Home Turismo elettrico Andrea Rigoni re delle marmellate promuove e-bike e cibo bio ad Asiago

Andrea Rigoni re delle marmellate promuove e-bike e cibo bio ad Asiago

2
CONDIVIDI
e-bike
Andrea Rigoni in mountain bike elettrica

“Dobbiamo decarbonizzare l’altopiano”. Parole e auspicio di Andrea Rigoni. L’industriale delle confetture, marmellate e miele biologico durante la manifestazione “Adotta una malga” per il bio distretto dell’Altopiano di Asiago – interessa sette comuni – ci racconta la sua idea per un futuro sostenibile del sito naturale conosciuto anche per le cruente battaglie della Grande Guerra.

Il futuro di questi luoghi viene immaginato biologico, basato sui prodotti locali e sulle rinnovabili, sullo sviluppo di un turismo responsabile e quindi con una mobilità sempre più elettrica e a emissioni zero.

e-bike
Una e-bike nella malga visitata

Per questo le visite dedicate agli ospiti dell’evento sono state fatte anche con le bici elettriche. Andrea Rigoni, al momento, ha un’auto ibrida, ma pensa “ad un’evoluzione verso una mobilità compatibile e con sempre meno emissioni”.

Fare il pieno di itinerari elettrici per scoprire le malghe

Sulla strada che porta all’Altipiano si vedono tante moto tradizionali. Una folla di motociclisti che amano percorrere queste montagne. Ma sono tantissimi anche i ciclisti e si moltiplicano i servizi dedicati al noleggio di e-bike.

e-bike
Andrea Rigoni durante il tour elettrico sull’Altopiano

E’ nata pure un’associazione di guide che organizza escursioni con pedalata assistita. Il nostro uomo è Filippo Menegatti che ha guidato il nostro gruppo in sella alle e-mountain bike per conoscere un monumento naturale unico come le malghe dove ancora si compie il fenomeno della transumanza e si producono in quota il burro e i formaggi locali.

Con la e-bike aumentano i visitatori nell’altopiano di Asiago

Su 600 chilometri quadrati dell’Altopiano più grande d’Europa ci sono circa 400 chilometri di strade come ci spiega Filippo: “Si tratta di itinerari che hanno come tema sia la Grande Guerra sia l’elemento naturalistico. Per quanto riguarda la difficoltà si hanno soluzioni per le famiglie, per chi si avvicina per la prima volta alle e-bike e per chi cerca e riesce a fare qualcosa di più impegnativo“.

La pedalata assistita ha ampliato la platea degli escursionisti: “Finalmente molte persone, anche ragazzi, si sono avvicinati alle escursioni in bicicletta – sottolinea Filippo -. L’e-bike offre un vantaggio: può portare a percorrere degli itinerari che non sono alla portata di tutti con la muscolare“.

Salire in quota con la pedalata assistita

La mountain bike elettrica si può noleggiare anche in quota: “Si può partire dai 1300 metri e portarsi così nella zona più alta dell’Altopiano – spiega Filippo -. In questo modo più persone possono visitare siti e luoghi non facili da raggiungere. Merito anche dei bike point che offrono noleggio, assistenza e ricarica“.

L’Altopiano di Asiago punta a eco-turismo e produzioni biologiche

turismo
Nell’Altopiano resiste l’allevamento tradizionale

Un turismo sempre più a emissioni zero come ha sottolineato Andrea Rigoni e ripete Diego Rigoni, amministratore locale e imprenditore agricolo-turistico: “Io ho fatto installare la colonnina di ricarica nel mio agriturismo e sto puntando ad offrire un servizio di trasporto elettrico ai miei ospiti“.

turismo
I lampioni biologici coltivati in una struttura storica in fase di recupero: la Cattedra

Il progetto che si vuole promuovere mira alla valorizzazione delle Malghe, i baluardi della tradizionale alpina, e a valorizzare tutti i prodotti coltivati in regime biologico senza l’utilizzo di pesticidi. Insomma aria buona senza emissioni e buon cibo.

LEGGI ANCHE: Gli itinerari elettrici su Vai Elettrico

 

2 COMMENTI

    • Nel mio soggiorno nell’Altopiano i responsabili politici mi hanno detto che hanno chiuso l’accesso ai sentieri di montagna. Si possono attraversare solo da soggetti fragili e anziani dopo una richiesta

Comments are closed.