Home E-Agricoltura Fendt dà una scossa in campagna con il compatto e100 Vario

Fendt dà una scossa in campagna con il compatto e100 Vario

0
CONDIVIDI

Un trattore elettrico che piace agli addetti ai lavori: Fendt e100 Vario, presentato recentemente dall’azienda bavarese. 

Per ottenere produzioni alimentari veramente di eccellenza non è più possibile solcare i campi con mezzi inquinanti, anche se sono un ricordo, per fortuna, quelli accompagnati e avvolti da dense nuvole nero petrolio. Ma nonostante tutti i progressi anti-inquinamento nei motori termici, ci sono produttori che puntano sulla conversione all’elettrico. E’ il caso della Fendt (marchio del global player americano AGCO) la storica azienda bavarese, sede a Marktoberdorf, con 80 anni di curriculum industriale alle spalle, che ha presentato recentemente Fendt e100 Vario ovvero un piccolo ma potente trattore elettrico che ha conquistato anche gli addetti ai lavori che lo hanno premiato con il prestigioso “Silver Medal Innovation Award” durante l’ultima edizione di “Agritechnica 2017“.

Alla Fendt vedono lontano e spiegano perché è fondamentale la conversione elettrica: “La riduzione di emissioni di CO2 è uno degli obiettivi principali del futuro, anche in agricoltura. Molte aziende agricole producono corrente da fonti rigenerative, una soluzione economicamente interessante per uso proprio. Oramai si può disporre di una potente tecnologia a batteria, idonea per l’impiego nei trattori compatti. E i requisiti sempre più severi per la riduzione delle emissioni sonore e dei gas di scarico favoriscono lo sviluppo di sistemi elettrici”. In sintesi sono 3 i punti che caratterizzano la svolta: tutelare l’ambiente, risparmiare con le energie rinnovabili prodotte in azienda, le nuove norme contro l’inquinamento.

 

Le caratteristiche tecniche

E’ un mezzo compatto completamente elettrico con una potenza di 50 kW, in grado di lavorare per un massimo di cinque ore operative in condizioni di impiego reali. La batteria agli ioni di litio è da 650 V con una capacità di circa 100 kWh e viene caricata con una tensione di 400 V e fino a 22 kW tramite presa a norma CEE o una opzione Supercharging con corrente continua. Con un connettore a norma CCS tipo 2 la batteria può essere ricaricata fino all’80% in 40 minuti. Inoltre con il motore in funzione è possibile recuperare energia.

Altre interessanti innovazioni sono la gestione termica con una pompa di calore elettrica regolata che provvede alla climatizzazione della cabina. Il controllo di alcuni importanti funzioni, per esempio le informazioni sulla batteria, avviene via smartphone. E da remoto, grazie ad una connessione internet,  possono essere controllate in anticipo il preriscaldamento in inverno o la climatizzazione in estate.