Home Retrofit Aspettando il Bulli 2.0 ecco Frieda Volt, camper VW elettrico

Aspettando il Bulli 2.0 ecco Frieda Volt, camper VW elettrico

2
camper VW elettrico

Aspettando il Bulli pop-up (ora nominato ID.Buzz), ecco il primo camper VW tutto elettrico. Si chiama Frieda Volt e lo presenta  la tedesca Flowcamper, specializzata nella trasformazione di veicoli per il tempo libero. Frieda Volt è basato sul furgone VW T5/T6, convertito in elettrico da Naext Automotive.

Fiona 6 posti elettrici, convertendo furgoni T5/T6

 

Frieda Volt nasce sempre sulle spoglie di un furgone T5 o T6 usato e danneggiato al quale Naext Automotive sostituisce il motore a combustione con un propulsore completamente elettrico. Flowcamper si occupa invece di adattarlo a camper. E’ flessibile e modulare: può ospitare fino a sei passegggeri, in quattro letti a seconda della configurazione, con o senza servizi igienici e tettuccio espandibile.

camper VW elettrico
Il Frieda Volt di Flowcamper, primo camper VW convertito in elettrico sulla base del furtone T5/T6

Non solo il Frieda Volt è più grande dei piccoli furgoni che finora hanno dominato le poche conversioni di camper esistenti, ma può vantare un doppio valore di sostenibilità. Passa infatti dagli idrocarburi agli elettrino e rispettando i principi dell’economia circolare, dà nuova vita a un veicolo che altrimenti verrebbe rottamato.

Idea di Flowcamper con Naext Automotive

Rimuovendo il motore, la trasmissione, lo scarico e altri componenti non più necessari del veciolo ICE, Naext libera spazio e installa il pacco batteria agli ioni di litio nichel-manganese-cobalto (NMC) da 72 kWh nel sottoscocca. Gli acquirenti possono anche aumentare la capacità con una batteria aggiuntiva da 18 kWh opzionale nel vano della ruota di scorta.

camper VW elettrico

La trazione è affidata a un motore elettrico da 110 kW (148 CV) con 255 Nm di coppia alloggiato nel vecchio vani motore assieme a tutti gli altri elementi del power train elettrico. Il processo di trasformazione prevede anche la sostituzione di componenti usurati, come i freni o i cuscinetti delle ruote, con nuove parti VW e il rivestimento dei sedili anteriori.

Batteria da 72 kWh: fino a 320 km di autonomia

Flowcamper stima che lo scambio di motopropulsore ICE-elettrico si traduca  in un aumento di peso di soli 50 kg. Ciò consente di mantenere un’autonomia accettabile, fra  300 e 320 km. Non è tantissimo, ma con un minimo di pianificazione è abbastanza per una  vacanza in giro per l’Europa.

Flowcamper è sostenibile anche negli allestimenti interni, realizzati con materiali come mobili in legno oliato, tappetini in sughero e finiture in pelle mela. Riporta la pianta del tradizionale ICE Frieda, il modello base che si è evoluto dall’originale Flowcamper Flower Child.

La configurazione include una cucina collocata dietro il sedile del conducente, una panca posteriore a tre posti ribaltabile che si trasforma in un letto da 160 x 187 cm (63 x 74 pollici) e un tetto a soffietto opzionale con 110 x Letto da 185 cm (43 x 73 pollici). A differenza della Frieda standard, che può ospitare fino a otto posti, la Frieda Volt arriva al massimo a sei posti.

Sostenibile anche negli interni

La cucina ospita un frigorifero a compressore da 21 litri e un ripostiglio sottostante, mentre il vano posteriore contiene un lavello con vasca in acciaio inossidabile, spruzzatore manuale e contenitori per l’acqua fresca e di scarico. A differenza di altri camper elettrici Flowcamper non abolisce totalmente il gas, che utilizza per il riscaldamento e la cottura, alimentati con cartuccia a gas. Un tavolo girevole interno/esterno consente di spostare all’esterno tutto ciò che serve a cucinare.

Cucina fuori sopra il tavolo e monta lo spruzzatore sopra per creare una cucina all'aperto funzionale

Il WC separato a secco opzionale si inserisce tra la cucina e la panca posteriore, nascosto da un top in legno e da una custodia in tessuto.

Flowcamper non ha ancora un prezzo ufficiale per Frieda Volt ma i media specializzati tedeschi azzardano un prezzo prossimo ai 60.000 euro nella versione base.

—  Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Vesper
Apri commenti

2 COMMENTI

  1. 60.000€ per una versione “base” modificata mi sembra tanto… converrebbe più acquistare un furgone elettrico e camperizzarlo?

    • Magari per camperizzarlo bisognerà aggiungere altri 10.000€ però come da lei suggerito ci si potrebbe trovare con un veicolo che “assicurativamente” parlando mantiene almeno il valore a nuovo. Sarebbe importante sapere invece come trattano le assicurazioni un veicolo, magari del 2005, trasformato così in elettrico.
      E’ un punto di cui nessuno parla ma che andrebbe indagato e portato di più all’attenzione.
      Ho provato a fare questa domanda ad una agenzia Allianz e non mi hanno saputo rispondere….

Rispondi