Home Incentivi Il presidente Assonautica Malcarne: “Incentivate anche le barche elettriche”

Il presidente Assonautica Malcarne: “Incentivate anche le barche elettriche”

0
CONDIVIDI

Assonautica,   una quarantina di associazioni e migliaia di soci, punta sulla propulsione elettrica. Parla il presidente nazionale Alfradeo Malcarne.

Presidente Malcarne si notano nuove aziende che investono nella nautica elettrica. Abbiamo un quadro della situazione? 

Alfredo Malcarne, presidente nazionale Assonautica

Assonautica da anni non solo segue lo sviluppo della nautica elettrica e di tutte le forme di energia alternative, ma le promuove e le fa conoscere agli operatori del settore e alle  amministrazioni pubbliche. Ormai la crescita delle barche elettriche è in piena espansione, soprattutto nelle acque interne. Nei principali laghi come il Lago Maggiore, il Lago di Como e il Lago di Garda, ci sono aziende che effettuano il trasporto passeggeri, in Veneto si effettua il noleggio barche nei fiumi LivenzaPiave e nella laguna di Venezia, mentre sul Delta del Po c’è chi le utilizza per il birdwatching, ma nuovi progetti si stanno avviando anche in centro Italia.”

La nautica elettrica sarà il futuro?

Deve essere il futuro. Bisogna arrivare ad una sorgente di ricarica che non utilizzi fonti fossili per avere un’energia elettrica pulita, ma già così intanto siamo sulla buona strada“.

Quali sono gli ostacoli maggiori al suo decollo?Servono finanziamenti anche alla nautica elettrica?

Certo, noi come Assonautica ci stiamo attivando con le amministrazioni locali e regionali per vedere se ci sono forme di finanziamento, bandi nazionali o europei, per aiutare le aziende ad effettuare investimenti, anche nella realizzazione di colonnine. Non c’è dubbio che se in generale non viene realizzata una rete sarà più difficoltoso il decollo di questo sistema.  Anche la parte normativa va aggiornata,  per quanto riguarda le barche da lavoro“.

Mi può citare i vostri progetti?

Il progetto di barca da lavoro elettrica di Piero Tosi

Assonautica Venezia da anni promuove e sostiene aziende che hanno sperimentato e poi applicato propulsioni green, dai motori ibridi sulle barche  trasporto merci e taxi ai motori elettrici per i giri in laguna, e tra poco sarà varata una barca con uno scafo nuovo che permetterà l’alloggiamento delle batterie senza togliere spazio alle merci (quella di Piero Tosi ne abbiamo scritto qui Ndr)  Assonautica Acque Interne Lazio e Tevere, ha da poco siglato con l’Azienda Vallicola sul Lago di Paola nel  Lazio un protocollo d’intesa per la creazione di un Centro Studi Acque Interne per la ricerca sullo sviluppo sostenibile e l’introduzione delle barche elettriche (guarda). Anche a Prato dove con il Comune e l’associazione Earth Day Italia abbiamo firmato un protocollo per la nascita di un centro per l’innovazione che punta alla valorizzazione del fiume Bisenzio attraverso una mobilità sostenibile (guarda)“.

LEGGI ANCHEDal Lago di Paola il progetto Circeo in barche elettriche