Home Auto Arriva la Peugeot e-308: “solo” 400 km di range

Arriva la Peugeot e-308: “solo” 400 km di range

30
CONDIVIDI

Arriva la Peugeot e-308 e già fa discutere il dato sull’autonomia, “più di 400 km”: pochi o sufficienti per un’auto della categoria della Megane e della ID.3?

arriva la peugeotArriva la Peugeot e-308: consumi bassi, fa 7,8 km con un kWh

In realtà il lancio sul mercato avverrà solo l’estate prossima, ma la Peugeot ha fornisce già diverse anticipazioni  sul modello in arrivo. A cominciare dalla potenza del motore, 115 kW (156 CV)  e dalla capacità della batteria, 54 kWh (51 netti). Ed è quest’ultimo il dato che un po’ sorpreso: ci si aspettava un numero maggiore di kWh in un’auto di queste dimensioni. E un range che andasse al di là dei 400 km e oltre annunciati. I costruttori si trovano sempre di fronte all’eterno dilemma: scegliere grandi batterie e grandi autonomie? O privilegiare piuttosto batterie più contenute, con range più contenuti, ma anche minor peso (e consumi) e minor prezzo? La Peugeot sembra avere scelto questa seconda strada e non a caso enfatizza il dato del consumo combinato: 12,7 kWh per 100 km, ovvero 7,874 km con un kWh di energia. In effetti un risultato notevole, da citycar più che da auto del segmento C.

arriva la Peugeot
L’interno della Peugeot e-308, in arrivo l’estate prossima.

Ricarica fino a 11 kW in AC e a 100 kW in DC

Altri dati anticipati da Peugeot: la e-308 sarà disponibile sia in versione berlina che station wagon. La coppia massima sarà di 260 Nm, anche questa (come la potenza del motore) non trascendentale. La batteria sarà di tipo NMC (80% Nichel, 10% Manganese, 10% Cobalto). Quanto alla ricarica, di serie sarà dotata di un caricabatterie di bordo trifase con una potenza di 11 kW in AC. La e-308 potrà inoltre ricaricare fino a 100 kWh in DC, nelle stazioni FAST. Un dato inferiore alla concorrenza, come sottolinea la stampa francese: la Megane, per esempio, arriva a 130 kW. Quanto alle versioni, la nuova Peugeot uscirà con l’Allure e la GT, entrambe ben accessoriate, con i fari Matrix LED e i cerchi da 18 pollici. L’equipaggiamento includerà cruise control adattivo, monitoraggio angoli ciechi, allarme sul traffico posteriore e volante riscaldato. Manca un dato fondamentale per un giudizio compiuto: il prezzo, che verrà comunicato a inizio anno.

— Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —



        
Apri commenti

30 COMMENTI

  1. Buona la decisione di dotare la 308 di una batteria piccola, anche se in controtendenza. La batteria è la parte più inquinante. Anche l’importanza del raggio d’azione è sopravvalutata. La mia e-2008 ha percorso 7500 km e ho dovuto ricaricarlo per forza solo una volta fuori casa. Grazie alla batteria più piccola, la 308 pesa meno e ha bisogno di meno elettricità. Top!

  2. Praticamente stanno riciclando la piattaforma da 50kwh all’infinito, la stessa che equipaggia tutti i loro modelli compresi i veicoli commerciali (che infatti hanno un’autonomia ridicola).In questo caso “pare” abbiano ottimizzato il powertrain (che di per sé non è una cosa malvagia sia chiaro, anzi) per aumentare l’autonomia a parità di batteria.

    Scelta strategica “peculiare” diciamo.

  3. con meno di 65KWh di batteria è una presa in giro, e ce ne vorrebbe una long range con 80KWh.
    Strategia commerciale stellantis: bye bye.

    • /// con meno di 65KWh di batteria è una presa in giro \\\ In effetti non si capisce bene il perché di questa scelta.. Chissá se perlomeno ci sono vantaggi in termini di peso e prezzo.

    • Io aspetterei di vedere il prezzo. Ho preferito alla ID3 la e208 perché con un risparmio di più di 10000€, il tutto al fronte della scomodità di dovermi fermare 2/3 volte all’anno a caricare.

  4. Come pensavo… i costruttori (almeno quelli europei) affrontano decisamente la transizione energetica…col freno a mano tirato! No, non vogliono assolutamente che l’auto elettrica diventi un mezzo per tutti (vedi i prezzi e le categorie di questi suv enormi) e ci mettono pure delle batterie ridicole per dei mezzi di passa 2 tonnellate da oltre 40mila euro! io ci rido sopra, che altro potrei fare? mi dovrei fare cattivo sangue, ma vaffa… ci penseranno i miei figli!

  5. Anch’io rimango perplesso dalle caratteristiche tecniche, soprattutto perché non potrà avere un listino inferiore alla sorellina e-208, quindi sfiorerà i 40 mila euro. Cifra assurda se rapportata alla concorrenza e in questo concordo su quanto già scritto riguardo MG4, nettamente superiore di contenuti e ad un prezzo inferiore.
    Stellantis sta continuando a vendere la stessa piattaforma con nomi diversi, ma senza miglioramenti significativi.

