Home Senza categoria Aria pulita e cieli blu: oggi la Giornata internazionale

Aria pulita e cieli blu: oggi la Giornata internazionale

2
CONDIVIDI
Giovanni Storti (Aldo, Giovanni & Giacomo) e la presentatrice tv Caterina Balivo, tra i testimonial della Giornata.

Aria pulita e cieli blu: il 7 è la Giornata internazionale per richiamare l’attenzione sul problema dell’inquinamento atmosferico. Soprattutto in Italia, il paese europeo con il peggior bilancio per impatto dell’aria malata sulla salute.

Aria pulita, Cottarelli: “Pensiamo ai bambini”

La pandemia ha mostrato che un’altra aria è possibile, scrive in una nota la onlus Cittadini per l’aria. Tanto più ora che l’Europa mette a disposizione fondi che possono cambiare la nostra aria creando posti di lavoro: l’Italia non può perdere questa occasione. Ecco perché diversi personaggi noti, tra cui Giovanni Storti di Aldo, Giovanni & Giacomo, sono stati chiamati a fare da testimonial della Giornata. ariA PULITAL’inquinamento atmosferico è un problema a due facce“, si legge ancora nella nota. “Nel nostro Paese determina la morte prematura di quasi 80.000 persone all’anno. Molti di più sono coloro che convivono con malattie causate o aggravate dall’inquinamento atmosferico. L’aria di cattiva qualità ci rende, al contempo, più suscettibili all’attacco di altre patologie, come il Corona virus. Diversi studi ricollegano ormai l’esposizione a lungo termine agli inquinanti dell’aria ad un incremento di mortalità da infezione da Covid-19. Un problema anche economico: i danni causati dall’inquinamento mandano in fumo il 5% del Pil“.

“I fondi UE per pulire l’aria e creare lavoro”

Nei giorni in cui il governo prepara i progetti da presentare all’Unione Europea, Cittadini per l’aria ricorda che il successo dell’operazione è legato alla coerenza ambientale. “L’Europa – ricorda la presidente Anna Geromettasostiene l’Italia non solo per solidarietà. Ma perché il benessere di ciascuno Stato Membro è legato alle politiche ambientali di tutti i partner europei. aria pulitaCon i fondi per la ripresa dall’emergenza Covid, l’Europa offre l’occasione unica di costruire una rivoluzione verde generando lavoro e benessere. Servono infrastrutture e mobilità che evitino l’uso dei fossili, una svolta decisa nelle aree urbane verso la mobilità attiva. E un cambio di paradigma nei trasporti a breve, medio e lungo raggio. L’Italia non può perdere questa occasione”.

Ecco chi partecipa  

Carla Ancona – Epidemiologa, Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale – Regione Lazio. Federica Asta – Epidemiologa, Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale – Regione Lazio. Caterina Balivo – Presentatrice. Giovanni Storti – Attore. Anna Becchi – Bike to school Roma. Carlo Cottarelli – Economista Francesca Dominici – Epidemiologa. Francesco Forastiere – Epidemiologo, Direttore della rivista Epidemiologia e Prevenzione. Francesco Iacorossi – Bycicle mayor of Rome. Paola Michelozzi – Epidemiologa, Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale – Regione Lazio. Lorenzo Pagliano – Professore – Dipartimento di Energia, Politecnico di Milano, Direttore Master Ridef. aria pulitaNiccolò Panozzo – European Cycling Federation, Bruxelles. Daniela Porta – Epidemiologa, Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale – Regione Lazio. Francesca Racioppi –  Capo del Centro Europeo Ambiente e Salute Organizzazione Mondiale della Sanita’.

— Leggi anche: i veicoli elettrici azzerano le emissioni? No, oggi le dimezzano soltanto

2 COMMENTI

  1. Ottima iniziativa. Persino “banale” nella sua logica e sensatezza. Non servirebbe nemmeno commentarla se non fosse che bisogna difendere perfino questo dalle follie negazioniste di qualsiasi tipo

Comments are closed.