Home Auto Arriva la Volvo XC 40, un altro Suv elettrico

Arriva la Volvo XC 40, un altro Suv elettrico

0
CONDIVIDI
La Volvo XC 40: la versione elettrica esternamente non dovrebbe differire dall'originale, eletta Auto dell'anno 2018

Arriva la Volvo XC 40 elettrica: la presentazione è fissata per il 16 ottobre, con consegne nel 2020. È il settimo Suv a emissioni zero ad essere introdotto sul mercato. A conferma che in questa fase, a causa del prezzo, del peso e dell’ingombro delle batterie, i costruttori preferiscono abbordare l’elettrico con vetture di grandi dimensioni.

Elettrica o no, Volvo garantisce sulla sicurezza

Volvo XC 40
La base tecnica della Volvo XC 40, con la protezione del pacco-batterie.

Nell’annunciare l’imminente reveal (qui la nota), la Casa svedese (ora di proprietà cinese) ha voluto fare una premessa: “Indipendentemente dal motore che la spinge, sia elettrico o a combustione interna, una Volvo dev’essere sicura”, ha detto Malin Ekholm, capo del reparto Safety di Volvo Cars. “La XC40 elettrica sarà una delle macchine più sicure che abbiamo mai costruito“.  Il suo team ha dovuto completamente ridisegnare e rafforzare la struttura frontale, in cui non è più alloggiato il grande motore termico. Per proteggere i passeggeri e l’integrità del pacco-batterie, in caso di incidente, è stata sviluppata una struttura di protezione specifica per questo modello. Le batterie, in particolare, sono avvolte da una gabbia formata da un telaio di alluminio estruso. E inserite nel centro del body dell’auto, in un involucro a sé. Ovviamente  questo abbassa il baricentro del veicolo, prevenendo i roll-over durante la guida, con più stabilità. Ma anche il posteriore è stato rinforzato. Il motore elettrico è stato integrato nel corpo-vettura, per meglio assorbire l’impatto in caso di collisione e ridurre lo stress da urto per i passeggeri.

Volvo XC 40 telaio
Il telaio della Volvo XC 40 elettrica.

La Volvo XC 40 elettrica sarà la prima vettura della marca svedese ad essere equipaggiata con gli Advanced Driver Assistance Systems (ADAS). Lo sviluppo è stato curato da Zenuity, la joint-venture formata da Volvo Cars e Veoneer. Si tratta di un pacchetto di guida assistita “scalabile”, che in futuro potrà essere implementato con i successivi step (anche sul piano anche normativo) della guida autonoma.

La Volvo XC 40 precede la “cugina” Polestar 2

Come dicevamo, la Volvo XC 40 sarà il settimo Suv completamente elettrico ad arrivare sul mercato italiano. Già adesso a listino ci sono due prodotti coreani di piccola taglia (la Hyundai Kona e la Kia Niro) e quattro grandi sport utility. Si tratta dell’Audi e-tron, della Mercedes EQC, della Tesla Model X e della Jaguar I-Pace. Ma già nel 2020 si prevede che la famiglia si allargherà parecchio, soprattutto se le case cinesi decideranno di invadere il mercato europeo.

Polestar 2
La Polestar 2, prima full-electric della Casa nata da Volvo e dalla cinese Geely.

L’arrivo della Volvo XC 40 precederà di pochi mesi il lancio della “cugina” Polestar 2. È il primo modello solo-elettrico della Casa nata in join-venture tra la Volvo e la Geely, gruppo cinese che controlla la Volvo stessa. La Polestar 2 è stata annunciata con un prezzo molto competitivo: in Germania a regime il listino partirà da 39.900 euro. Ma non subito: all’inizio l’asticella sarà molto più alta, con un modello super-equipaggiato proposto a 59.900.

 

 

 

 

.