    • Ma siamo addirittura perfidi.

      Se persino Vaielettrico, che dice che le auto elettriche si ricarcano da sole, che il contatore a 3 kw basta e avanza per vivere una vita serena e felice, che l’autostrada è un falso problema, che l’ansia da ricarica è una costruzione mentale… eccetera… (ovviamente tutto questo lo dico con un sorriso, sto bonariamente scherzando mi raccomando…)

      Ecco, se persino la redazione di Vaielettrico già nel titolo e poi nel testo dell’articolo si sente in diritto di sollevare qualche velato dubbio in merito…

      Ci siamo capiti? 😉

      • Un auto di quel segmento meriterebbe una autonomia maggiore, altrimenti puoi prendere la 208 di pari caratteristiche a prezzo inferiore.

    • strategia suicida,
      spero che la gente non sarà cosi fessa da prendersi una 208 ingrandita.
      ma almeno una batteria più grande, o qualcosa per differenziarla e invece niente.

  6. Che goduria! Dopo il lancio della MG4, il re è nudo! La MG4 costa già meno della e208 pur vantando 450 km di autonomia wltp. Qui siamo su un’auto sicuramente più costosa con una dotazione inferiore su tutto rispetto alla MG4: autonomia, potenza, velocità di ricarica, senza alcun plus rispetto alla concorrenza della MG. E differenza di prezzo inspiegabile. Da notare che la mg non è affatto venduta sottocosto: in Cina i prezzi partono da 18000 euro quindi con l’Europa ci sono 12000 euro di differenza, in parte certamente dovuti a costi di trasporto, iva e dazi. Ma quello è il prezzo giusto. Qualunque modello verrà presentato da oggi in poi, inevitabilmente verrà messo a confronto con l’ottima MG4.

  7. Mah… su strada statale e soprattutto in città (suo terreno de’elezione mi vien da dire con sarcasmo…) magari ai 400 km ci si può anche avvicinare.
    Inutile dire che in autostrada, a meno di non viaggiare a 100 all’ora e d’inverno mettersi la copertina sulle gambe, con 50 kw sarà dura che vada tanto oltre i 230 km di autonomia.
    Peccato che una vettura di queste dimensioni e di questa categoria l’autostrada non dovrebbe viverla come un’eccezione…
    Ormai ste cose le sappiamo fin troppo bene mi pare.
    Detto questo, assai probabile che funzionerà a meraviglia.

      • Aggiungo anche che ai prezzi attuali del kwh avere un’auto che consuma poco non è un vantaggio trascurabile e ad onor del vero la versione SW la trovo molto bella.

      • Ma perchè limitarsi? Proporrei anche due schiaffoni a mano aperta e con rincorsa a tutti quelli che si permettono di andare in autostrada già che ci siamo. Prendi il biglietto e il casellante “Sciàf! Sciàf! Ecco, può andare, buon viaggio.” Ci sono le statali, e che diamine! Così si va ancora più adagio e l’autonomia si impenna. 😂😂😂😂😂

      • Evidentemente sei un fortunato tutto casa e chiesa, non hai esigenze lavorative di doverti spostare e auspichi limiti ridicoli. Buon per te. Proponiamo, invece, di ridurre la potenza del nuovo corso elettrico, limitiamo coppia e potenza, andiamo col passo della tartaruga e sicuramente ridurremo consumi ed energia. In fondo è solo l’altra faccia della stessa medaglia, consumare meno e basta

        • Il commento era in risposta a @Nico71. Sulla questione della e-308, bella macchina, non c’è che dire. A 30mila sarebbe da valutare anche accettando i 230 km autostradali di autonomia effettiva, come ha realisticamente preveduto Alessandro D.

          • 30mila è il prezzo di partenza della e-208 con autonomia 362 km (anche se si vocifera di un modello da 400 km ma stranamente non c’è su nessun sito ufficiale Peugeot). Difficile pensare che la e-308, più grande e con autonomia maggiore, possa costare come la sorellina minore …

          • @Enzo, il mio commento era velatamente sarcastico, sono sicuro che il prezzo di attacco di questa e-308 sarà sui 45mila euro, ovviamente se la potranno tenere, almeno fin quando il prezzo di un’auto di questo segmento non scenda alle possibilità di un italiano medio, per il quale già 30mila sarebbero esageratamente troppi, mentre in questa fascia di prezzo io potrei effettivamente valutarla. Ma abbiamo capito che il mercato elettrico, se il popolino sarà costretto veramente alla transizione, sarà ad appannaggio dei cinesi, gli unici che saranno e sono già in grado – vedasi l’esempio della MG4 – di mantenere prezzi umani, in aderenza a quello che più di qualcuno sospettava e temeva

          • Bisogna considerare scontistiche. Ho preso una e208 allora da 37000 di listino circa a 20500€ (con rottamazione) e altra e208 GT pack di quasi 40000 € di listino a 26350 (senza rottamazione).

            Con la ID. 3 a quasi parità di listino mi hanno chiesto 34000…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome