Home Moto & Scooter Sbarca in Italia Voge ER10, piccola cinese piena di grinta

Sbarca in Italia Voge ER10, piccola cinese piena di grinta

3
CONDIVIDI
voge ER10

Arriva in Italia Voge ER10, una moto elettrica filante e sportiva che si autodefinisce «la prima moto elettrica capace di emozionare come una a benzina». E’ il classico veicolo del sedicenne, al primo approccio con il fascino delle due ruote sportive. 

voge er10

Voge è il marchio premium del gruppo cinese Loncin. Con il modello ER10 si avventura nell’arena delle due ruote elettriche e lo fa con un prodotto accattivante, alla vista. L’aspetto è quello di una grintosa naked termica, anche se le prestazioni sono quelle di un veicolo per uso prevalentemente ubano. L’autonomia non supera infatti i 100 km e la velocità massima si ferma a 90 km/h.

voge er10Dunque il motore, collocato centralmente, non è potentissimo (8,9 kW di picco) e la batteria da 3,7 kWh (59,2V e 62,4 Ah), anch’essa in posizione centrale sotto il finto serbatoio, non è certo delle più capaci. In compenso le dimensioni decisamente compatte, con interasse di appena 1.410 mm e peso a vuoto di soli 122 kg, promettono grande maneggevolezza e agilità nel traffico urbano. Forse decisamente di più di uno scooter con analoghe prestazioni.

Il costruttore cinese ha prestato attenziona infatti anche alle classice esigenze degli scooteristi. Per esempio ha utilizzato lo spazio del finto serbatoio per ricavare un vano capace di ospitare un casco demi jet.

voge er10Voge ER10 Ha due prese USB, fari e lampeggianti full Led, quadro strumenti LCD, orologio digitale, tre modalità per visualizzare l’autonomia residua. ER10 è dotato anche di chiave keyless a tre tasti che permette di aprire il vano portaoggetti e individuare la moto a distanza grazie al lampeggio degli indicatori di direzione anteriori e posteriori. Il caricabatterie è incorporato nella moto (nel codino per l’esattezza) quandi la moto si può caricare con un semplice connettore alla normale presa shuko a 1,2 kW, in circa 5 ore.

Le modalità di guida sono due: ECO, economic mode gear, per guidare col minimo consumo e la SPORT per ottenere il massimo della prestazione. Il tutto abbinato alla rigenerazione possibile in frenata o in discesa.

La Voge ER10 è monoposto e necessita solo di patente A1-B che si può conseguire a 16 anni.

Il motore è full electric raffreddato ad acqua. La potenza massima è di 8,9 kW (12,1 cv) a 3.500 giri, la coppia massima  12,3 Nm a 4.600 giri.

Il telaio è in lega di alluminio, le sospensioni sono a forcella telescopica anteriore e mono ammortizzatore posteriore con leveraggio a precarico regolabile ed escursione di 58 mm.

L’impianto frenante con sistema ABS a doppio canale, è a disco singolo con pinza a due pistoncini all’anteriore e uno al posteriore. sui cerchi in lega leggera multirazze sono montati pneumatici da 110/70-17” all’ anteriore e 140/60-17”al posteriore. 

Voge ER-10 arriva in Italia nel colore Sparkling Black con inserti verdi fluo, al prezzo di listino di 6.590,00 euro franco fabbrica con tutto di serie, al lordo dei gli incentivi ECOBONUS 2021 del 30 o 40%.

Loncin nasce nel 1983 a Chongqing, una delle più grandi metropoli della Cina centro-meridionale. Oggi Loncin è una grandissima realtà che sviluppa produce e vende quadricicli, motocicli e motori di nuova generazione, termici ed elettrici.

In Italia il marchio Voge è imporatato dal Gruppo Padana Sviluppo tramite la società Voge Italia S.r.l. Padana Sviluppo vanta una rete di circa 1000 Rivenditori Ufficiali e altrettante Officine Autorizzate dislocati sull’intero territorio nazionale.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

Apri commenti

3 COMMENTI

  1. sono andato a vederlo dal vivo, purtroppo non si poteva provare. impostazione e qualità percepita molto da moto…… poi ci sono qualche “MA”: Cavi a vista, solo il tempo ci dirà, monoposto e senza la possibità di avere un portabauletto. Motore troppo vicino al cassettino/vano del caricabatteria intergrato ( figata ), ho paura che con qualche buca grossa e non un peso piuma su … possa toccare. Tasto dolente autonomia, tra il dichiaro e l’utilizzo in strada…. secondo me siamo sui 50/60 km non di piu’ ha detta del concessionario

    Per il resto sembra ben fatta davvero con un vano anteriore porta casco, che i piu’ bravi potrebbero riconvertire con una seconda batteria in parallelo.

  2. Salve. Guardo i pochi giovani che ancora non hanno abbandonato le due ruote (a marce o a presa diretta) e studio questo nuovo veicolo. Ha il suo fascino, la sua utilità. Ma mi lascia perplesso con domande senza risposta. Sarà che vengo dalla vecchia scuola in cui il cambio la fa da sovrana ancora. Ma una moto in tutta la sua linea e la vedo con la presa diretta…allora è uno scooter. Una moto guidabile anche con patente B considerata alla pari di un 125cc…allora è uno scooterino 50cc.
    Bho?!? Non riesco onestamente a classificarlo, eppure la base sembrava buona. Fossi un ragazzino di 16 anni onestamente non credo lo avrei tenuto nemmeno in considerazione considerato il prezzo di acquisto così alto.

  3. Lo stile mi sembra piuttosto d’effetto, non solo per il colore nero con inserti fluo ma anche per altri dettagli come i cavi a vista e altro.. Da un punto di vista piú tecnico, come affidabilitá direi che promette bene sia per il marchio in sé (Loncin collabora con Bmw da anni) che il raffreddamento ad acqua abbinato alla potenza non eccezionale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome