Home Aziende ABB all’italiana: da Valdarno la milionesima colonnina

ABB all’italiana: da Valdarno la milionesima colonnina

2
CONDIVIDI
abb

ABB E-mobility ha annunciato la consegna del suo milionesimo caricatore per veicoli elettrici. Il lancio nel 2022 del nuovo impianto di produzione da 30 milioni di dollari e 16.000 metri quadrati di ABB E-mobility a San Giovanni Valdarno ha raddoppiato la capacità produttiva dell’azienda negli ultimi due anni. Lo stabilimento può produrre un caricabatterie rapido CC ogni 20 minuti grazie alle sue sette linee di produzione.

ABB E-mobility continua la sua rapida espansione globale. All’inizio di questo mese la società ha annunciato l’inizio della produzione nel suo nuovo impianto di produzione negli Stati Uniti. Produrrà fino a 10.000 caricabatterie all’anno per la ricarica pubblica, gli scuolabus e altre flotte. Nel 2022 ABB ha anche aumentato la sua partecipazione nel fornitore di servizi di ricarica cinese Chargedot.
abb
Il reparto di testing dello stabilimento ABB di san Giovanno Vadarno

«Dalla produzione del primo caricabatterie da 50 kW dell’UE nel 2010 al lancio di Terra 360, ABB E-mobility ha cercato a lungo di sviluppare le innovazioni necessarie per creare un futuro di mobilità senza emissioni», ha dichiarato il CEO di ABB E-mobility, Frank Mühlon. «Sebbene il nostro continuo investimento in ricerca e sviluppo dimostri il nostro costante impegno per migliorare il campo della mobilità elettrica, è la fornitura globale di queste soluzioni su larga scala che è parte integrante della realizzazione dei nostri obiettivi».

Il sito italiano fiore all’occhiello del gruppo

Lo stabilimento di San Giovanni Valdarno, in Toscana, è il più grande del gruppo nel settore dei caricabatterie. Funge anche da centro di globale di eccellenza per la progettazione e lo sviluppo. E’ stato inaugurato lo scorso giugno. Può produrre oltre 10.000 stazioni di ricarica in DC all’anno.

Le 15 aree di test sono in grado di simulare oltre 400 sessioni di ricarica al giorno, mentre le soluzioni di automazione integrate collegano la produzione all’innovativo magazzino automatico, garantendo un controllo ottimizzato delle scorte, una tracciabilità completa e operazioni efficienti, supportate da AGV e veicoli di movimentazione. L’insediamento dà lavoro a circa 500 dipendenti, 70 dei quali ingegneri nel reparto R&S. Produce una gamma ampia di colonnine fino a una potenza di 360 kW. Parte dell’energia utilizzata arriva dall’impianto di pannelli solari da 720 MWh/anno che copre il tetto della fabbrica e le tettoie del parcheggio. Questo consente di ridurre le emissioni di CO₂ di 338 tonnellate all’anno. Il resto è prodotta da fonti rinnovabili certificate

Secondo Francesco Mennucci, Amministratore Delegato di ABB E-Mobility SpA e Global ABB E-mobility Division Operations & Service Manager, il nuovo sito, Centro di Eccellenza mondiale in ambito ABB, contribuisce a consolidare «la nostra reputazione di leader mondiale nelle soluzioni di ricarica per veicoli elettrici: lavoriamo per portare soluzioni di mobilità elettrica per un presente e un futuro sempre piu’ sostenibili».

-Iscriviti  alla Newsletter e al canale YouTube Vaielettrico.it-

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Alcune aziende e politici posso lamentarsi del passaggio all’elettrico: citando rischi di perdita di occupazione e necessità di investimenti.
    Altri invece studiano e realizzano 2 anni uno stabilimento nuovo di zecca destinato alla produzione di colonnine di ricarica in DC (modo4).
    Decidete Voi da che parte stare .
    PS visitai questo stabilimento un anno fa: era ancora un cantiere edile, ma la produzione era già iniziata.

  2. A quanto pare l’elettrico qualche posto di lavoro lo offre.
    Meno male che ci sono le aziende straniere che riescono a concludere qualcosa di buono ogni tanto anche se l’Italia rema contro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome