Home Aziende e flotte Amazon Prime racconta come nasce l’e-van di Rivian

Amazon Prime racconta come nasce l’e-van di Rivian

1
CONDIVIDI
Il fondatore di Rivian, J.J. Scaringe, con il modello del furgone per Amazon Prime

Amazon Prime racconta come nasce il furgone elettrico commissionato a Rivian . Lo spiega lo stesso colosso dell’e-commerce in un video e in un articolo pubblicati sul sito aziendale

Amazon Prime vuole furgoni “sicuri, funzionali e performanti”.

C’era una volta nel Michigan un grande complesso industriale in cui si fabbricavano bancomat e altri sportelli automatici. Un tempo sembrava quello il futuro. Oggi in quegli stessi locali si danno i ritocchi finali a un progetto grandioso: la flotta di furgoni elettrici costruiti da Rivian per Amazon. Un ordine da 100 mila veicoli, che arriveranno su strada dal prossimo anno (qui l’articolo).

Come sempre l’azienda di Jeff Bezos non usa mezze misure: “Stiamo cercando di costruire la flotta di trasporti più sostenibile al mondo“, spiega Ross Rachey, responsabile Amazon per “Global fleet and products”. Aggiungendo subito: “Ma dev’esser anche il più funzionale, il più sicuro e il più performante“. Non è un ordine tradizionale, in cui semplicemente si prenota un certo numero di veicoli. Con l’azienda di Plymouth, vicino a Detroit, Amazon Prime sta seguendo lo sviluppo dei van minuto per minuto, plasmandolo per le sue esigenze.

Il van in tre versioni (e autonomie)

La grande commessa fa parte di The Climate Pledge, l’impegno che Amazon si è data per centrare gli obbiettivi dell’accordo di Parigi sul Clima con 10 anni di anticipo. Il team di Rachey racconta di avere impiegato un anno e mezzo per studiare quale fosse la migliore soluzione. E di avere concluso che la strada migliore fosse sviluppare un nuovo veicolo su misura.

Amazon Prime
Un modello in cera del van di Rivian per Amazon Prime (tutte le foto  sono di JORDAN STEAD/Amazon)

Dalla fabbrica di Rivian a Normal, Illinois, usciranno tre varianti del furgone per Amazon, con tre diversi pacchi-batterie, a seconda dell’autonomia richiesta. Con o senza trazione integrale. R.J. Scaringe, fondatore e CEO di Rivian, spiega: “Siamo focalizzati nell’efficienza del veicolo a partire da ogni aspetto del design. Dalla climatizzazione dell’abitacolo all’ergonomia del conducente, fino al propulsore: tutto è ottimizzato in ragione di tempi e dispendio energetico“. Scaringe è convinto che questo progetto indurrà i concorrenti nel mondo della logistica a un grande sforzo per efficentare le loro flotte. Un lavoro nel quale Amazon ha coinvolto i suoi autisti. E che si svolge a Plymouth con un largo uso della realtà aumentata, che dà ai drivers la possibilità di “guidare” fin d’ora i van. Suggerendo correzioni, se necessario.

A scale model of an Amazon delivery vehicle decorated with a smile logo sits in between two larger models of the vehicle.Tutti i veicoli sono dotati di frenata automatica d’emergenza, alert sul cambio di corsia, traffic design recognition, alert per la presenza di pedoni e per segnalare al conducente condotte di guida anomale. Al centro dell’abitacolo c’è un grande display integrato con la direzione logistica di Amazon, con navigatore e ogni altra indicazione che faciliti il compito a chi guida. Il tutto, ovviamente, integrato con Amazon Alexa, in modo che l’interazione avvenga solo con l’uso della voce.

LEGGI ANCHE: UPS ordine 10 mila (+10 mila) furgoni elettrici a Arrival

 

Amazon Prime, guarda la gallery

tutte le foto  sono di JORDAN STEAD/Amazon)

 

1 COMMENTO

  1. Design minimalista, funzionale e di grande personalità.
    Tuttavia, le 4 piccole ruotine su due soli assi, stonano nelle proporzioni e limitano portata, confort e sicurezza.

    Toyota ha fatto il van perfetto: flessibile, modulare e autonomo, con più assi e ruote: e-Palette.
    Ufficio viaggiante, Van, Shuttle, logistica e trasporto merci. Senza autista e corriere.
    https://www.toyota.it/mondo-toyota/news-eventi/2018/prototipo-e-palette-ces-las-vegas
    https://www.youtube.com/watch?v=COezvM-86W4

Comments are closed.