Home Auto Addio retrò, il Microlino evolve e diventa 2.0

Addio retrò, il Microlino evolve e diventa 2.0

2
CONDIVIDI
L'ultima versione del Microlino 2.0: la produzione dovrebbe iniziare a Torino nel 2021.

Addio retrò, il Microlino diventa 2.0.  Ed entra nella fase della prototipazione, quella che precede la sospirata produzione, dopo anni di tormenato sviluppo.

Addio retrò, barre di luci a LED sulla carrozzeria

addio retrò
L’ultima versione del cruscotto del Microlino, molto minimalista, disegnato da Wim Ouboter.

Dall’idea iniziale all’arrivo sul mercato, la strada per le start-up dell’elettrico è lunga e difficile. I tempi programmati non vengono mai rispettati, tra complicazioni di tutti i tipi, come ben sanno i fondatori delle aziende che stanno dietro alla Sion, alla Mia (qui l’articolo) e alla e-GO (qui). Alla dura regola non è sfuggita neppure la Micro Mobility Systems, azienda svizzera fondata dal geniale designer Wim Ouboter, con il suo progetto del Microlino. La macchinetta nasce con l’idea di rifare in chiave moderna la mitica Isetta, un veicolo da città che avrebbe dovuto essere prodotto in Germania dall’Artega. Poi i rapporti si sono guastati e Ouboter ha trovato un nuovo partner industriale nella Cecomp di Torino. Una complicazione che, di fatto, ha fatto perdere due anni. E nel frattempo il Microlino ha perso un po’ della sua aria retrò, assumendo un look 2.0, con diverse barre di luci a LED piazzate sulla carrozzeria.

I prototipi già circolano alla Cecomp di Torino

Ora finalmente pare che ci si avvicini alla meta: si stanno fabbricati i primi prototipi “veri”. e i test danno risultati incoraggianti. Su Facebook è stato postato il video  di un Microlino senza carrozzeria che si muove all’interno dello stabilimento della Cecomp. Il primo prototipo completo potrà essere presto utilizzato per testare luci e il tetto pieghevole. “Ci aspettiamo che sia pronto per guidarlo in poche settimane“, hanno detto i responsabili di Micro Mobility al sito tedesco Electrive. “Prevediamo di avere un totale di 5 prototipi, ciascuno completato e testato in successione a intervalli di poche settimane. 

addio retrò
Un prototipo del Microlino (senza carrozzeria, al centro) circola all’interno della Cecomp, a Torino.

La produzione inizierà nel 2021, nonostante il Corona Virus“. Il Microlino è omologato come quadriciclo  L7e.  Il telaio sarà costruito con una miscela di lamiera d’acciaio e alluminio. E si pensa all’utilizzo di celle NMC, con un pacco-batterie leggermente più piccolo, che consentirebbe di ricavare più spazio interno.  Infine il motore: nella versione pre-produzione è stato potenziato, ma i dati tecnici non sono noti. Non dovrebbero cambiare invece autonomia, fino a 200 km, e prezzo, a partire da circa 12 mila euro”.

 

addio retrò— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

 

 

 

Apri commenti

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome