Home Vaielettrico risponde Come si chiama quell’app di navigazione? ADRP?

Come si chiama quell’app di navigazione? ADRP?

23
CONDIVIDI
APP NAVIGAZIONE

Con alcuni colleghi Paolo vorrebbe utilizzare un’app di navigazione per simulare l’utilizzo di una vettura elettrica sul comune percorso quotidiano. Esiste uno strumento ci chiede? Inviateci i quesiti a info@vaielettrico.it 

Buongiorno,
in un filmato ( https://www.youtube.com/watch?v=Wo6z3v9PRwE ) Paolo Mariano cita un software di simulazione chiamato ADRP. Ho cercato di trovarlo su internet senza successo. Sono alla disperata ricerca di un software di simulazione per EV che mi consenta di simulare cosa accadrebbe su un percorso che io ed alcuni miei colleghi dobbiamo fare quasi ogni giorno, con 2200 m di dislivello e molti tornanti, per capire quanto consumerebbe un EV, per es. una ID.4 andando su e giù.

Vi sarei estremamente grato se poteste aiutarmi. Ho già provato ad installare EVPRE sul mio Mac senza successo (problemi di compatibilità di alcune librerie). E’ un peccato che non vi sia un prodotto del genere facile da installare.. Forse sarebbe un’idea per un futuro articolo? E vi farebbe senz’altro comodo…Paolo G. Calisse

Ha solo sbagliato nome: è ABRP

app navigazione
Risposta-Caro Paolo la risposta è molto semplice: la App di navigazione di cui ha parlato il suo omonimo Paolo (Mariano) nel filmato che lei ha visto non si chiama ADRP, bensì ABRP (a Better Ruote Planner) e questo è l’indirizzo Web dal quale può facimente scaricarla. E’ un simulatore molto accurato che tiene conto del tipo di percorso, dell’altimetria, delle condizioni metereologiche in relazione alla caratteristiche di qualsiasi auto elettrica e dallo stile di guida che intende adottare. In una versione a pagamento, chi possiede un’auto elettrica può dotarsi di un dispositivo OBD che preleva i dati reali di consumo e capacità residura della batteria  direttamente dalla singola auto.

C’è anche l’italiana PCC, ma solo a pagamento

app navigazione
Il Power Cruise Control

Esiste, solo a pagamento con dongle ODB da acquistare a parte (circa 30 euro il costo), una seconda App sviluppata in Italia che suggerisce anche la strategia ottimale per raggiungere la destinazione, se possibile senza ricaricare oppure indicando dove e per quanto tempo farlo. Si chiama PCC (Power Cruise Control). Qui il sito.

– Iscriviti alla newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico –

Apri commenti

23 COMMENTI

  1. Sinceramente mi sembra un po’ complicato trovare l’OBD anche perché non è detto che funzioni con tutte le auto: un link da ABPR manda a questo apparecchio (Vgate iCar Pro Bluetooth 4.0 (BLE) OBD2) che costa 32 euro ma c’è scritto che funziona con auto termiche e neanche tutte. Il OBDLINK CX costa 80 euro negli USA (mi sembra di capire) ma la bellezza di 112 euro su Amazon. Ho trovato a 37 euro Power Cruise Control kit OBDII ma non capisco se funziona con ABPR: mi sembra proprio specifico per PCC. Potrei avere dei suggerimenti concreti? Il problema della sicurezza forse è relativo se si stacca l’apparecchio all’auto in autogrill. Grazie!

  2. A prescindere dalla app, 2200 m di dislivello ogni giorno “un’auto elettrica può accompagnare solo”, come diceva quello là. Basta che la somma dei km di andata e ritorno sia entro l’autonomia dichiarata.

    • Nella mia esperienza, la perdita data dall’impossibilità di rigenerativa al 100% (violerebbe la termodinamica…) è più che compensata dalla velocità media inferiore (strada tortuosa), per cui in generale in montagna si consuma meno rispetto all’extraurbano puro e molto meno di qualsiasi tratto autostradale anche a velocità moderate (110 km/h).

      • Vero! Con la parità stavo sul lato prudente. Poi il massimo è quando consideri solo il viaggio di discesa, fino a 70 km, e vedi che hai consumato… 0 kWh.

  3. C’è anche nextcharge che usavo quando avevo poca esperienza con id3… è attendibile e con possibilità di immettere vari dati tipo numero passeggeri,media oraria,carico a bordo..ed è gratuito….ed io attendo sempre il 3.0 di VW per sapere quando imposto destinazione con quanta %arrivo…🥺

  4. Paolo G. Calisse?
    Qualche frequentazione in Atacama…?
    Ben trovato su Vaielettrico!
    Sarebbe straordinario potere avere un tuo intervento qui su Vaielettrico, leggo sempre con grandissimo piacere i tuoi interventi.

    PS: potevi chiedere anche all’altro Paolo, quello sempre molto attivo!

  5. La versione GRATUITA di ABRP, tramite un dongle obd ble, consente di recuperare i dati reali della vettura, consentendogli cosi’ di fare delle stime molto piu’ precise.
    “Rispetto alla versione free la modalità a pagamento offre in più la possibilità di registrare più veicoli in un unico account, di salvare, consultare ed esportare lo storico dei viaggi, di visualizzare le condizioni meteo sul percorso in tempo reale, di restare aggiornati sul traffico (anche per valutare l’utilizzo di energia necessaria), di conoscere la disponibilità delle colonnine di ricarica lungo il tragitto, di condividere i dati con un altro utente ABRP, di ricevere notifiche di ricarica e infine di connettere l’app con Apple Watch, Apple CarPlay e Android Auto.” (da https://www.sicurauto.it/news/attualita-e-curiosita/a-better-routeplanner-abrp-come-funziona-lapp/)
    Vi invito a correggere l’articolo, grazie.

    • Grazie delle informazioni aggiuntive, peraltro reperibili dal sito che abbiamo linkato. Non capisco però cosa dovremmo correggere: il dongle OBD ble non è gratuito, deve essere comunque acquistato.

      • L’errore e’ qui: “In una versione a pagamento”. In quanto l’applicazione puo’ ricavare i dati reali anche nella versione gratuita. Come del resto Le hanno segnalato ora altri utenti qui, ed in passato in altri articoli dove se ne parlava.
        L’accrocchio, l’ OBD2 BLE, e’ invece un oggetto fisico, che peraltro una persona puo’ gia’ possedere in quanto serve (tramite i piu’ disparati software) a visualizzare la diagnostica di qualsiasi autovettiura. Non e’ venduto da ABRP, e’ facilmente reperibile su amazon, ebay ed altrove, ve ne sono di diverse marche, funzionalita’ e prezzi (quello che uso io l’ho preso per 20e su ebay, e funziona correttamente). ABRP si limita ad indicare alcuni modelli che hanno testato e verificato che con la loro aplicazione funzionano: https://www.iternio.com/abrp-obd
        Ora che dice, puo’ correggere?

        • Non ho nulla da correggere: stavo rispondendo a un lettore che non possiede un’auto elettrica ma con un gruppo di colleghi sta cercando di simulare un utilizzo particolare. Quindi non c’è nessun OBD Ble da acquistare.

          • Non c’è allora nemmeno da parlare di PCC, visto che le simulazioni al pc non è in grado di farle.
            Ma voi pcc dovete sempre metterlo dentro per par condicio ogni volta che si parla di ABRP, non si sa bene perché. O meglio un’idea ce la siamo fatta, ma vi arrabbiate sempre se lo facciamo notare, come anche questa volta.

          • Luca Ssssst! Evita qualsivoglia illazione riferita a PCC, che senno’ il buon Massimo si arrabbia!!! Che poi ti ha gia’ risposto che, a prescindere da qualsiasi cosa tu abbia pensato, e’ certamente sbagliata! A prescindere! 🙂

          • Se non sa cosa penso, come fa a sapere già che è sbagliato?

            PCC non fa simulazioni tramite sito web, quindi era fuori luogo citarlo in questo articolo. Io e altri pensiamo sia un errore, ma sicuramente mi sbaglio io.

          • Errare humanum est, perseverare autem diabolicum! Mi riferisco ovviamente a me signor Massimo, casomai pensasse il contrario sicuramente si sbaglia!! 🙂
            Scherzi a parte, ci stiamo scornando tutto sommato su un dettaglio, che Lei nel suo articolo dia un’informazione non corretta non e’ poi cosi’ importante. Pero’ ecco, Voi di VE tanto Vi date da fare per promuovere l’auto elettrica, come molti di noi che interveniamo nei commenti. E tutti tanto ci arrabbiamo e denunciamo gli articoli egli interventi inaccettabili, la cattiva informazione che ritroviamo sui media. Ma a maggior ragione a mio avviso Voi di VE, al contrario, dovreste prestare attenzione ad evitare la cattiva informazione, anche se son dettagli, soprattutto poi se piu’ utenti Vi fanno notare l’imprecisione. Perdete senno’ di credibilita’, e ne perde cosi’ la forza del Vostro pregevolissimo messaggio, e quindi del Vostro apprezzatissimo intento …

  6. Il nostro amico se la gioca con mia mamma, che una volta mi chiese di spedirle un pacchetto tramite ” Quel grosso corriere… quello che c’ha i camion gialli con la scritta rossa… Com’è che si chiama? Ah sì! ADSL!” 🤭😇

      • Non parlare ai porca bestia (punkabbestia)
        Se vai al Parco Sempione non bere la droga
        Non mangiare le schifezze del Burghy (chiuso da 30 anni ormai…)
        E soprattutto quando arrivi mandami un M&M’S.

        (Giuro, tutto vero… 🤭😇)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome