Home Aziende Auto elettriche Lucid in Arabia Saudita, Ford e il treno a “moto...

Auto elettriche Lucid in Arabia Saudita, Ford e il treno a “moto perpetuo”

0
CONDIVIDI
auto elettriche

Lucid vuole produrre le sue auto elettriche in ….Arabia Saudita. La startup americana ha firmato accordi in tal senso il governo di Riad. Afferma di aver «esaminato molteplici opportunità» prima di selezionare la King Abdullah Economic City (KAEC) come sito per il suo primo stabilimento di produzione internazionale.

Obiettivo Lucid: 500 mila auto elettriche all’anno

Nel nuovo hub di produzione, che sarà interamente di proprietà di Lucid, l’azienda prevede di iniziare assemblando “kit” per veicoli Lucid Air prefabbricati presso lo stabilimento dell’azienda a Casa Grande, in Arizona. Successivamente, l’impianto KAEC produrrà auto elettriche complete, fino a 150.000 all’anno. Nella fase iniziale, l’impianto produrrà veicoli per il mercato saudita, ma l’obiettivo finale è quello di esportare veicoli finiti in altri mercati globali. La costruzione dell’impianto dovrebbe iniziare nella prima metà del 2022.

Lucid prevede che la sua capacità combinata in Arizona e Arabia Saudita supererà le 500.000 auto elettriche all’anno una volta che ciascuna struttura raggiungerà la capacità prevista.

auto elettriche

 

William Advanced Engineering, dalla Formula E al re australiano delle miniere di ferro Fortescue

Williams Advanced Engineering (WAE), sviluppatore pionieristico di batterie per auto elettriche anche per i bolidi di Formula E e Extreme E, nonché per una lunga lista di produttori di veicoli, è stata acquisita dal produttore australiano di minerale di ferro Fortescue, come parte della transizione di quest’ultimo a «una società globale di energie rinnovabili e risorse».

WAE rimarrà una società indipendente, mentre la sua divisione di tecnologia delle batterie sarà strettamente coordinata con Fortescue. Entrambi saranno gestiti dal braccio di energia verde di Fortescue, Fortescue Future Industries .

Il fondatore e presidente di Fortescue Andrew Forrest, ha affermato che la sua azienda è in corsa per raggiungere le emissioni nette zero entro il 2030. «I combustibili fossili _ sostiene _  sono solo una fonte di energia e ce ne sono altri che stanno emergendo rapidamente, che sono più efficienti, più bassi di costo e verdi. Il mondo deve, e chiaramente può, uscire dalla sua epoca altamente inquinante, mortale se non fermata».

Svilupperà le super batterie per l’Infinity Train

Il primo progetto a cui lavoreranno le due società è Infinity Train, un treno per il trasporto di minerale che non dovrà mai essere caricato. Percorrerà un tragitto in discesa dalla miniera all’impianto siderurgico. La forza di gravità permetterà di ricaricare le poderose batterie che serviranno ad alimentare i motori elettrici nel percorso di ritorno, in salita ma a vuoto. E’ l’invenzione del moto perpetuo? No, perchè l’apporto esterno di energia sarà fornito dalle macchine di cantiere che movimenteranno i materiali caricando il convoglio. Soluzione non del tutto nuova, come si è visto in Svizzera con il gigacamion da miniera eDumper (leggi).

Ford Pro, tutto per la ricarica di flotte e domestica

Col progetto Ford Pro la casa americana ha deciso di accompagnare la transizione elettrica dei clienti, privati e flotte, con una gamma di soluzioni di ricarica.

auto elettriche

L’ultimo passo è stato il lancio di sei nuovi caricatori domestici e di deposito nel suo portafoglio end-to-end di soluzioni di ricarica di auto elettriche.

In un mercato affollato di prodotti frammentati e di livello consumer, i clienti richiedono soluzioni complete progettate per le operazioni di flotta.  Ford Pro vanta già un’ampia gamma di hardware di ricarica, il tutto supportato da installazione integrata, software, assistenza e finanziamento FinSimple.

L’hardware Ford Pro Charging viene lanciato insieme al nuovissimo Ford E-Transit  2022  e il nuovissimo Ford F-150  Lightning. I prodotti sono compatibili con altre marche di auto elettriche con dati OEM sicuri.

Ford: così abilitiamo l’adozione delle auto elettriche

Secondo un recente sondaggio condotto da PSB, il passaggio all’elettrificazione sta causando grande ansia tra i gestori di flotte. Quasi la metà ritiene infatti che la configurazione dell’infrastruttura di ricarica sia una sfida significativa per le proprie aziende. E un numero quasi uguale preoccupato di trovare una ricarica ottimale soluzioni.

Muffi Ghadiali, direttore generale di Ford Pro Charging spiega: «Indipendentemente dalle dimensioni della loro attività o dal settore in cui operano, aiuteremo i nostri clienti aziende a pianificare la loro infrastruttura di ricarica, sia che si tratti di installare caricabatterie domestici per i dipendenti o di sviluppare un sistema di deposito su larga scala, per rendere la transizione all’elettricità senza interruzioni».

Una volta che i sistemi di ricarica saranno operativi, Ford  Pro continuerà a seguirli attraverso  E-Telematics, soluzioni software all’avanguardia per monitorare le flotte. Ciò include software per la ricarica intelligente, il precondizionamento, il monitoraggio remoto, la gestione dei rimborsi per la ricarica domestica e la reportistica per contribuire a risparmiare sui costi energetici, massimizzare l’efficienza del veicolo e i tempi di attività.

Oltre a specifiche installazioni di ricarica, i clienti che utilizzano la ricarica pubblica hanno anche accesso alla BlueOval Charge Network, la più grande rete di ricarica pubblica del Nord America con oltre 20.500 stazioni di ricarica e 70.000 punti di connessione.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico—

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome