Home Sharing A tutto noleggio, a tutto elettrico: Juicar e Zity

A tutto noleggio, a tutto elettrico: Juicar e Zity

1
CONDIVIDI
Una BMW i3 con la livrea di Juicy: è uno dei tre modelli anoleggio.

A tutto noleggio, a tutto elettrico. Ogni giorno si aggiungono nuovi attori nella mobilità “as a service” a emissioni zero. L’auto si usa per quel che serve, senza più acquistarla. Oggi è la volta di Juicar e di Zity.

A tutto noleggio: Juicar sbarca in Italia…

Juicar  (qui il sito) è una start-up svizzera nata da Oyster Lab, incubatore di Alpiq, azienda elettrica con una storia centenaria. Dopo il successo ottenuto in patria e in Germania, si propone di replicare anche in Italia un modello basato sul noleggio di auto elettriche. Con una formula all inclusive estremamente flessibile in termini di durata.

L’offerta Juicar prevede la possibilità di sottoscrivere un abbonamento mensile comprensivo di noleggio, assicurazione, tasse, manutenzione e riparazione. Con la possibilità di cancellare l’abbonamento in qualsiasi momento, senza costi aggiuntivi. Tre i modelli di auto disponibili: si parte dalla Smart EQ (299 euro al mese), per poi passare alla Nissan Leaf II (379 euro) e alla BMW i3 (499 euro).

Bastian Gerhard, Managing Director di Oyster Lab.

I prezzi non sono competitivi in sé, ma lo possono diventare per la possibilità di impegnarsi per una breve durata, contro i contratti a 3-4 anni in genere proposti nei noleggi a lungo termine. “Il nostro obiettivo è quello di presentarci al mercato con un’offerta capace di rendere la mobilità elettrica un’opportunità realmente conveniente e alla portata di tutti”, spiega Bastian Gerhard, Managing Director di Oyster Lab.  “Siamo certi che gli utenti italiani sapranno cogliere le potenzialità di un abbonamento all inclusive, flessibile e senza pensieri”.

E a Parigi si noleggiano le Zoe con lo sharing Zity

>A tutto noleggio, a tutto elettrico anche a Parigi. Ma qui si parla di una nuova iniziativa di sharing, quindi di uso dell’auto anche solo per poche ore. Da marzo una flotta di 500 Renault ZOE dotate di tecnologia ZITY sarà proposta ai parigini in self service. Un’offerta , che risponde ad una tendenza inarrestabile: già oggi il 20% degli abitanti della capitale francese ricorre, infatti, al car sharing (leggi qui). Il lancio è una nuova tappa nella partnership tra il Gruppo Renault e Ferrovial, iniziata con successo nel 2017 a Madrid con

A tutto noleggio
Una delle 500 Renault Zoe con livrea Zity in sharing da marzo a Parigi.

Il listino-prezzi è composito: al minuto, forfait di consumo a ore (4, 8, 24 ore) oppure credito di tempo con il “pacchetto risparmio”. Permettendo anche, grazie all’opzione “stand-by”, di tenere il veicolo ad un costo preferenziale, quando si ha la necessità di parcheggiarlo per un breve periodo. Il servizio è free-flow, con la possibilità di lasciare la Zoe in tutta l’area di Parigi e di Clichy. Grazie a un algoritmo che monitora l’utilizzo dei veicoli, ZITY è in grado di individuare le aree in cui la domanda di car sharing è più elevata. E di riposizionare i veicoli in città, con la garanzia per l’utente di trovare una Zoe più facilmente.

— Leggi anche: una Tesla per un giorno, dove e a che prezzo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 COMMENTO

Comments are closed.