che ho da Gennaio 22….la ricarico alla colonnina…da 265km totali a 222km dopo un anno…..ho fatto notare la cosa al primo tagliando….la risposta evasiva è stata…. che a me al momento è andata bene…..😱…. vedrò nel tempo se continua questa discesa….se ben ricordo la batteria è garantita 8 anni…

    • La garanzia della Spring copre la batteria per 8 anni o 120 000 km, ma scatta solo se la capacità di carica minima scende sotto al 75%: in Dacia (come tutti gli altri) si sono cautelati…

  9. Buongiorno, vi segnalo la mia situazione con la Citroen EC4.
    Da settembre l’autonomia è scesa da 350/360 a 310/315 e misurando i dati della batteria con Power Cruise Control, con la carica al 100%, misuro 42,5 KW, a fronte dei 50 ufficiali.
    L’auto è di ottobre 2021 con 20.000 km.
    Penso che in questo caso ci sia un evidente degrado della batteria.

    • Gianluca, verifica che i 50kwh siano effettivamente disponibili: per esempio la mia (Renault Twingo) non da tutti i 22 kWh di targa ma se ne tiene alcuni di riserva, questo per evitare che ricariche quotidiane al 100 per cento danneggino la batteria: l’utente vede 109 ma è la carica disponibile, un buon 20 per cento è nascosta e non utilizzabile

      • Sinceramente non ricordo quanto misuravo prima con Power Cruise Control ma sicuramente ho avuto un calo delle prestazioni della batteria. Ogni giorno percorro 60 km e fino a settembre caricando al 100% nel fine settimana (fotovoltaico e seminterrato di casa). riuscivo ad arrivare al venerdì, da settembre devo sempre fare una piccola ricarica intermedia (mancano quei 50/60 km). Il freddo influenza il consumo, non la ricarica (da quanto ho capito) considerando anche che la effettuo nel seminterrato con temperature abbastanza costanti durante tutto l’anno.

  10. /// il chilometraggio disponibile, con ricarica al 100%, è iniziato a decrescere nel tempo gradualmente 260…250…240 \\\ “Nel tempo” significa da una stagione all’altra o anche durante la stessa stagione ? Perché nel secondo caso potrebbe dipendere anche dal cosiddetto indovinometro che si è adeguato allo stile di guida di Antonio..

    • – immatricolata Aprile 2022 –

      Da interpretare nel corso degli ultimi mesi 😇
      Quindi il solito discorso invernale che però non è scontato fuori da qui

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome