Home Nautica Aquamot, dall’Austria i fuoribordo elettrici da 1 a 25 kW

Aquamot, dall’Austria i fuoribordo elettrici da 1 a 25 kW

2
CONDIVIDI
Applicato su una barca da pesca

Presentiamo i fuoribordo Aquamot.  Sui motori elettrici marini sono numerosi i lettori che ci chiedono informazioni. Abbiamo redatto un decalogo (guarda), ma vogliamo offrire una panoramica più specifica sui  diversi marchi presenti sul mercato. 

In una fiera in Norvegia
Aquamot con i motori fuoribordo ad una fiera in Norvegia

L’azienda austriaca è stato fondata nel 2003 dall’ingegner Siegmund Hammerstrom. In pochi anni ha registrato un forte sviluppo, fino a diventare un produttore leader del settore. In catalogo si trovano motori fuoribordo e pod nel dimensionamento da 1,1 kW a 25kW. In comparazione con i modelli termici si va dai 3,5 agli 11 Hp. Si tratta di motori fuoribordo per le piccole derive a vela fino ad imbarcazioni dal peso di 4 tonnellate. Numerosi i modelli  e i prezzi a partire dai 1900 euro  per le imbarcazioni più piccole fino ai 10 mila euro per i 25 kW.

I fuoribordo Aquamot trend 1.1 e 1.6

Il modello 1.6Entrambi i motori brushless vanno bene per piccole derive e altre  imbarcazioni  in formato mini. L’azienda raccomanda, a seconda del tipo di scafo, il modello Trend 1.1 fino a 1,5 tonnellate e quello Trend 1.6 fino a 1,8 tonnellate.

Autonomia: da 10 ore a 40 minuti

L’autonomia cambia con i modelli, con quello 1.1. ovvero 1100 Watt si hanno tre modalità di navigazione con relativi consumi: lenta (6,30 h), media (2,30 h), massima (40 minuti). Con il modello 1.6 da 1600 Watt abbiamo questi tempi: lenta (4,30 h), media (1,45 h), massima (29 minuti). Si possono aumentare facilmente con l’integrazione di una nuova unità. Il sistema di gestione della batteria (BMS) controlla e gestisce sovratensione e sottotensione, cortocircuiti e i picchi di temperatura. Dopo 8 anni l’azienda avverte: “La batteria deve essere verificata da un centro di assistenza Aquamot per assicurare la sicurezza”.

Il prezzo: dai 1800 ai 2199 euro

I prezzi variano a seconda della potenza del motore. Il modello base Trend 1.1S-P da 1100 Watt costa 1899 euro mentre il più caro è il Trend 1.6L-F da 1600 Watt che tocca i 2199 euro. Il peso di questi motori va dai 14,2 ai 15,9 kg.

Modelli Aquamot  2.2 e 4,3

Il modello 4.3Sono adatti sia per le derive sia per  barche più grandi. L’azienda raccomanda : “Secondo la tipologia di scafo il modello Trend 2.2 da 2 a 2,5 tonnellate e Trend 4,3 fino a 4,0 tonnellate”.

L’autonomia fino a 10 ore 

In dotazione c’è la batteria  Aquamot Long-life Deep-Cycle (guarda). Il modello Trend 2.2. con le batterie da 12V/260 Ah garantisce un’autonomia differenziata a seconda della velocità media: lenta (10 h), media (5,30 h), massima (2,15 h). Il modello 4.3 con la stessa capacità delle batterie offre uguale autonomia.

Prezzi: da 3100 a 10.000 euro

In una barca a vela
Una barca a vela con motore Aquamot

Per quanto riguarda il prezzo si parte dai 3100 euro del modello Trend 2.2S-P ai 3500 del Trend 4.3S-F. Chi cerca più potenza con il Trend 11.0L-F da 11 kW si arriva ai 7 mila euro, poi 7.900 con il 15 kW, 9000 con il 20 kW ed infine 10.000 per i 25 kW.

LEGGI ANCHE: Stealth, il fuoribordo elettrico da un retrofit Yamaha

2 COMMENTI

  1. Nel passaggio relativo alle batterie, credo che con “silicone” si intenda litio / gel silicio

    • Grazie Luigi per la segnalazione, naturalmente ha ragione. Non esistono certo batterie al silicone.

Comments are closed.