Home Aziende Aiways e Green Vision: “Second life” anche per i motori

Aiways e Green Vision: “Second life” anche per i motori

0
aiways green vision
Samuel Fu, fondatore e presidente della Aiways, con la U5

Aiways e Green Vision insieme in un progetto pilota di economia circolare. La tecnologia di propulsione e i componenti ad alta tensione dei veicoli  Aiways verranno riutilizzati in sistemi di accumulo a batteria e propulsori per barche a zero emissioni di CO2.

 Aiways, start-up made in Shanghai, ha appena avvviato un nuovo impianto di produzione in collaborazione con Siemens,  conforme allo standard Industry 4.0.

aiways green vision
La Aiwais U6

A Shaghai lo stabilimento “Blue and Green”

E’ tra i più moderni al mondo, scrive l’azienda: «Tutte le fasi del processo sono state sviluppate e ottimizzate nell’ottica della sostenibilità ambientale e della conservazione delle risorse».

Aiwais ha adottato infatti la strategia “Blue and Green”. “Blue” sta per la tecnologia all’avanguardia. “Green” per le basse emissioni di CO2. Dalla gestione delle sostanze chimiche nel processo di verniciatura al trattamento delle acque reflue, passando per l’ottimizzazione della tensione nella rete elettrica dell’impianto, ogni potenziale risparmio è stato allineato all’obiettivo della massima sostenibilità.

aiways green vision
L’interno dell’impianto Aiways di Shanghai

Aiways ritira il veicolo fuori uso, poi…

L’impianto termosolare di Aiways Intelligent Factory produce in media 130.000 litri di acqua calda al giorno, che viene riscaldata a 48 °C e utilizzata non solo nel processo produttivo, ma anche negli edifici amministrativi. Inoltre, è presente un impianto fotovoltaico con un rendimento annuale di 16 MWh, equivalente alla ricarica di oltre 250.000 SUV Aiways tra U5 e U6 Coupé.

Aiways garantisce il ritiro dei veicoli fuori uso e delle batterie danneggiate di veicoli incidentati, e provvede al riciclaggio in partnership con Priorec per il mercato tedesco.

Second Life” fuori dall’auto con Green Vision

La seconda opportunità di “Second Life” è però al di fuori dell’auto. Si concretizzerà in collaborazione con la francese Green Vision. L’azienda vanta dieci anni di esperienza nel settore. Si è specializzata nel riuso di componenti ad alta tensione dell’industria automobilistica. Non solo per le batterie di trazione, ma anche per i motori, che vengono riconvertiti per i più diversi impieghi.

Il Suv Aiways U5

Quattro veicoli di prova ormai dismessi della pre-serie del SUV Aiways U5 sono stati consegnati a Green Vision per vari progetti di economia circolare. Da un lato, i sistemi di accumulo energetico (ESS) dovrebbero essere creati da batterie ad alta tensione. Si utilizzerebbero, per esempio, nello stoccaggio di energie rinnovabili per l’autosufficienza degli impianti fotovoltaici o la stabilizzazione della rete.

Il secondo riutilizzo riguarda il motore di propulsione da 150 kW, che in futuro sarà usato nelle imbarcazioni da diporto ad alimentazione elettrica.

I modelli Aiways nascono per essere riciclati

Il vantaggio della piattaforma Aiways MAS nelle applicazioni “Second Life” è la modularità dei componenti che facilita il disassemblaggio e la cernita dei componenti ancora utilizzabili. «La struttura a sandwich della batteria, in particolare, è perfetta per il riciclo“, spiega Yann Lelong, fondatore di Green Vision. «È possibile rimuovere agevolmente l’intero pacco batterie e i singoli moduli possono essere estratti in modo semplice e rapido, grazie alla struttura innovativa concepita da Aiways».

Per il riciclo del motore è una vantaggio del tutto il powertrain _ motore, inverter, riduttore e centralina _, sia in un unico alloggiamento. Ciò consente di impiegare il componente compatto e potente direttamente in altre applicazioni, come ad esempio la barca sportiva testata da Green Vision.

-Iscriviti a Newsletter e canale YouTube di Vaielettrico-

Phoenix
Vesper
Apri commenti

Rispondi