Home Auto Arriva Ora, l’elettrica (low-cost) più venduta al mondo

Arriva Ora, l’elettrica (low-cost) più venduta al mondo

2
CONDIVIDI
ORA R1
Ecco come appare la ORA R1, l'auto elettrica più venduta al mondo.

Si chiama ORA R1, è l’auto elettrica più venduta al mondo. E pare proprio che il costruttore, la cinese Great Wall Motors, abbia deciso di portarla in Europa.

In Cina parte da 7.600 euro, un prezzo pazzesco

C’è un piccolo, non trascurabile particolare nella carta d’identità della R1: in Cina costa tra i 7.600 e i 9.900 euro, a seconda degli allestimenti. È vero che i prezzi da noi, tra trasporto e tasse varie, non può essere lo stesso. Ma non c’è dubbio che, volendo, la ORA può entrare come un elefante nella cristalleria di un mercato che oggi parte dai 24.878 euro della Smart EQ (qui il listino). Smart che, peraltro, è da poco stata venduta per il 50% a un altro gigante cinese, la Geely, con l’impegno in futuro di essere costruita solo in Cina. Sul look un po’ da auto-giocattolo della ORA R1 lasciamo a voi il giudizio.

ORA R1- interni
Un particolare degli interni e del posto-guida della ORA R1.

I dati tecnici, invece, parlano di un modello studiato per la città. Con una velocità massima di 100km/h  e 35 kW (47 cv) di potenza. Ma il pacco-batterie è da 33 kWh, in grado di assicurare ben oltre 200 km di autonomia. La citata Smart ha 18 kWh di batterie.

Anche nell’auto si delinea il secolo cinese

È sempre più chiaro, dunque,  il disegno cinese di passare da colonia a colonizzatrice, sfruttando l’onda dell’auto elettrica. Per ora sono stati compiuti solo i primi passi, con l’acquisto di marchi come Volvo (che ha dato vita al marchio solo-elettrico Polestar), Saab, Lotus e Smart, oltre a importanti quote azionarie in due colossi come Daimler Mercedes e PSA/Peugeot Citroen.

Smart elettrica
Anche la Smart elettrica sarà costruita solo in Cina dal socio locale Geely.

Ma la svolta vera si avrà quando i giganti di Pechino cominceranno a inondare l’Europa e gli Stati Uniti con le marche cinesi. Per ora il mercato dell’elettrico cinese è talmente importante da assorbire di fatto tutta la produzione. Ma i continui investimenti fanno pensare che questa auto-limitazione finirà presto. Basti citare l’ultimo in ordine di tempo. Evergrande, il maggior operatore immobiliare al mondo, investirà la cifra incredibile di 23 miliardi di dollari per costruire un milione di auto e batterie per 500 gWh di capacità all’anno (qui l’articolo di Electrek)

 

 

2 COMMENTI

  1. Credo che se decideranno di portarla in Europa, sarà un gran colpo per le piccole endotermiche!
    A mio avviso oggi, a parte l’autonomia che credo si possa comunque risolvere a breve, l’ostacolo più grande è il prezzo d’acquisto.
    Con questa vettura, avremmo risolto almeno in parte la seconda problematica e dato il via alla diffusione dell’EV più velocemente.

Comments are closed.